6 Diete Alimentari Popolari da Conoscere

6 Diete Alimentari Popolari da Conoscere

Come riconoscere queste 6 diete alimentari.

Con il mercato del fitness in continua espansione, anche  i nutrizionisti hanno trovato una loro nicchia: quella delle diete alimentari. Tuttavia, alcune di queste tendenze hanno reclutato molte persone che spesso le seguono  per conto proprio, a volte a casaccio o con poco senso. 

Ma vediamo meglio cosa sono e cosa offrono

 

La Dieta a Zona 
Questo regime alimentare fù creato dal dietologo americano Barry Sears, detta anche "la Zona" è una delle diete sicuramente tra le più famose. Nella dieta a zona il controllo ormonale continuato nel tempo che appunto fa entrare e restare nella zona, garantisce la perdita di massa grassa ed il benessere psico fisico. Gli alimenti, secondo la Zona, sono da considerare come farmaci, si basa su 4 principi cardine : Alimentazione, Integrazione di sostanze antiossidanti, esercizio fisico, gestione dello stress.
La dieta a zona prescrive che ogni pasto debba contenere i 3 macronutrienti ( carboidrati , proteine e grassi) e sempre nello stesso rapporto 40-30-30. Questa dieta è un tipo di approccio molto valido non solo per i sedentari. A sfavore ha una non pratica preparazione degli alimenti, almeno per i primi tempi.

 

La Paleo Dieta
Molti oggi parlano di "paleo", ma che cosa significa?
Il modo di mangiare di come era la" dieta del cavernicolo ". La dieta paleo elimina qualsiasi cibo che i nostri antenati cacciatori-raccoglitori non avrebbero mangiato. Questa dieta permette la carne, il pesce, frutti di mare, frutta fresca, verdura, semi, noci e oli sani.
Vengono eliminati dalla dieta i latticini e derivati, cereali, legumi, zuccheri raffinati e gli alimenti trasformati.
I sostenitori di questo modello alimentare sostengono che il consumo di una dieta ricca di proteine ​​, frutta e verdura, e carboidrati a basso indice glicemico previene le malattie connesse con la dieta occidentale contemporanea tra cui l'obesità, le malattie cardiovascolari, ipertensione, cancro e diabete.

 

La Dieta Chetogena
La dieta chetogenica è ricca di grassi, ha un basso contenuto di carboidrati, ed un adeguata percentuale di proteine. Il grasso è consumato in un rapporto di 4 a 1 combinati con i carboidrati e proteine . I cibi ad alto contenuto di carboidrati come pane, pasta e frutta e ortaggi amidacei sono eliminati dalla dieta.
I carboidrati sono la fonte preferita del corpo per produrre energia, e quando non ci sono i carboidrati sufficienti nella dieta, il corpotende a bruciare i grassi per il carburante, ma purtroppo anche le proteine.


La dieta senza Glutine
Sin da quando Novak Djokovic ha rivelato di avvalersi di una dieta senza glutine, tutti sono stati presi dalla mania di provare questo tipo di alimentazione.
Una dieta senza glutine elimina qualsiasi alimento dalla dieta che contiene il complesso proteico del glutine. Il Glutine si trova nel frumento, orzo, e segale.
Una dieta priva di glutine viene prescritta a chi soffre di celiachia, una malattia autoimmune del intestino che provoca una reazione infiammatoria al glutine. I sintomi includono dolore e disagio nel tratto digestivo, costipazione cronica, diarrea, stanchezza, e carenze vitaminiche dovute alla incapacità di assorbire tutti i nutrienti necessari.

 

La Dieta Intermittente
Qual'è il digiuno intermittente?
Il digiuno intermittente è un modello alimentare caratterizzato da alternanza tra periodi di digiuno, consumando solo acqua o bevande a basso contenuto calorico, e non a digiuno. Non vi è alcuna prova conclusiva che questa dieta è benefica per la salute, ma i sostenitori della dieta suggeriscono che chi mangia di meno e meno frequentemente vive più a lungo.

 

La Dieta ad Eliminazione
Qual è lo scopo di questa dieta?
Le diete ad eliminazione rimuoveno un alimento o gruppo di alimenti dalla dieta. Questo tipo di dieta è spesso usato per aiutare a diagnosticare un'allergia o un'intolleranza alimentare. Una volta che il gruppo alimentare o cibo viene escluso dalla dieta per un periodo di settimane o mesi, il cliente viene monitorato per il sollievo dei sintomi. Se gli effetti collaterali persistono, allora è probabile che l'alimento sospetto o i gruppi di alimenti non sono responsabili di aver causato i sintomi.
Quando i gruppi di alimenti vengono eliminati dalla dieta, particolare attenzione deve essere prestata allo sviluppo di carenze di vitamine e minerali.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati