Dimagrire con le Spezie

Dimagrire con le Spezie

Come inserire le spezie nella nostra cucina a discapito della nostra linea

Avete mai pensato che le spezie, utilizzate con metodo, potrebbero farvi cambiare il vostro modo di condire i piatti, addirittura facendovi dimagrire?

Le erbe aromatiche e le spezie sono un tocco di classe in cucina, fanno bene ed insaporiscono i cibi in modo diverso dal solito.

  1. Arrivano da ogni parte del nostro pianeta
  2. è un modo per viaggiare per il mondo attraverso il palato ed il gusto
  3. possono farvi perdere peso

perché le spezie, usate con astuzia ed intelligenza sono forti alleate di chi vuole dimagrire. Alcune ci sono spesso addirittura sconosciute, soprattutto il loro uso:

  • mai provato la maggiorana, che ha un profumo simile a quello dell'origano ma più dolce e speziato sulle carni in umido, sui funghi o sui legumi?
  • oppure il cardamomo, col suo gusto forte simile a quello del limone o dell'eucalipto, per aromatizzare il riso bianco, oppure le verdure o le carni?
  • o ancora l'aneto, col suo sapore fresco molto simile a quello del finocchio, che con le sue foglie fresche insaporisce le minestre, le patate lesse o i nostri piatti di pesce o le uova?

Potremmo andare avanti ancora, ne esistono a decine, basta documentarsi e poi sbizzarrirsi e provare. Ma le spezie oltre a rendere la nostra cucina "varia" sono anche benefiche.

Studi in merito hanno evidenziato che buona parte delle spezie hanno proprietà antiossidanti, cioè contrastano lo stress ossidativo causato dai radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento delle cellule.

Pensate al grasso contenuto nella carne o negli insaccati, che una volta cotto ed ingerito favorirebbe il processo ossidativo delle cellule; bene, aggiungendo un trito di spezie durante la cottura diminuiremo il livello di ossidazione del grasso e i danni che può arrecare all'organismo.

DIMAGRIMENTO E SPEZIE... QUALE COLLEGAMENTO?

Se insaporiamo i nostri piatti con erbe e spezie possiamo ridurre al minimo condimenti ed intingoli che farebbero salire il computo delle calorie nel piatto.

Se siamo quindi decisi a cambiare il nostro modo di "mangiare" e cominciamo a fare spazio nei nostri scaffali o mensole della cucina a favore delle spezie possiamo quindi intraprendere la "dieta delle spezie", tutto questo a favore della nostra linea.

Gli aromi sono pratici da usare, esaltano il gusto dei cibi, consentono di ridurre l'uso di condimenti calorici e frenano la tentazione di buttarsi su alimenti grassi ed elaborati.

Quindi diamo il via libera a tutte le cotture semplici, cioè:

  • al vapore
  • alla griglia
  • al microonde

Come condimento solo un cucchiaino di olio extravergine di oliva, per poi recuperare in sapore con una manciata di origano o di timo.

Anche il naso fa la sua parte quando ci si siede a tavola! Per un'eredità legata alla parte più antica del cervello, l'80% della sensazione del sapore è data non dal gusto ma dall'olfatto.

Quando il piatto non appaga il gusto, si corre quindi il rischio di mangiare troppo, quindi useremo le spezie per compensare questa mancanza senza però farci mancare niente.

Un esempio?

Se il nostro piatto di riso scondito sarà un pò "vuoto", lo insaporiremo con un pò di curry, tra l'altro ci sazieremo più in fretta per merito del suo profumo e del suo sapore particolare.

Con questi piccoli trucchi si riesce a mangiare meno, ma non solo, con le spezie riusciremo anche a ridurre il consumo di sale.

Infatti un'altra buona ragione per cucinare con gli aromi è che cumino e chiodi di garofano aiutano a ridurre il consumo di sale nella propria cucina.

E sappiamo bene che meno sodio significa meno ritenzione idrica (e lo spettro della cellulite smette di essere dietro l'angolo) e meno rischi di ipertensione arteriosa.

In questo modo, se ti sbizzarrisci con le erbe aromatiche piuttosto che con la saliera, la linea e la circolazione ne trarranno vantaggi enormi.

Qualche piccolo accorgimento in caso di patologie lo dobbiamo osservare anche per le spezie:

  • è meglio evitare il pepe, il peperoncino e i curry piccanti nel caso si soffrisse di dispepsia, nel caso di stati infiammatori gastrointestinali o di reflusso gastroesofageo.
  • in questo caso sarà meglio optare per gli aromi mediterranei a foglie fresche, i quali non disturbano un apparato digerente già provato.
Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati