La Birra Contribuisce A Ridurre Il Colesterolo?

La Birra Contribuisce A Ridurre Il Colesterolo?

Un nuovo studio rileva che l'orzo riduce il colesterolo cattivo, quindi anche la birra potrebbe essere un buon alleato?

Stai cercando un'alternativa ai fiocchi d'avena per la tua prima colazione? L'orzo potrebbe essere una valida ed ottima alternativa.

Molti studi sull’argomento hanno portato alla conclusione che l'aumento del consumo di alimenti vegetali come l'orzo, diminuisce il rischio di obesità, diabete, malattie cardiache e la mortalità in generale, promuovendo al contempo un colorito sano dei capelli, un aumento di energia vitale ed una diminuzione del peso corporeo.

È risaputo da molto tempo che il consumo di alimenti di origine vegetale (di ogni tipo) è associato ad una riduzione dei rischi di molte malattie.

Una ricerca pubblicata sul Journal of Clinical Nutrition ha confermato che l’orzo possiede delle proprietà che consentono di abbassare il colesterolo simili a quelle dell’avena, ma con una quantità molto più limitata di calorie.

Una mezza tazza di orzo ha meno di 100 calorie (circa 3 grammi di fibre e 2 grammi di proteine, per fare un conto semplice) rispetto alle 150 dei fiocchi d'avena.

I ricercatori che sono impegnati nel riesame hanno analizzato 14 studi ed hanno esaminato gli impatti dell’orzo sul colesterolo "cattivo" e sui lipidi, tra cui le lipoproteine a bassa densità (LDL), le lipoproteine non ad alta densità (non-HDL), e le apolipoproteina B, che convoglia questi tipi di “colesterolo cattivo” attraverso il flusso sanguigno.

I risultati potrebbero condurre direttamente a questa varietà di grano: una dieta quotidiana che contiene almeno dai 6,5 a 6,9 grammi di fibra beta-glucano (circa 3/4 di tazza di orzo perlato) dopo quattro settimane di assunzione riduce sia i livelli di LDL e non-HDL del 7%.

Inoltre è stata anche riscontrata una riduzione del rischio di malattie cardiovascolari e ictus. In genere, questi problemi di salute vengono trattati con i farmaci, ma questa ricerca indica che un semplice cambiamento di dieta potrebbe dare un grosso e valido aiuto.

Non siete i soli a non avere nella dispensa una bella scorta di questo tipo di grano. La revisione di questo studio evidenzia anche che il consumo di orzo è sceso del 35 per cento negli ultimi dieci anni.

L’orzo è più facile da cucinare di quanto si pensi.

Oltre a mangiarlo da solo come faresti con i fiocchi d'avena, dà una buona consistenza alla zuppa di legumi, puoi considerarlo come un contorno in un qualsiasi pasto, oppure puoi trattarlo come un risotto.

Il ruolo dell’orzo sul controllo del peso

Un apporto sufficiente di fibre è comunemente riconosciuto come fattore importante nella perdita di peso funzionando come un "agente di carica" del sistema digestivo.

Le fibre nella dieta aiutano ad aumentare il senso di sazietà ed hanno un ruolo significativo nella riduzione dell'appetito. Se vi sentite più sazi mangerete di meno e di conseguenza ridurrete l'apporto calorico complessivo.

ALLORA LA BIRRA RIDUCE IL COLESTEROLO?

Ora, come suggerisce il titolo dell’articolo, vi starete chiedendo se bevendo birra potreste trarre i benefici dell’orzo con tutte le proprietà che abbiamo appena illustrato.

La risposta purtroppo è NO.

Anche se l’orzo è il cereale che subisce il processo di maltazione per la produzione della bionda, gran parte delle proteine, delle fibre, e dei beta-glucani non finiscono nella bottiglia.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati