5 erbe per aiutarti a perdere peso

5 erbe per aiutarti a perdere peso

Le principali erbe termogeniche

Ormai è risaputo che la termogenesi è fondamentale per la perdita di peso.

I dietisti che si basano esclusivamente sulla limitazione dell’apporto calorico di solito rimangono delusi, perché la restrizione calorica estrema riduce di fatto la termogenesi, il corpo in realtà finirà per bruciare meno grassi di quanto abbia fatto prima di iniziare la dieta.

Le persone che hanno problemi con l’effetto yo-yo, hanno ancora più problemi con le diete ipocaloriche, infatti quando essi tornano all'apporto calorico precedente dopo la dieta, il loro tasso metabolico in realtà non torna a livelli pre-dieta, perché il loro organismo tende a conservare più calorie come grasso più di quanto lo facessero prima di cominciare.

Le erbe termogeniche hanno la capacità di attivare il grasso bruno nella mezza età: anche se attività fisica e dieta offrono indubbi vantaggi aggiuntivi, che si facciano o no queste possono bruciare calorie a prescindere.

1. Le erbe termogeniche aumentano il flusso sanguigno al tessuto muscolare, permettendogli quindi di funzionare più velocemente e più a lungo.

2. Le erbe termogeniche sopprimono l'appetito, si mangia meno e con meno sforzo.

3. Più a lungo si assumono erbe termogeniche più tendono a diventare efficaci, perché esse aiutano il corpo a produrre abbastanza attività termogenica per fare la differenza.

Le erbe termogeniche

1. Cannella

Questa spezia alza il metabolismo ed ha anche vantaggi impressionanti nella regolazione dello zucchero nel sangue, questo la rende un condimento ideale per le persone con diabete o per chi è predisposto. La cannella riduce in modo significativo i livelli di zucchero nel sangue, dei trigliceridi, di colesterolo LDL (quello cattivo) e dei livelli di colesterolo totale nelle persone con diabete di tipo 2. La cannella quindi migliora significativamente la capacità di regolare lo zucchero nel sangue incrementando di 20 volte il metabolismo del glucosio.


2. Pepe Nero

Il pepe nero contiene una sostanza chiamata piperina, che offre non solo il suo sapore pungente, ma blocca anche la formazione di nuove cellule di grasso. Quando combinato con la capsaicina e altre sostanze, il pepe nero brucia tante calorie quanto una camminata di 20 minuti. Per inciso, il pepe nero aumenta anche la biodisponibilità di quasi tutti gli altri alimenti –le erbe e altri composti – e questo lo rende una scelta sana per qualsiasi pasto.

Per una ricetta con il Pepe Nero clicca qui.

3. Lo zenzero

Lo zenzero è un'altra spezia riscaldante con note proprietà anti-infiammatorie ed è nota per aiutare a rilassare il tratto intestinale. La ricerca suggerisce anche che lo zenzero può avere proprietà termogeniche e quindi aiutano ad alzare il metabolismo, e quindi di conseguenza è un altro ottimo soppressore dell’appetito. Si può assumere lo zenzero in tisane oppure fresco o in polvere in piatti prelibati.

Per una ricetta con lo zenzero clicca qui.

4. Cumino

Il cumino è utile per la digestione e la produzione di energia, e può migliorare il controllo glicemico nelle persone con diabete di tipo 2.

La spezia ha una lunga storia per il suo utilizzo come medicinale, e si è rivelato utile anche per migliorare la memoria e come potente anti-stress.



5. The Oolong

Uno delle più potenti e conosciute erbe termogeniche sono le foglie di the Oolong. L’Oolong è un prodotto realizzato dalla pianta Camellia sinensis.

Questa è la stessa pianta che viene utilizzata anche per fare il tè verde, la differenza sta nel processo di produzione: il The Oolong è parzialmente fermentato invece il tè verde è fermentato.

L’Oolong tea ha benefici per la salute simili a quelle del the verde, ma è più efficace quando si parla di perdita di peso.

Il the oolong è anche chiamato “tè dimagrante” a causa della sua funzione magica di bruciare i grassi e di aumentare il tasso metabolico. L’Oolong tè è usato per affinare anche le abilità di pensiero e migliorare l’acutezza mentale. Può essere utilizzato anche per prevenire il cancro, le carie e le malattie cardiache.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati