Alghe Marine

Alghe Marine

Proprietà nutrizionali delle alghe comunemente usate nel Sushi Giapponese

In Giappone, le alghe marine vengono utilizzate molto di più che in qualsiasi altro paese del mondo, e rappresentano circa il 25% della dieta quotidiana. Le alghe brune vengono incorporate nella farina, e vengono consumate quasi in ogni casa sotto forma di taglierini, abbrustoliti e serviti insieme al riso, o nelle minestre.

Altri due tipi di alghe vengono impiegati come dolcificante e aromatizzante, e se ne fanno condimenti, bevande e dolci.


Nei paesi occidentali le alghe non sono mai divenute un alimento di uso comune, anche se in Irlanda, Islanda, Danimarca, nel Galles, in Scozia e nelle isole Faroe esse sono conosciute e apprezzate.


Addirittura, il piatto tradizionale el Galles del sud è il laverbread, che contiene alghe marine.
Gli Irlandesi mangiano il "dulse", un'alga chiamata "lattuga di mare", dato che è tenera, croccante e saporita come la varietà terrestre.
In Scozia si mangia la "porfira", un'alga che viene consumata abbrustolita sulla griglia, e dicono abbia un'aspetto simile agli spinaci e il sapore delle ostriche.

 

Vi sono tre tipi di alghe:

  • ○ le alghe verdi
  • ○ le alghe brune
  • ○ le alghe rosse

 

Noi ci occupiamo delle alghe brune, dato che sono quelle più comuni, e al tempo stesso quelle più comunemente utilizzate come alimento.
Ci sembra una realtà tanto lontana, ma ne apprezziamo il sapore nel sushi (sono infatti la parte esterna arrotolata al riso) che gustiamo nei ristoranti giapponesi, e di cui vi abbiamo già proposto un articolo sulla preparazione di questo piatto.

 

PROPRIETÀ NUTRIZIONALI DELLE ALGHE

 

Che cosa contengono allora le alghe per essere considerate un alimento tanto prezioso?
In primo luogo, naturalmente, come tante altre piante esse contengono carboidrati, cioè amidi e zuccheri. Lo zucchero delle alghe si chiama mannitolo. Non è molto dolce, in forti dosi esercita un moderato effetto lassativo, e non eleva il livello di zuccheri nel sangue. Se si potesse produrre su larga scala questo zucchero d'alghe, sarebbe indubbiamente un grosso vantaggio per chi soffre di diabete.


Le alghe contengono inoltre grassi e proteine.


Le proteine sono più o meno quelle presenti nelle piante terrestri, cioè non altrettanto utili per l'organismo che le proteine presenti da alimenti di origine animale come la carne o le uova. Contengono pochi grassi, di cui uno degli acidi grassi insaturi necessari alla salute dell'uomo.
Contengono inoltre una percentuale di vitamina A e vitamine del complesso B.


Un dato importante è quello che le alghe hanno il contenuto di vitamina C paragonabile a quello di molti tipi di frutta e di ortaggi.
Dalle analisi è risultato che 100 grammi di alghe fresche contengono da 5 a 140 milligrammi di vitamina C, e 100 grammi di arance ne contengono circa 50 milligrammi.

 

IL LORO CONTENUTO DI MINERALI
Le nostre terre sono sempre più povere di elementi-traccia, infatti le alluvioni e i metodi agricoli sbagliati stanno dilavando il terreno, e con il terreno se ne vanno i minerali-traccia.


Cosa accade ai minerali traccia quando vengono portati via dall'acqua?


Questo é il dato interessante, infatti finiscono in mare, dove vengono assorbiti dalle alghe.
Sappiamo che i minerali di cui abbiamo bisogno in dosi relativamente elevate, come il calcio, il fosforo, il ferro , il potassio e così via, sono presenti nella frutta e negli ortaggi in percentuali medie, ma per quanto importanti siano questi minerali, ancora più importanti sono i minerali-traccia, che sono:

  • ○ lo iodio
  • ○ lo zinco
  • ○ il rame
  • ○ il manganese
  • ○ il boro, ecc

Negli alimenti questi minerali sono presenti in dosi minuscole, eppure l'assenza di questo tipo di minerali porterebbe a conseguenze che si renderebbero fatali.

 

Dal punto di vista nutrizionale il più importante dei minerali-traccia presente nelle alghe è lo iodio.

 

Ma com'è possibile che un minerale sia più importante degli altri?

 

Lo è, per il semplice fatto che in molte parti del mondo il terreno è completamente privo di iodio, di conseguenza, i prodotti che vi vengono coltivati non contengono la minima percentuale di questo prezioso minerale.


Sappiamo bene, che lo iodio, è un elemento di cui l'organismo non può assolutamente fare a meno, dato che è l'ingrediente principale del secreto di una delle ghiandole più importanti dell'organismo, la glandola tiroide.

 

Ora che sappiamo le proprietà interessanti di cui dispongono le alghe, apprezzeremo molto di più il sushi, che ci possiamo preparare da soli con la nostra ricetta ABC!

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati