Come Mangiare: 3 Cose Che Possono Dire i Geni

Come Mangiare: 3 Cose Che Possono Dire i Geni

Le differenze di genetica, possono suggerirci il modo giusto su come alimentarci.
Vi siete mai chiesti perché alcune persone possono mangiare tonnellate di carboidrati e molte più calorie senza ingrassare? O perché alcune persone seguono diete terribili e non si allenano, ma sembrano sempre giovani? O perché alcune persone mangiano molto sale, ma non gli si alza la pressione del sangue? Come avrete intuito dal titolo di questo articolo, la risposta è "genetica".

 

Nel nel nostro desiderio di essere magri, muscolosi, e forti, queste sono probabilmente le considerazioni più importanti quando si cerca di determinare la dieta migliore per ciascuno dei nostri singoli profili genetici:

 

  • 1 ) Il modo in cui metabolizzare i carboidrati
  • 2) infiammazione
  • 3) termogenesi

 

Genetica e metabolismo dei carboidrati

 

Come ogni allenatore esperto sa, la quantità ottimale di carboidrati per massimizzare le prestazioni e la composizione corporea può essere radicalmente diversa tra le varie persone. Questo accade perché ci sono un certo numero di variazioni genetiche che sono fortemente associate con la funzione dell'insulina. A seconda della versione di questi geni che si possiedono, si può essere in grado di gestire grandi quantità di carboidrati amidacei e zucchero o ci si può trovare meglio a consumare meno carboidrati e mangiare un apporto più elevato di fibre, le versioni a basso indice glicemico dei carboidrati. Questo perché alcune persone posseggono un efficiente funzione dell'insulina, che fa in modo da non dover rilasciarne tanta per abbassare la glicemia e immagazzinare lo zucchero nel sangue che deriva dal mangiare carboidrati, mentre altri hanno una più rapida riduzione nella funzione dell'insulina e quindi hanno bisogno di rilasciare maggiori quantità di insulina per ottenere che i loro livelli di zucchero nel sangue siano sotto controllo ... e alte concentrazioni di insulina arrestano la combustione dei grassi!

 

Genetica e Infiammazione

 

L'infiammazione è un tema importante per i bodybuilder: Troppo poca infiammazione può smorzare la risposta anabolica del sollevamento pesi; troppa infiammazione può portare difficoltà nel recuperare prima del vostro prossimo allenamento!

Alcuni studi hanno rivelato che solo con alcune piccole variazioni del gene si rischia di ottenere una grossa differenza nella risposta infiammatoria dell'allenamento pesi. Conoscendo questo, è possibile utilizzare le strategie antinfiammatori moderate se avete una normale o bassa tendenza all'infiammazione, mentre si può puntare su interventi dietetici e l'integrazione se si dispone di una delle varianti del gene che rendono l'esperienza con una maggiore risposta infiammatoria.

 

Genetica e Termogenesi

 

La termogenesi, si riferisce semplicemente al bruciare le calorie sotto forma di calore. Essa può essere ottenuta aumentando l'assunzione di proteine ​​o prendendo alcuni integratori come estratti di tè verde, caffeina e altri stimolanti o appunto i termogenici. Bruciando calorie come calore, quelle calorie non saranno più disponibili per essere immagazzinate come grasso. A parità di condizioni, questo si traduce in una diminuzione del grasso corporeo. Una via termogenica chiave nel corpo è quella delle proteine di disaccoppiamento (UCPs). E' un po' complicato, ma le UCP possono bruciare l'energia in eccesso sotto forma di calore, invece del solito percorso di usare questa energia per rendere la molecola di energia del corpo, ATP.

 

Vi è un ampio corpo di ricerca scientifica sui vari geni che influenzano le proteine di disaccoppiamento, come UCP1, UCP2 e UCP3. Prove genetiche del muscolo per tutti e tre, hanno trovato che alcune versioni sembrano essere più prominenti nei bodybuilder e atleti fisici. Quelli con le versioni più lente (anche se dire "lento" è una semplificazione eccessiva) possono impiegare le strategie di cui sopra.

 

Conclusione
Numerose altre varianti genetiche possono influenzare il modo in cui il corpo metabolizza le sostanze nutritive. Esse, ovviamente, possono essere ulteriormente influenzate dalla dieta e dall'integrazione.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati