6 Modi per Migliorare il Recupero nel CrossFit

6 Modi per Migliorare il Recupero nel CrossFit

WOD Intensi possono mandare in Tilt il nostro organismo

POST-WORKOUT 6 MODI PER MIGLIORARE IL RECUPERO

 

RIPORTATE LA FREQUENZA CARDIACA A REGIME

 

Il processo di recupero dovrebbe iniziare già quando siete in palestra in quanto durante uno sforzo intenso dovuto ad un allenamento che sia funzionale, bodybuilding o marziale, il vostro corpo sarà denso di prodotti di scarto creati dal metabolismo. Quindi appena terminato l'esercizio, all’intensità impostata dal protocollo di allenamento, il tuo primo pensiero dovrà essere quello di continuare a muoverti ad un ritmo più blando e dolce.


Questo consentirà alla frequenza cardiaca di tornare al suo livello di riposo. Se smettete di allenarvi improvvisamente, senza dare il tempo al corpo di raffreddarsi, la frequenza cardiaca rallenterà bruscamente ed il sangue addizionale che è stato portato nelle zone periferiche del vostro corpo stazionerà in tali zone, le quali non hanno più necessità del fluido in quanto il lavoro duro è terminato di netto, in alcuni casi può provocare vertigini e svenimenti soprattutto se i workout sono ad alta intensità ed il soggetto non ha molta esperienza. Pertanto non fermatevi mai di netto, ma portate sempre la frequenza cardiaca al normale ritmo di riposo in modo graduale.

 

EFFETTUARE STRETCHING

Effettuare Stretching subito dopo un allenamento è ottimale in quanto i muscoli sono caldi e flessibili, rendendoli più facili da allungare, raggiungendo nuovi livelli di flessibilità.

Lo stretching è spesso sottovalutato come ausilio nella crescita muscolare, invece avere muscoli più agili e articolazioni sane vi permetterà di eseguire meglio i movimenti.

Ad esempio esercizi come lo Snatch, il Clean & Press, Front Squat necessitano di una flessibilità di diverse zone del corpo, motivo per il quale molti preparatori forniscono protocolli di stretching alla spalliera per migliorare la flessibilità di tutta la catena che interessa il determinato movimento.

Lo stretching è fondamentale per ridurre gli effetti di indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata (DOMS). Purtroppo, non è possibile sbarazzarsi dei DOMS completamente, ma si può ammorbidire la situazione effettuando stretching nel post workout.

 

BERE MOLTA ACQUA

 

Come esseri umani, abbiamo bisogno di acqua per sopravvivere (il nostro corpo è formato da circa il 60% di acqua), ed abbiamo bisogno di bere abbastanza per tutto il giorno per evitare la disidratazione.

In un'ora di esercizio fisico il corpo può perdere più di un litro d'acqua, a seconda della intensità dell’ esercizio e della temperatura dell'aria.
Quindi è importante assicurarsi di bere abbastanza prima, durante e dopo l’allenamento. Introdurre abbastanza acqua nel nostro sistema, aiuta a migliorare i nostri tempi di recupero, in quanto l’acqua contribuisce a portare l'equilibrio elettrolitico nel nostro corpo portandolo alla normalità.

Come il corpo perde elettroliti attraverso il sudore, lo squilibrio può portare a sintomi come crampi muscolari, stanchezza, nausea e confusione mentale. Basta un Wod effettuato con una completa assenza di acqua per allungare i tempi di recupero.

L’acqua svolge anche un ruolo importante nella ammortizzazione e lubrificazione delle articolazioni e dei tessuti in modo che rimangano elastici, aiuta a ridurre il dolore articolare e muscolare ed aumenta la flessibilità.

 

 

SHAKER PROTEICO POST WORKOUT

Le Proteine del Siero del Latte sono considerate proteine "ad azione rapida" perché il corpo può digerire e assorbire le sostanze nutritive contenute molto rapidamente. Pertanto questo tipo di proteine sono alquanto indicate soprattutto dopo un allenamento intenso che può essere anche un WOD di CrossFit della durata di 30 minuti.

 

CARBOIDRATI POST WORKOUT

Il glicogeno è la benzina dei muscoli. Come ci si allena, il vostro corpo utilizza glicogeno come fonte di combustibile principale. Il glicogeno è necessario al fine di generare ATP-Adenosina fosfato che trasporta energia chimica ed è cruciale per la contrazione muscolare. Il glicogeno aiuta anche ad aumentare il volume delle cellule muscolari e delle fibre muscolari dandogli pienezza. Il glicogeno a fine workout sarà ai minimi termini e se volete allenarvi nei giorni a seguire in modo soddisfacente è bene mangiare carboidrati al termine dell’allenamento.

 

ASSUMERE POTASSIO

 

Il potassio è un minerale di vitale importanza per il nostro corpo, aiutando cuore, reni e altri organi per funzionare correttamente. Aiuta anche i nostri muscoli quando si contraggono regolarmente e si rilassano, visto che la maggior parte degli ioni di potassio nel corpo si trovano nelle cellule muscolari.

Il Potassio è utile per garantire la crescita del tessuto muscolare, oltre a facilitare la corretta utilizzazione dell'energia che viene rilasciata durante il metabolismo, che contribuisce alla forza muscolare. Se si dispone di bassi livelli di potassio nel sangue, allora si potrebbe essere soggetti a crampi muscolari. Le banane sono ricche di potassio, quindi sono un frutto ottimale per il post workout.

 

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati