Qual è la Colazione Più Sana?

Qual è la Colazione Più Sana?

Considerazioni su cosa mangiare al mattino per stare bene

Qual è la colazione migliore e più sana?

In questo mondo globalizzato abbiamo la possibilità di consumare qualsiasi tipo di prodotto, di mixare le culture alimentari e quindi di cambiare le nostre abitudini.

Che cosa mangiare e bere al mattino, appena svegli, prima di iniziare qualsiasi attività? Qual è la colazione ideale? E’ una domanda che ci poniamo un po’ tutti.

  • Colazione all’italiana
  • Colazione all’Americana
  • breakfast all’inglese

Quali caratteristiche di massima deve avere una colazione per essere al top? E soprattutto cosa avviene nell’organismo umano durante la prima colazione?

La Colazione deve avere 2 componenti importanti:

  1. Introduzione di prodotti liquidi
  2. Introduzione di prodotti solidi

I liquidi hanno la funzione di svuotare la cistifellea dalla bile permettendo una migliore digestione durante il giorno, mentre il cibo solido ha il compito di attivare la funzione gastrica dell’organismo.

Ricordiamo, che la bile è composta, da bicarbonati, che hanno il prezioso compito di tamponare il contenuto acido dei cibi elaborati nello stomaco, mettendo il bolo alimentare, che giunge nell’intestino, in condizioni chimiche ottimali per essere assorbito, scisso e digerito senza problemi”.

Com’è composta una tipica colazione all’italiana

La colazione all’italiana si fa con:

  • Latte
  • Caffè
  • fette biscottate o pane integrale casereccio
  • marmellata
  • yogurt
  • spremuta d’arancia

Alcuni bevono il te al posto del latte ed del caffè, altri mangiano frutta fresca (kiwi, mele, mandarini, pere, pesche, melone, cocomero in estate) al posto della spremuta; ma a grandi linee la colazione all’italiana è a grandi linee così.


La colazione degli United States of America è differente:

  • Si beve solo caffè molto lungo
  • Al posto della spremuta di arancia fresca c’è il classico succo di frutta industriale fatto con frutta disidratata ed acqua
  • La parte solida è composta da: pane e burro, con dolci e torte oppure prosciutto cotto, formaggio e uova accompagnati con del pane.

Un tipo di colazione molto ricca di grassi e carboidrati a digestione rapida (con poche fibre), che scatena la produzione di insulina nel nostro corpo.

In Inghilterra, Germania, Belgio, Olanda che si mangia?

Gli inglesi e tedeschi prediligono le uova fritte in padella con brioche salate, cucinate insieme ai wurstel. Il risultato è uno shock calorico, una bomba terribile di grassi saturi, assunti al mattino, in un momento della giornata assai delicato: dopo, cioè, che l’apparato digerente ha lavorato tutta la notte per smaltire le “scorie” di una cena abbondante.

In pratica le colazioni di questi paesi sono dei mini pranzi, mentre le colazioni all’italiana sono un’attivazione momentanea in attesa del pranzo di metà giornata che per gli italiani è il pasto clou della giornata!

Vi sono conseguenze per l’organismo o sono solo abitudini diverse?

Regimi alimentari con molti grassi e cibi difficilmente digeribili a lungo andare potrebbero dare problemi di colesterolo e trigliceridi nel sangue, con possibilità maggiori di ictus, arteriosclerosi e infarto miocardico.

CALORIE

La colazione all’italiana è meno calorica, oscillando in media fra le 300 e le 400 calorie, permettendo di utilizzare un buon quantitativo di energia derivato da carboidrati complessi e semplici. Le colazioni americana e anglosassone oscillano dalle 700 alle 1000 calorie.

Però attenzione, per quanto riguarda la colazione all’italiana, stiamo parlando di colazione fatta in casa e non al bar!!!!

In Italia sta prendendo piede un fenomeno particolare: senza voler togliere nulla alla colazione salata al mattino, che non è quella dolce, tipica nostrana, si sta facendo strada l’accoppiata cappuccino e brioche. Il croissant composto da acidi grassi saturi, oli vegetali di cocco e di palma o strutto, non è proprio salutare per la nostra salute. Ed inoltre ha un’elevata dose di zucchero semplice che fa innalzare ugualmente i livelli di insulina.

Solidi e poi liquidi?

Una buona abitudine è quella di mangiare prima e poi bere, lasciando il caffè al termine della colazione come quando pranzate o cenate. L’ideale sarebbe mangiare la frutta o lo yogurt o la fetta biscottata prima della solita tazzina di caffé.

Bere solo un Caffè che fa? Può portare a lungo termine a problemi di gastrite.

In conclusione la ricetta ideale è quella di fare la colazione a casa e secondo noi in modo diversificato. In che senso?

  • Ad esempio al lunedì iniziate con una colazione all’italiana come descritto ad inizio post
  • al martedì magari fatevi un toast con pane integrale, prosciutto cotto, poco formaggio, un frutto e del te verde
  • al mercoledì provate un paio di uova in camicia (molto delicate) accompagnate da un’insalatina di arance, melograno e noci, con te verde
  • al giovedì provate uno dei nostri frullati energetici con qualche fetta biscottata e marmellata ed un caffè alla fine

e poi ripetete il giro, in modo tale da dare al fisico una combinazione sempre nuova di nutrienti, cercando di trovare le giuste quantità per avere energia durante la giornata e per non essere appesantiti.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati