Zuccheri e Linea - 5 Cose da Sapere

Zuccheri e Linea - 5 Cose da Sapere

Per capire come li possiamo o dobbiamo inserire nella nostra dieta nella giusta quantità, dobbiamo conoscere la differenza fra le due categorie di zuccheri, ovvero quelli semplici e quelli complessi.

Gli zuccheri, che sono in sostanza i carboidrati o glucidi, sono composti da catene di atomi di carbonio, idrogeno e ossigeno, e a seconda della lunghezza delle catene che li formano, vengono distinti nelle due categorie che abbiamo appena citato.

Gli zuccheri semplici sono in sostanza:

  1. monosaccaridi; quali il fruttosio, che possiamo trovare molto semplicemente e in modo naturale nella frutta, il glucosio e il galattosio
  2. disaccaridi; come il saccarosio, composto da fruttosio e glucosio (lo zucchero da cucina), il maltosio, e per ultimo il lattosio, composto da galattosio e glucosio (zucchero del latte)

Altro discorso per gli zuccheri complessi, che hanno la preziosa proprietà di fornire sia energia che importantissimi elementi nutrizionali, cosa che non fanno quelli semplici.

A questa categoria appartengono:

  1. amido; che lo troviamo nei tuberi (patate), nei legumi (come i fagioli, lenticchie, ecc.) e nei cereali (riso, avena, orzo, mais, ecc.).
  2. fibra; che fornisce un apporto assai ridotto di calorie, ed è un elemento essenziale della nostra dieta che influisce in maniera sostanziale sul nostro benessere

Gli zuccheri complessi forniscono, a differenza di quelli semplici, insieme all'energia, preziosi elementi nutrizionali. Glucosio e saccarosio, invece, sono molto calorici e stimolano velocemente la sensazione di fame, sono per cui nemici di chi deve tenere sotto controllo le calorie.

PERCHÈ GLI ZUCCHERI SONO NEMICI DELLA NOSTRA LINEA?

Sono essenziali, questo è vero, sono la fonte principale di energia per i muscoli, il sistema nervoso centrale e le cellule del sangue, inoltre servono come materiale di partenza per la costruzione di alcuni aminoacidi non essenziali e sono in grado di favorire il normale sviluppo della flora batterica intestinale.

Dobbiamo fare attenzione però a non esagerare, infatti se introdotti in quantità eccessiva il nostro organismo li trasforma in grassi e li accumula come tessuto adiposo, e in sostanza ingrassiamo.

Nella nostra dieta la maggior parte delle calorie dovrebbe provenire dagli zuccheri complessi e non da quelli semplici; da questi ultimi può provenire il 10-15% dell'apporto calorico giornaliero (escludendo gli zuccheri presenti nella frutta e nel latte), quindi è meglio limitare il consumo di alimenti "sconvenienti" tipo dolciumi e bevande zuccherate.

5 COSE DA SAPERE

  1. Fate attenzione alla dicitura "light" degli alimenti; infatti non è vero che i prodotti "light" o "senza zucchero" non facciano ingrassare e quindi possano essere consumati in grandi quantità. Buona parte di questi prodotti infatti apportano calorie, e anche in notevole quantità. Spesso queste "diciture" ingannano e inducono un falso senso di sicurezza, che portano di conseguenza a consumare una quantità eccessiva di alimenti, sia "light", sia normali.
  2. Siete amanti dei succhi di frutta? Dovete sapere che non è vero che i succhi di frutta "senza zuccheri aggiunti" ne siano privi, contengono infatti comunque gli zuccheri naturali della frutta (saccarosio, glucosio e fruttosio), nella misura dell'8-10% e quindi forniscono circa 70 Kcal per bicchiere (200 cc)
  3. Le caramelle "senza zucchero" sono dolcificate con polialcoli (sorbitolo, xilitolo e maltitolo), e inducono un effetto lassativo quando il loro consumo supera circa i 20g al giorno, pari a una decina di caramelle; se potete evitate di mangiarle
  4. Abituatevi a bere il caffè senza zucchero; discorso calorico a parte vi godrete di più il vero sapore del caffè, e quando vi sarete abituati vi verrà difficile tornare a zuccherarlo! Spesso, credendo che faccia meno male o che sia meno calorico ci si mette lo zucchero di canna piuttosto che quello di barbabietola, ma chimicamente i due zuccheri sono identici. Sono entrambi bianchi se sono raffinati e marroni se non lo sono.
  5. Il miele al posto dello zucchero? Il miele contiene l'80% di zuccheri e il 18% di acqua, mentre il restante 2% è costituito da un insieme composito (sostanze aromatiche, enzimi, vitamine, ecc.). In valore energetico, 100g di miele (sulle 300 calorie) è pari ad 80g di zucchero.In ogni caso il miele è sempre più salutare dello zucchero!
Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati