Indice Glicemico negli Alimenti

Indice Glicemico negli Alimenti

Consigli pratici sull'indice glicemico contenuto negli alimenti

Cos'è l'indice glicemico? L'indice glicemico (IG) di un alimento rappresenta la velocità con cui aumenta la concentrazione di glucosio nel sangue (glicemia) in seguito all'assunzione di quell'alimento. Entriamo nel merito del discorso.

 

INDICE GLICEMICO NEL PANE

 

Sappiate che la mollica ha un indice glicemico maggiore della crosta, e lo stesso valore è minore nel pane tostato o congelato e poi scongelato a temperatura ambiente e scaldato nuovamente

 

LE SPEZIE E LE ERBE AROMATICHE


Queste, nella preparazione dei piatti danno più sapore e più gusto alle pietanze e allo stesso tempo ci permettono di ridurre il sale. In particolare la cannella, ha dimostrato una buona efficacia come coadiuvante nel controllo della glicemia. Quindi è una spezia da tenere nella vostra dispensa, come una sorta di integratore per il controllo della glicemia.

 

ALIMENTI  CON VALORE GLICEMICO VARIABILE

 



In base alla stagionatura o al tipo di trasformazione industriale questi alimenti che elenchiamo alzano il loro indice glicemico:

  • patate vecchie
  • carota cotta
  • banane mature
  • purea di patate in fiocchi
  • fiocchi di mais
  • pop corn
  • riso soffiato

LA FARINA


E’ stato dimostrato che il consumo abituale ed esclusivo di farina 00, la più diffusa sia in ambito domestico sia dall’industria, rappresenta un pericolo per la nostra salute, perché la totale mancanza di fibre rende gli amidi facilmente assimilabili e di conseguenza la glicemia sale rapidamente; questo determina un altrettanto rapido innalzamento del livello di insulina, l’ormone necessario per far entrare il glucosio nelle cellule e utilizzarlo per produrre energia.

Livelli costantemente elevati di glicemia e di insulina posso predisporre, con il trascorrere del tempo, allo sviluppo di patologie metaboliche come l’obesità e il diabete mellito tipo II, cardiovascolari e aumentare il rischio di neoplasie.

Farine integrali o molto meno raffinate hanno il grande vantaggio di mantenere intatti i nutrienti presenti nel germe, “l’anima” dei chicchi fonte di sali minerali, aminoacidi e vitamine, e nella crusca, la parte più esterna, che contiene le fibre

 

5 REGOLE PER CONTROLLARE IL CONSUMO DI ZUCCHERI

 

  1. REGOLA NUMERO 1: ai normali succhi di frutta, sostituite frutta fresca, consumata con la buccia che è più ricca di fibre
  2. REGOLA NUMERO 2: cercate di mangiare cereali in chicchi come: grano saraceno, avena, farro, quinoa, riso e cous cous integrali
  3. REGOLA NUMERO 3: quando mangiate le patate, fatele bollire poi mangiatele fredde, come per la pasta, che sarà meglio cuocerla al dente, oppure pasta cotta e poi raffreddata in frigorifero e mangiata come insalata di pasta o riso
  4. REGOLA NUMERO 4: evitare abbondanti pasti con elevato carico di carboidrati, ed elevati pasti in generale. E' stato dimostrato che anche un kg di fiorentina può elevare enormemente la glicemia nel sangue e quindi cercate di fare molti pasti e poco abbondanti durante l'arco della giornata
  5. REGOLA NUMERO 5: inserire sempre le verdure e/o i legumi nei pasti in quanto regolano la glicemia nel sangue.

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati