Parmigiano Reggiano o Grana Padano?

Parmigiano Reggiano o Grana Padano?

Le Differenze Sostanziali di 2 Celebri Formaggi Italiani Apparentemente Uguali

Quali sono le differenze tra Parmigiano Reggiano e Grana Padano?


I primi formaggi della famiglia ”grana” hanno le proprie origini intorno all’anno mille dove venivano prodotti dai Monaci Cistercensi nelle abbazie tra la Lombardia e l’ Emilia-Romagna. Fino ad allora i formaggi prodotti erano solo di pecora in quanto le mucche servivano come forza motore per coltivare i campi.

Il Parmigiano Reggiano e la Grana Padano sono 2 formaggi DOP, entrambi caratterizzati dalla pasta semidura, nascono nelle regioni del Nord Italia, vengono utilizzati per condire piatti di pasta fumanti in tutto il mondo, hanno gusto, colore ed odore simili, ma sono 2 formaggi diversi, vediamo in cosa consistono le principali differenze di questi due celeberrimi formaggi italiani.


LOGISTICA DI PRODUZIONE

  • L’area di produzione del Parmigiano Reggiano è limitata alle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna (alla sinistra del fiume Reno) e Mantova (a destra del fiume Po).
  • Il Grana Padano invece si sviluppa in un territorio più ampio della Pianura Padana, più precisamente in 30 province del Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino ed Emilia-Romagna.

TIPO DI LATTE

  • Per realizzare il Parmigiano Reggiano viene utilizzato il latte proveniente da animali alimentati solamente a base di foraggio verde e fieno di prato.
  • Per quanto riguarda il Grana Padano invece si usa latte proveniente da animali alimentati con foraggio trattato anche detto insilato.

TEMPISTICA DI PRODUZIONE

  • Il Parmigiano Reggiano lo si fa una sola volta al giorno. Il latte intero della mungitura del mattino avente il 3% di grassi viene unito a quello munto la sera prima, scremato in apposite vasche avente l’1,5% di grassi. In questo modo si ottiene un latte parzialmente scremato (2,4% di grassi).
  • Il Grana Padano viene fatto con il latte crudo di una o due mungiture giornaliere (serale e mattutina), parzialmente scremato per affioramento. Il latte usato per il Grana Padano è più magro rispetto a quello usato per il Parmigiano.

TIPO DI CAGLIO

  • Il caglio usato per produrre il Parmigiano è solo ed esclusivamente di origine animale e di vitello.
  • Il caglio usato per produrre il Grana Padano può essere animale, vegetale o batterico (dipende dal produttore).

STAGIONATURA

  • La stagionatura minima prescritta dal Consorzio del Parmigiano Reggiano è di 12 mesi. In commercio, tuttavia, si trovano stagionature superiori. Lo stravecchio è tipicamente il 30-36 mesi.
  • Per il Grana Padano la stagionatura va da un minimo di 9 a un massimo di 24 mesi.

GUSTO DIVERSO
Ora, se prendessimo un medesimo prodotto, ma stagionato diversamente, avremmo dei prodotti finali differenti. Infatti Il Grana ha un sapore più dolce e morbido molto adatto a bambini, o a gusti tendenti più al morbido e delicato, mentre il Parmigiano è più secco e duro, e con un sapore più deciso e caratteristico, non proprio amato dai bambini, ma molto apprezzato da un pubblico più esigente.

 

IN SINTESI

  1. Il parmigiano Reggiano è un prodotto più locale soggetto a diversità in base al periodo di produzione, ha un gusto deciso molto marcato e una consistenza più dura colore giallo intenso quasi ocra
  2. Il grana è dolciastro molto più morbido di colore bianco giallognolo
  3. Il parmigiano è prodotto con erba fresca e fieno mentre il grana si può usare anche erba conservata in silos
  4. Nel parmigiano non si usano conservanti mentre nel grana si può usare una conservante naturale
  5. la conservazione va da 12 a 36 mesi per il parmigiano reggiano e 9 sino a 24 mesi per il grana
  6. Il Latte è Intero per il Grana e Parzialmente Scremato per il Parmigiano
  7. Il parmigiano costa circa il 40% in più del grana

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati