Peperoni

Peperoni

I benefici nutrizionali apportati alla salute

Il peperone, noto anche come peperone dolce, è uno dei tipi di peperoni più comunemente impiegati nella famiglia annuum Capsicum. I peperoni dolci sono baccelli di frutta sulla pianta capsicum coltivati per il loro sottile gusto piccante ma dolce, un sapore che si estende bene alle ricette.

 

Botanicamente, si tratta di un piccolo arbusto perenne della famiglia delle Solanacee belladonna o, nel genere, peperoni.

Nome scientifico: Capsicum annuum L.

 

A differenza dei loro compagni membri della capsicum, i peperoni dolci hanno una caratteristica forma a campana che è croccante, spessa e con una consistenza carnosa. Il confronto con i ''compagni'' peperoncini, i peperoni (dolci) dispongono tipicamente di meno piccantezza che va da zero a leggero. Per queste stesse ragioni, in cucina, sono trattati in genere come qualunque altra verdura comune invece che come spezie.

 

Peperoni sono originari del Messico e altre regioni del Centro America, da dove si sono diffusi nel resto del mondo, attraverso gli esploratori spagnoli e portoghesi nei secoli 16 ° e 17 °. Oggi, sono cresciuti notevolmente in molte parti del mondo come importante coltura commerciale. Come in altre varietà del peperoncino, i peperoni hanno molti diversi tipi di cultivar. Tuttavia, il tipo di impianto e il baccello di frutta (con 3-5 lobi) sono caratteristiche comuni in quasi tutte le cultivar.

 

Il peperone, racchiude numerosi semi piccoli, bianchi o color crema, circolari e piatti. I semi sono effettivamente aggrappati al nucleo centrale (placenta). Per la raccolta, i peperoni sono raccolti a mano in diversi stadi di maturazione a seconda delle preferenze delle popolazioni locali. Tutte le varietà di peperoni acerbi presentano baccelli di colore verde, a prescindere dal loro colore finale destinato. Quando il frutto matura, acquista gradualmente il suo vero colore genetico; arancio, rosso, viola, giallo, ecc

 

La piccantezza dei peperoncini viene misurata in "unità di calore di Scoville" (SHU). Sulla scala Scoville, un peperone dolce ha punteggio di 0, mentre un peperoncino jalapeno attorno 2,500-4,000 e un habanero messicano 200.000 a 500.000 unità.

 

Peperoni e Benefici per la Salute
Il peperone dolce contiene un elenco impressionante di nutrienti con proprietà che aiutano a prevenire le malattie e promuovere lo stato di salute. A differenza di altri peperoni similari come il chili, ha molto meno calorie e grassi. 100 g forniscono appena 31 calorie.

 

Il peperone dolce contiene bassi livelli di composto alcaloide, la capsaicina. I primi studi sperimentali di laboratorio sui mammiferi suggeriscono che la capsaicina è antibatterico, anticancerogene, analgesico e antidiabetico. Quando viene utilizzato con giudizio, riduce anche i trigliceridi e i livelli di colesterolo LDL nei soggetti obesi.

 

I peperoni freschi, rossi o verdi, sono ricca fonte di vitamina-C. Questa vitamina è particolarmente concentrata ai massimi livelli nei peperoni rossi. 100 g di peperone fornisce circa 127,7 mg o circa 213% dell'RDA di vitamina C. La vitamina C è un potente antiossidante idrosolubile. All'interno del corpo umano, è necessaria per la sintesi del collagene. Il collagene è la proteina strutturale principale nel corpo richiesta per mantenere l'integrità dei vasi sanguigni, pelle, organi e ossa. Il consumo regolare di alimenti ricchi di questa vitamina aiuta il corpo umano a proteggere dallo scorbuto; sviluppare una resistenza contro gli agenti infettivi (aumenta l'immunità) e pulire dai nocivi radicali liberi pro-infiammatori dal corpo.

 

Esso contiene anche buoni livelli di vitamina-A. 100 g di peperoni contengono 3131 UI o 101% di vitamina A. Inoltre, contiene flavonoidi antiossidanti come Alfa e Beta carotene, luteina, zea-xantina e criptoxantina. Insieme, queste sostanze antiossidanti presenti nei peperoni aiutano a proteggere il corpo dagli effetti dannosi dei radicali liberi generati durante le condizioni di stress e malattia.

 

Il peperone ha anche adeguati livelli di minerali essenziali. Alcuni dei principali minerali contenuti sono ferro, rame, zinco, potassio, manganese, magnesio, e selenio.


Il manganese è usato dal corpo come cofattore per l'enzima antiossidante, superossido dismutasi.
Il selenio è un antiossidante micro-minerale che agisce come un cofattore dell'enzima, superossido dismutasi.

 

Inoltre, i peperoni, hanno anche buoni percentuali di vitamine del gruppo B come la niacina, piridossina (vitamina B-6), riboflavina e tiamina (vitamina B-1). Queste sono vitamine essenziali nel senso che corpo le richiede da fonti esterne per ricostituirle. Le vitamine del complesso B facilitano il metabolismo cellulare attraverso varie funzioni enzimatiche.

 

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI: Peperoni (Capsicum annuum var annuum), rosso, crudo, valore nutrizionali per 100 g

 

Principio

Valore Nutrienti

Percentuale di RDA

Calorie

31 Kcal

1,5%

Carboidrati

6,03 g

4%

Proteine

0,99 g

2%

Grasso Totale

0,30 g

1%

Colesterolo

0 mg

0%

Fibra Alimentare

2,1 g

5,5%

Vitamine

  

Folati

46 mcg

12%

Niacina

0,979 mg

6%

Piridossina

0,291 mg

22%

Riboflavina

0.085 mg

6,5%

Tiamina

0,054 mg

4,5%

Vitamina A

3131 UI

101%

Vitamina C

127,7 mg

213%

Vitamina E

1.58 mg

11%

Vitamina K

4.9 mcg

4%

Elettroliti

  

Sodio

4 mg

<1%

Potassio

211 mg

4,5%

Minerali

  

Calcio

7 mg

1%

Rame

0.017 mg

2%

Ferro

0.43 mg

5%

Magnesio

12 mg

3%

Manganese

0.112 mg

5%

Fosforo

26 mg

4%

Selenio

0,1 mcg

<1%

Zinco

0,25 mg

2%

Phyto-nutrienti

  

ß-Carotene

1624 mcg

-

Alfa-Carotene

20 mcg

-

ß-Criptoxantina

490 mcg

-

Luteina-zeaxantina

51 mcg

-

(Fonte tabella: Database dei nutrienti) USDA

 

Selezione e Conservazione

Peperoni freschi possono essere disponibili in tutte le stagioni nei vari centri di commercializzazione. Scegliere quelli freschi, che hanno un colore luminoso e sono pesanti per le loro dimensioni.

Evitare quelli eccessivamente morbidi, colori pallidi o verdi. Inoltre, evitare quelli con tagli superficiali / punture, macchie e con stelo avvizzito.

Una volta a casa, devono essere conservate all'interno del frigorifero in un sacchetto di plastica in cui rimangono freschi per circa circa 3-4 giorni. Anche in questo caso, se conservati per lunghi periodi, potrebbero subire lesioni dal freddo.

 

Metodi di Preparare e Consumo

In generale, i peperoni freschi vengono trattati come qualsiasi altra verdura in cucina. La loro consistenza croccante con il sapore dolce e delicato, fa di questi frutti uno degli articoli più ricercati in cucina dopo alcuni vegetali.

 

Insalata di Peperone Veloce:
Peperoni in insalata con ceci, fagioli, cetrioli, pomodori, scalogno e pinoli

Per preparare, lavare peperoni in acqua fredda corrente. Tagliare il gambo ed eliminarlo. In questo modo, è possibile vedere la sua struttura interna. Rimuovere il nucleo centrale con i semi. Ora avete come una "coppa" cava. Utilizzando un coltello da cucina, tagliatelo in cubetti, anelli o strisce come cipolle.

 

Sebbene i peperoni, a differenza di altri peperoncini, hanno i livelli minimi di capsaicina, possono comunque provocare sensazione di bruciore alle mani e possono causare irritazione della bocca / naso, gli occhi e la gola. Pertanto, può essere consigliato in alcuni individui sensibili usare guanti sottili e maschere per il viso durante la loro manipolazione.

 

Ecco alcuni consigli che servono:

I peperoni possono essere consumati crudi in insalata o cotti.

In molte parti dell'Asia meridionale, vengono mischiati con altre verdure come patate, carote, melanzane, fagiolini ecc, insieme con pomodoro, aglio, cipolla, semi di senape, cumino e altre spezie in vari piatti tipici.

Possono anche essere usati con riso, carne, formaggio cheddar, frutta secca, noci, ecc, cotti arrostiti.

Possono anche essere cotti alla griglia e serviti con salsa di formaggio, olio d'oliva e con salse.

Peperoni finemente tritati possono essere utilizzati in stile cinese in fritture vegetali e tagliatelle.

I peperoni dolci sono uno degli ingredienti richiesti di pizza e pasta all'italiana.


Profilo di sicurezza

Il livello di piccantezza dei peperoni è quasi pari a zero "unità di calore di Scoville" (SHU). Tuttavia, i loro semi e il nucleo centrale possono contenere una certa quantità di capsaicina, che se mangiati possono causare irritazioni e sensazioni di bruciore in bocca, alla lingua e alla gola.

In caso da bruciore da capsaicina:
Mangiare yogurt freddo aiuta a ridurre questo dolore bruciante diluendo la concentrazione di capsaicina, evitando il contatto con le pareti dello stomaco.

Evitare di toccarsi gli occhi con le mani contaminate dal peperone. Lavare accuratamente gli occhi con acqua fredda per ridurre l'irritazione.

Essi possono aggravare il reflusso gastro-esofageo (GER).


Risorse:

1. USDA Nazionale di nutrienti database. (Si apre in una nuova finestra)

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati