I 10 Motivi per Consumare Cioccolato Fondente

I 10 Motivi per Consumare Cioccolato Fondente

Il ruolo del cioccolato fondente per rimanere in salute

Il cioccolato fa male?

Quante volte abbiamo sentito questa affermazione. Nonostante lo sfolgorante passato, dove era sempre acclamato e richiesto, il cioccolato ebbe un crollo di popolarità verso gli anni Settanta, quando fu ritenuto responsabile di tutta una serie di patologie; così il “cibo degli Dei” si trovò ad essere inserito nella categoria dei prodotti altamente pericolosi.

 

Per fortuna, tutti questi luoghi comuni sono stati smentiti scientificamente da medici. 

 

Non è vero che :

  1. fa venire i brufoli: non esiste alcun fondamento scientifico. L’acne degli adolescenti è dovuta a fattori ormonali, non al cioccolato mangiato (American Medical Association);
  2. fa venire la carie, anzi! E’ stato studiato che la polvere di cacao è molto efficace contro l’insorgenza della carie (MIT Boston);
  3. che favorisce il colesterolo: il cioccolato fondente non contiene colesterolo; quello al latte ne contiene 16 mg su 100 g di prodotto, dovuto alla presenza del latte; la cioccolata in tazza ne contiene 8 mg, proprio come 100 g di yogurt; 100 g di tiramisù al cioccolato sono una fonte di colesterolo, non per il cioccolato ma per il mascarpone: 100 g di mascarpone contengono 176 mg di colesterolo come 1,1 Kg di gianduiotti!
  4. che è eccitante: è vero che il cioccolato contiene caffeina, ma 10 volte meno del caffè;
  5. nuoce ai bambini perché non provoca problemi digestivi; è consigliabile non offrirlo prima dei 2-3 anni d’età, senza esagerare, e sempre di ottima qualità; il cioccolato al latte, più apprezzato dai bambini, fornisce vitamina A e calcio utile per la crescita; che fa ingrassare, basta mangiarlo in piccole quantità! Contiene zuccheri e grassi, come altri alimenti, quindi basta consumarlo con moderazione: 100 g di extrafondente contengono 542 calorie, 565 per quello al latte. Un quadratino di fondente fornisce 22 calorie, meno di una fetta biscottata, ma… volete mettere la differenza?

 

E’ vero che:

 

  1. è un antidepressivo: il cacao contiene difenildantonina, una sostanza antidepressiva; importante è anche il fattore psicologico-gratificante del cioccolato che aiuta a superare i momenti brutti della giornata;
  2. è un blando stimolante grazie alla presenza della teobromina;
  3. è ricco di minerali: ferro, magnesio, fosforo, potassio, calcio e pochissimo sodio; è ricco di polifenoli, i più importanti antiossidanti;
  4. aiuta a rispettare le diete; no, il mio amore per il cioccolato non mi ha fatto impazzire! una piccola quantità di cioccolato fondente, assaporato prima dei pasti, essendo subito assimilato, invia un’immediata sensazione di sazietà al cervello, utilissima quando abbiamo le calorie contate;
  5. fa vivere a lungo! E’ la teoria di ARISE (Associazione Internazionale per la Ricerca nelle Scienze del piacere), che riunisce in tutto il mondo medici, psicologi, dietologi, ricercatori;
  6. qualche trasgressione, come un cioccolatino al giorno, aiuta il corpo perché fortifica il sistema immunitario e quindi le difese da ogni tipo di infezione.
  7. protegge dalla trombosi; secondo l’Istituto di Tecnologia di Melburne, l’acido asteatico, contenuto in grandi percentuali nel burro di cacao, sarebbe utile a prevenire la formazione di grumi sanguigni;
  8. è un ottimo alleato per la cura dell’herpes;
  9. aiuta ad affrontare bene l’inverno: non a caso il massimo consumo di cioccolato avviene fra Natale e Pasqua;
  10. all’inizio dell’inverno il corpo richiede una dose maggiore di magnesio rispetto il resto dell’anno, e il cioccolato ne fornisce, piacevolmente, una buona scorta.

 

BUON CIOCCOLATO DA ABC 

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati