Il Frullato Proteico Naturale di Bruce Lee

Il Frullato Proteico Naturale di Bruce Lee

Il mitico Bruce Lee si era accorto già negli anni 60, dell'importanza dell'alimentazione. Essendo amico di alcuni culturisti americani, cominciò a nutrirsi come loro:

  • latte
  • uova
  • carne magra
  • verdura
  • frutta
  • riso

In poco tempo sviluppò un fisico ultra definito e roccioso grazie ai suoi allenamenti tecnici, con i pesi ma soprattutto grazie alla sua nuova alimentazione proteica. Al mattino era solito alimentarsi con questo frullato proteico e glucidico, metteva tutto nel mix e frullava:

  • 1 banana
  • 2 uova
  • 250 ml latte
  • Un pugno di avena decorticata
  • Poco zucchero
  • Un pizzico cacao

Questo Frullato offre sui 20 grammi di proteine, se volete aumentare l'apporto proteico e nel contempo assimilare meglio le proteine dell'uovo consigliamo questa rivisitazione del frullato di Bruce Lee.

  • 1 banana
  • 100 ml di albume pastorizzato Naturelle
  • 300 ml latte intero
  • Un pugno di avena decorticata
  • Poco zucchero
  • Un pizzico cacao


BRUCE LEE e L'ALIMENTAZIONE


Il corpo di Bruce Lee era sinonimo di salute. Il suo fisico definito e muscoloso fa pensare, che fosse anche un esperto di nutrizione; in realtà “il piccolo Drago” non ebbe tempo di seguire un approfondita ricerca sull’argomento. Tuttavia nei suoi appunti personali, si trovarono diverse annotazioni, riguardo il cibo e i nutrimenti migliori da assumere, per ottenere maggiori risultati, con i suoi allenamenti quotidiani.

Bruce era consapevole che per aumentare le sue prestazioni fisiche, doveva controllare meticolosamente le pietanze che assumeva, cercando ogni giorno di seguire un dieta bilanciata, senza rinunciare ai piaceri della cucina Cinese e Occidentale.

Bruce Lee non mangiava molti cibi cotti al forno, primo perché erano fatti di farina lavorata e non contenevano niente se non calorie vuote. Non aveva interesse a consumare calorie che non avrebbe fatto niente per il suo corpo.

Bruce Lee faceva dai tre ai cinque pasti al giorno, ma non mangiava grandi porzioni, principalmente perché tutto era centrato intorno al suo allenamento e il suo incastro con il resto della giornata.

Poteva assumere secondo il programma d’allenamento (poteva essere diverso ogni giorno) un paio di bevande proteiche al giorno, un succo, o uscire per un pranzo cinese e poi consumare una cena in qualche modo normale.

Come la maggior parte delle persone, mangiava meglio se riusciva a distribuire i pasti lungo l’arco della giornata. I suoi cibi preferiti, erano molti piatti gastronomici della cucina cinese e cibi come gli spaghetti o la pasta. Oltre a questi Bruce apprezzava anche la carne rossa, che consumava però in minori quantità.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati