​Come Associare gli Alimenti per Ottenere Un Super Effetto sull'Organismo

​Come Associare gli Alimenti per Ottenere Un Super Effetto sull'Organismo

Volete ottenere il massimo da ciò che mangiate e fare in modo che ogni caloria conti? Sappiamo che gli alimenti naturali riescono ad offrire più nutrienti dei singoli integratori. Considerate che sono stati identificati centinaia di fitonutrienti biologicamente attivi solo negli ultimi due decenni.

Quindi vediamo come abbinare determinati alimenti per ottenere il massimo beneficio.

Stiamo imparando che alcuni alimenti lavorano meglio insieme per sbloccare e potenziare benefici per la salute. Questo concetto è chiamato "sinergia alimentare", o l'idea che le molte sostanze nutrienti negli alimenti integrali (non trasformati) interagiscono in modi che possono migliorare la salute più di quando una data sostanza nutritiva o cibo viene mangiata da sola. Sappiamo anche che gli integratori funzionano bene a fronte di una carenza. Per tutto il resto, la sinergia del cibo, suggerisce che come primo approccio, il cibo, è sempre quello migliore. Quindi per evitare un eccessiva assunzione di un certo alimento per ottenere i suoi benefici, ottimizzare al meglio le combinazioni di alimenti, può dare maggiori benefici con minor cibo.

Ha senso se si considera il modo in cui, naturalmente, mangiamo cibi in combinazione. Per esempio, l'aggiunta di fragole a un'insalata di spinaci sblocca più di ferro dalle verdure, e l'aggiunta di una vinaigrette di olio di oliva, aiuta il corpo ad assorbire più delle sue vitamine K e A.

L'idea della sinergia del cibo non è nuova, e alcuni concetti sono fondamentali nella scienza della nutrizione. Tuttavia, la ricerca in questo settore è dinamico e ci insegna attivamente cose nuove ogni anno che passa.

Ecco 10 abbinamenti alimentari per sbloccare più nutrimento dal vostro piatto.

Combinazioni con basi scientifiche

Carote + hummus = più vitamina A

L'olio d'oliva nell'hummus aiuta a sbloccare la vitamina A delle carote. Il concetto di base è che alle vitamine liposolubili (vitamine A, D, E e K) piace essere combinate con i grassi per aumentare la quantità di vitamina che viene assorbita dal corpo. Il salmone è un esempio di un alimento che fornisce grassi sani (omega-3) e vitamina D in un alimento. È inoltre possibile utilizzare questo concetto per la combinazione di cavolo (ad alto contenuto di vitamina K) e noci (grassi sani) in un insalata di verdure.

Pistacchi + formaggio di capra = meno colesterolo

Per quanto riguarda i formaggi, il formaggio di capra è già in basso sulla scala del colesterolo, ma i fitosteroli presenti nei pistacchi danno un aiuto maggiore all'assorbimento del colesterolo libero. I fitosteroli, alias steroli vegetali, sono presenti solo nelle piante e sono chimicamente molto simili al colesterolo - tanto che si trovano a competere con il colesterolo per l'assorbimento nel corpo. Più steroli vegetali significa maggior assorbimento del colesterolo. Altri alimenti con steroli vegetali sono i cavolini di Bruxelles, semi di girasole e oli vegetali.

Broccoli + lenticchie = migliore ferro da piante

Le lenticchie sono una forte fonte vegetale di ferro, ma è in una forma che il corpo non assorbe nello stesso modo del ferro proveniente da alimenti di origine animale. La vitamina C antiossidante presente nei broccoli trasforma il ferro (ferro-3) in una forma che il corpo preferisce (ferro-2). Le fragole e gli spinaci, esempio fatto prima, si basa su questa premessa. L'aggiunta di pesce, o qualsiasi proteina di fonte animale al mix, aumenta anche l'assorbimento di ferro-3.

Pomodoro rosso + griglia calda = licopene, più lotta contro il cancro

Il licopene è l'antiossidante che aiuta la lotta contro il cancro e che rende gli alimenti di colore rosso come appunto il pomodoro, il pompelmo rosso ecc, e il calore rende più facilmente il suo assorbimento. Il pompelmo rosso, peperoni rossi e anguria sono anch'essi alimenti sani ricchi di licopene. Provali alla griglia insieme al pompelmo rosso e peperoni rossi.

Spinaci + uova + pomodori = ossa forti

Tutti sanno che il calcio è la chiave per ossa forti, e le vitamine C e D danno una spinta al suo assorbimento. Gli spinaci sono una fonte sana di calcio, i tuorli d'uovo sono una facile, fonte quotidiana di vitamina D e i pomodori aggiungono la vitamina C. Aggiungete fiocchi di salmone cotto alla vostro frittata per ottenere ancor più vitamina D.

Tortillas di mais + fagioli neri = proteina completa

I cibi proteici a base di vegetali hanno molto da offrire per una buona salute, ma non sempre forniscono tutti gli aminoacidi necessari per una efficiente sintesi proteica. Mangiare una varietà di proteine vegetariane nel corso della giornata probabilmente è sufficiente, ma se siete alla ricerca di tutti i vostri amminoacidi in un piatto, provate allora i fagioli neri con taco condita con guacamole e pico de gallo. La vitamina C nel pico de gallo aiuterà anche a sbloccare alcune delle proteine vegetali.

Combinazioni Sperimentali

Mela + mela con la buccia = lotta contro il cancro

Mangiare la mela intera con buccia. Studi sul cancro hanno trovato che la polpa di mele e la sua pelle è più efficace nel rallentare la crescita delle cellule tumorali e tumori al seno della sola mela senza buccia. Lavare sempre le mele prima di mangiarle e scegliere, per quanto possibile, quelle biologiche per eliminare i residui di pesticidi. Ma le mele non biologiche sono comunque una buona scelta - una mela coltivata convenzionalmente ha comunque molti benefici da offrire nonostante possa contenere dei residui di pesticidi.

Curcuma + pepe nero = riduzione del dolore osteoarticolare

Godetevi il curry indiano per la cena o chiedete della curcuma in aggiunta ad un succo di frutta appena spremuto. Ecco perché: La curcumina, una componente importante della spezia curcuma (sembra tipo zenzero, ma è di colore più intenso verso l'arancione) e ampiamente utilizzata nel curry, ha dimostrato di ridurre il dolore causato dall'osteoartrosi ed è in fase di studio per i suoi benefici contro le infiammazione dei tumori. La curcumina non è facilmente assorbita e utilizzata dal corpo, ma quando combinata con un composto di pepe nero (piperina), è 2000 volte più accessibile al corpo.

Mandorle con la pelle + broccoli = antinfiammatorio

Si tratta di due alimenti conosciuti per fornire ottimi benefici per la salute e ora c'è una nuova buona ragione per mangiarli insieme. La ricerca della Tufts University suggerisce che i composti nella pelle delle mandorle, insieme con la vitamina C (per esempio, degli agrumi, peperoni, broccoli, ecc) e vitamina E (già presente nelle mandorle) aiutano a ridurre l'infiammazione causata dal colesterolo LDL. Provate una semplice ricetta, saltando in padella broccoli, scaglie di mandorle e spicchi d'arancia.

Farina d'avena + frutti di bosco = antinfiammatorio

Sappiamo che l'avena è ottima anche per la salute del cuore, ma uno studio su animali della Tufts University dimostra che la vitamina C può aumentare i benefici antinfiammatori dell'avena ancora di più. L'aggiunta di vitamina C ha protetto il colesterolo LDL dall'ossidazione e la sua conseguente infiammazione. Provate ad aggiungere la vitamina C sotto forma di frutti di bosco alla farina d'avena per ottenere i massimi benefici per la salute del cuore e non solo.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati