7 Porzioni di Frutta al Giorno Allungano la Vita

7 Porzioni di Frutta al Giorno Allungano la Vita

Come Inserire Frutta e Verdura nella Dieta per Allungare la Propria Vita del 40%

Che faccia bene mangiare frutta e verdura come: mele, fragole, kiwi, banane, insalata, cipolle e broccoli, si sa. Due domande:

  1. Quanti frutti consumate al giorno e soprattutto come li distribuite nell'arco della giornata?
  2. Per quanto riguarda la verdura, come la consumate: cruda o cotta, e soprattutto in quale fase del pasto la inserite?

Iniziamo questo articolo parlando della frutta

 

LA FRUTTA ALLUNGA LA VITA

 

Uno studio pubblicato sul Journal of Epidemiology & Community Health suggerisce di consumare 7 porzioni di frutta al giorno. Questo consumo frequente di frutta allungherebbe la vita delle persone, riducendo fino al 42% il rischio di morte prematura. La ricerca, diretta da Oyinlola Oyebode, dello University College di Londra, è stata condotta su oltre 65 mila adulti seguiti per ben 7 anni. Durante il periodo di monitoraggio si sono verificati 4.400 decessi, pari al 6,7 % del campione. I ricercatori hanno così avuto modo di scoprire che il rischio di morte era proporzionale alla quantità di verdura e frutta mangiata giornalmente.

 

Risultati del Test 

 

Nello specifico è emerso che il rischio di morte prematura per qualsiasi causa si riduceva del :

  • 14 % con l’assumere 1-3 porzioni di frutta o verdura al giorno;
  • 29 % per 3 o 5 porzioni;
  • 36 % da 5 a 7 ed infine
  • 42 % per 7 o più porzioni al giorno.

Quando parliamo di nutrizione e alimentazione corretta sappiamo bene che frutta e verdura sono la base di un corretto stile di vita. Si sa ormai anche che bisognerebbe consumare almeno 5, meglio 7, porzioni di frutta e verdura durante il giorno per garantirci una salute di ferro grazie al loro apporto di vitamine, antiossidanti, sali minerali, fibre e molti altri nutrienti essenziali per il nostro benessere.

 

Come consumare tutte queste porzioni di frutta?

 

La frutta ha un carico glicemico alto, che potrebbe contrastare il dimagrimento corporeo, pertanto i nutrizionisti hanno verificato che è meglio suddividere in più parti il consumo di frutta durante l'arco della giornata, che concentrarne il consumo in pochi pasti. Come? un'idea potrebbe essere questa:

  • Una prima porzione che possono essere 3 o 4 fragole a colazione unitamente ad avena, yogurt e un buon caffè
  • una seconda porzione che può essere una mezza mela come primo spuntino mattutino
  • una terza porzione che è rappresentato dall'altra mezza mela come secondo spuntino mattutino
  • una quarta porzione nel primo pomeriggio
  • una quinta porzione a metà pomeriggio
  • una sesta porzione nel tardo pomeriggio o post workout
  • una settima ed ultima porzione a cena 

Quindi l'idea è di consumare le medesime quantità di frutta delle 5 porzioni consigliate da molti medici, ma di consumarle in più frazionamenti giornalieri. 

Il momento ideale per consumare le verdure è senza ombra di dubbio prima dei pasti.

 

6 Motivi per Consumare la Verdura Prima dei Pasti

 

  1. Migliora la digestione dei cibi: ogni cibo ha un proprio tempo di digestione, frutta e verdura ce l’hanno molto rapido e quindi non andrebbero assunti al termine di pranzo e cena ma all’inizio; quando presi alla fine si trovano intrappolati in un processo di digestione molto più lungo (come quello della carne) e quindi finiscono per fermentare nell’intestino. Inoltre..
  2. Si Assorbono meglio i nutrienti: mangiare la verdura prima di tutto il resto aiuta il nostro corpo rendendogli disponibile per primi i nutrienti più importanti contenuti appunto nella verdura. Consumarla a fine pasto la digestione dei carboidrati complessi e proteine andrà a "bruciare" gran parte degli antiossidanti contenuti.
  3. Diminuiscono i gonfiori: grazie all’alto contenuto di fibre  le verdure aiutano la digestione e mitigano il senso di gonfiore addominale dopo i pasti.
  4. Controllo Fisico sull'assimilazione degli zuccheri: mangiare molte fibre prima dei pasti aiuta il nostro corpo a controllare l’assimilazione degli zuccheri e dei grassi, evitando i dannosi picchi glicemici.
  5. Sazietà: mangiando la verdura prima di ogni altro alimento riempie lo stomaco dando sazietà
  6. Dimagrimento: mangiando in questo modo si assimilano sicuramente meno calorie stimolando alcuni processi chimici che aiutano a perdere perso.

 

VERDURA CRUDA O COTTA?

 

Non esiste una regola valida per tutti i tipi di verdura.

 

I metodi di cottura da preferire variano in base alla presenza o meno delle principali categorie di sostanze ad alto potere nutritivo e preventivo. L’obiettivo è quello di ridurre al minimo la perdita di nutrienti. La cosa fondamentale è quella di consumare vegetali, variando tra il cotto e il crudo.

 

Non succede nulla se non usiamo il metodo di cottura ideale in ogni occasione, ma è bene sapere in modo più preciso qual è il trattamento migliore sui fornelli.

 

Ne potrà derivare qualche beneficio in più per la nostra salute. I modi e i tempi di cottura di patate, carote, zucchine, peperoni, pomodori e degli ortaggi in genere, sono fondamentali per conservare le vitamine e i minerali di quelle verdure.

 

Possiamo affermare che per la maggior parte degli ortaggi la cottura distrugga gran parte di principi nutritivi. Per tutti vale quindi una regola: minore è il tempo di cottura, maggiore è l’apporto di vitamine e minerali.

 

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati