Dimagrire; Pasti Frequenti o Saltare i Pasti

Dimagrire; Pasti Frequenti o Saltare i Pasti

Come definirsi o dimagrire e perdere peso

L'importanza di pasti frequenti. Perché si dovrebbero fare pasti frequenti, mentre saltare i pasti è sbagliato per dimagrire, per la salute che per mantenere o incrementare massa muscolare quali obiettivi del Fitness.

Abbiamo tutti sentito tante volte e, letto un milione di volte l'importanza di fornire al nostro corpo i nutrienti giusti con una dieta equilibrata al fine di poter espletare le varie attività quotidiane, l'attività fisica, l'allenamento ecc. Ciò nonostante, ci sono ancora persone che saltano i pasti per ragioni legati o alla dieta o alla mancanza di tempo o semplicemente perché credono di dimagrire. 
Queste pratiche hanno conseguenze negative per la salute e non danno sempre come risultato la perdita di grasso o dimagrimento.

 

Le conseguenze di Saltare i pasti
Quando si salta un pasto il corpo entra in una modalità "a digiuno". Durante questo digiuno, carboidrati, proteine ​​e grassi vengono tutti utilizzati per produrre energia. I carboidrati sono la prima fonte di carburante da cui il corpo attinge, poi a seguire proteine ​​e grassi. 

In questa fase di digiuno continuo si verifica che:
I depositi di scorte di glicogeno muscolare nel muscolo e nel fegato si esauriscono.
Poiché i livelli di glucosio scendono, il corpo cerca altre fonti di combustibile. Siccome il cervello e i nervi preferiscono energia dal glucosio, il tessuto muscolare viene scomposto per fornire energia. (E questo non va bene sia se volete dimagrire meno ancora se il vostro scopo è quello di costruire il muscolo).
Per preservare la proteina rimanente, il corpo inizia a metabolizzare il grasso, per usarlo come energia, sotto forma di corpi chetonici (acido acetoacetico).
Diminuzione dell'ormone tiroideo T3, e più lungo è il periodo tra i pasti maggiore è la riduzione INT3.
Effetto negativo sui livelli di insulina che provoca un aumento dei picchi di insulina che a sua volta porta a deposito di grasso.

 

Il processo di utilizzo di corpi chetonici come combustibile viene chiamato chetosi. 

Questo processo può causare i seguenti effetti negativi sul corpo:

  • Nausea
  • Stanchezza
  • Stitichezza
  • Abbassamento della pressione sanguigna
  • Rischi elevati di malattie renali (acido urico)
  • Respiro affannoso
  • Danno Fetale / feto nato morto nelle donne in gravidanza (alcuni casi).

Come il corpo passa all'utilizzo di corpi chetonici, comincia a ridurre la produzione di energia, nel tentativo di proteggere sia grasso e massa magra (Abbassamento, del metabolismo). Inoltre, come la massa magra comincerà a diminuire, i muscoli si indeboliranno e provocheranno meno lavoro metabolico, riducendo di conseguenza ulteriormente il dispendio energetico. 
Alcuni ormoni contribuiranno a rallentare il metabolismo per conservare la massa muscolare magra. Questa fase è nota anche come "modalità fame", questo meccanismo è pensato per essere sviluppato come autodifesa contro i periodi di fame. Il corpo utilizza le calorie in modo efficiente e riduce tutte le attività, portandole al minimo dispendio. Questo comporterà un tasso metabolico ridotto che è il risultato diretto insieme alla perdita di massa muscolare. Di conseguenza il numero di calorie richiesto sarà minore e la perdita di peso rallenterà.

 

Saltare i pasti e Problemi per la Salute
Saltare i pasti creerà voglie. Un elevato livello di zucchero nel sangue sarà il risultato di soddisfare queste voglie. Come risultato, il corpo crea una quantità elevata di trigliceridi, che si convertono in depositi di grassi. Inoltre, il glicogeno impoverito provoca bassi livelli di energia a causa dello zucchero nel sangue che non viene introdotto. Purtroppo, il peso che si perde è principalmente acqua (il glicogeno è costituito principalmente da acqua) e muscolo.
Un metabolismo rallentato può anche causare un rallentamento della digestione, se si concentra tutto il cibo in un pasto. Si è osservato anche che quando si arriva a consumare un pasto unico, solitamente si è più affamati e quindi di conseguenza si è portati a consumare più calorie di quelle che si dovrebbero con conseguente aumento di peso.
Il tasso di successo per perdere peso saltando i pasti è scarso. Una quantità significativa di peso può essere perso in un primo momento, ma ancora una volta questa è acqua e muscolo.

 

Effetti indesiderati del saltare i pasti:

  • Dispendio energetico minore
  • Diminuzione del Tasso metabolico
  • Aumento di peso
  • Aumento della preferenza dei grassi nella dieta (per la sazietà)
  • Diminuzione della forza
  • Aumento degli infortuni
  • Diminuzione della densità ossea
  • Diminuzione della temperatura corporea
  • Diminuzione delle prestazioni
  • Diminuzione della resistenza alle malattie
  • Diminuzione dei livelli di testosterone
  • Sbalzi di umore
  • Problemi Mestruali ed erettili.

 

I Pasti Frequenti SONO IMPORTANTI?


La risposta a questo è un grande SI. Ma richiede un po 'di sforzo in più da parte vostra. La ricerca ha dimostrato che le persone che mangiano 5-6 pasti al giorno sono in grado di perdere più grasso e rimanere più magri di quelle persone che consumano solo tre pasti al giorno.
L'assenza di cibo provoca lo stomaco a secernere un ormone chiamato grelina. La grelina è indicata come "l'ormone della fame". Esercita i suoi effetti rallentando l'utilizzo di grassi e aumentando l'appetito. Senza un consumo coerente di cibo, i livelli di grelina rimangono elevati anche per periodi prolungati, aumentando la voglia di mangiare. I Pasti frequenti possono contrastare questi effetti negativi , lo zucchero nel sangue viene meglio regolato in quanto vi è un flusso quasi costante di cibo nello stomaco e quindi gli effetti della fame che inducono la secrezione di grelina vengono soppresse, riducendo la voglia di mangiare.

 

Per rendere il compito di mangiare spesso un po 'meno arduo, è utile preparare i diversi pasti in anticipo, conservarli in contenitori di plastica e riscaldarli quando necessitano, magari al lavoro, o durante il viaggio. 
Un'altra alternativa è quella di integrare i pasti di base con un pasto sostitutivo. Essi sono nutrizionalmente equilibrati, facilmente trasportabile, e possono essere preparati in pochi minuti.  Nella maggior parte dei casi, un pasto sostitutivo può essere consumato al posto di uno dei vostri pasti principali (pranzo o cena), ma non più di 2 volte a settimana.


Ci sono anche molte barrette nutrizionali sul mercato e queste sono disponibili in una vasta gamma di sapori diversi e spesso sono piuttosto gustose. Ma è necessario verificare il contenuto nutrizionale di queste barrette se avete intenzione di usarle. Cercate quelle che hanno un adeguate quantità di proteine ​, con carboidrati moderati e zuccheri bassi. Non preoccupatevi se inizialmente trovate difficoltà a mangiare così spesso. Qualsiasi attività fatta costantemente per un mese diventa un'abitudine, e la dieta non fa eccezione. Qualcuno avrà bisogno di più tempo, qualcuno meno, ma alla fine questo diventerà il vostro stile di vita e vi farà ottenere come risultato una migliore salute e un fisico più magro, evitando l'accumulo di grasso che solitamente fa parte di chi concentra la maggior parte delle calorie giornaliere in un solo pasto.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati