15 Attentati Terroristici dal 2001 ad oggi

15 Attentati Terroristici dal 2001 ad oggi

Breve Storia dei principali attentati terroristici e le Forze Messe in campo dai paesi occidentali.

Sapete quanti attentati terroristici si sono verificati dal 2001 ad oggi? Vi rinfreschiamo la memoria elencando i 15 principali attentati terroristici di natura islamica.

11 settembre 2001, Stati Uniti

Quattro voli di linea sono dirottati dai terroristi e tre si schiantano volontariamente contro le Torri gemelle del World Trade Center a New York e il Pentagono a Washington DC. Il quarto aereo precipita in Pennsylvania. Si tratta degli attentati - rivendicati da al Qaida - più gravi della storia, che provocano circa 3mila morti.

12 ottobre 2002, Indonesia

Attacchi contro un bar-ristorante e una discoteca dell'isola di Bali, rinomata località turistica, provocano 202 vittime, soprattutto turisti. L'azione terroristica è rivendicata da un commando della Jemaah Islamiyah (organizzata considerata vicina ad al Qaida).

11 marzo 2004, Spagna

Una decina di bombe esplodono a Madrid e nella periferia della capitale a bordo di quattro treni, provocando 191 morti e circa 2mila dispersi. L'attacco è rivendicato da al Qaida.

7 luglio 2005, Gran Bretagna

Quattro attacchi kamikaze coordinati durante l'ora di punta a bordo di tre treni della Tube, la celebre metropolitana di Londra, e un bus a due piani provocano 56 morti e 700 feriti nella capitale britannica. Gli attacchi sono rivendicati da un gruppo legato ad al Qaida.

26-29 novembre 2008, India

Fondamentalisti islamici assaltano alberghi di lusso, la principale stazione ferroviaria, un centro ebraico e altri siti nella metropoli di Mumbai, agguati in cui perdono complessivamente la vita 166 persone. L'11 luglio 2006, 189 persone erano state uccise e oltre 800 ferite in attacchi contro treni e stazioni ferroviarie nella periferia della città indiana.

21-24 settembre 2013, Kenya

Un commando armato assalta il centro commerciale Westgate a Nairobi, uno dei preferiti sia dai keniani sia dagli stranieri. L'attentato, rivendicato dagli estremisti al Shebab, provoca 67 vittime.

7-9 gennaio 2015, Francia

Due uomini armati di kalashnikov fanno irruzione nella redazione parigina del settimanale satirico Charlie Hebdo e uccidono dodici persone, tra le quali otto vignettisti. Una poliziotta è uccisa appena fuori Parigi il giorno successivo da un uomo armato, che poi prenderà alcuni ostaggi all'interno di un supermercato kosher, quattro dei quali moriranno prima del blitz delle forze di sicurezza.

2 aprile 2015, Kenya

Si protrae per un giorno l'assedio all'Università di Garissa, nell'Est: alla fine si contano 148 morti, quasi tutti (142) studenti. Rivendicato dagli estremisti islamici somali al Shebab, legati ad al Qaida, l'attacco è il più grave dai bombardamenti del 1998 contro le ambasciate americane.

26 giugno 2015, Tunisia

Uno studente armato di kalashnikov apre il fuoco in un resort sulla spiaggia di Sousse e fredda 38 turisti, compresi 30 britannici. L'attentato è rivendicato dall'Isis. La violenza ricorda l'attentato del 18 marzo, rivendicato sempre dall'Isis, contro il Museo del Bardo a Tunisi, costato la vita a 22 persone, quattro delle quali di nazionalità italiana.

10 ottobre 2015, Turchia

Attacco kamikaze di fronte alla stazione ferroviaria di Ankara, dove giovani attivisti si erano radunati per una marcia per la pace: 102 persone muoiono, oltre 500 restano ferite. La procura di Ankara afferma che gli attentati, i peggiori nella storia della Turchia, sono stati ordinati dall'Isis in Siria.

31 ottobre 2015, Egitto

Un Airbus russo decollato da Sharm el-Sheikh si schianta nella penisola del Sinai, perdono la vita tutte le 224 persone a bordo. E' il più grave disastro aereo nella storia della Russia. Lo rivendica un gruppo legato all'Isis. Washington e Londra si dicono convinte che lo schianto sia stato causato da una bomba a bordo.

12 novembre 2015, Libano

Un attacco rivendicato dall'Isis contro una roccaforte del movimento sciita libanese Hezbollah nella parte meridionale di Beirut provoca 44 morti. E' il più imponente attentato in Libano mai rivendicato dall'Isis, uno dei peggiori a colpire il Paese dalla fine della guerra civile del 1975-1990.

13 novembre 2015, Francia

Una serie senza precedenti di attentati provoca almeno 129 morti e altri 350 feriti. I terroristi colpiscono sei diverse zone venerdì sera, compreso lo Stade de France dove è in corso l'amichevole di calcio Francia-Germania e ristoranti e bar nel decimo e nell'undicesimo arrondissement di Parigi. La sala concerti Bataclan, 'soldout' per il concerto di un gruppo rock americano, è il bersaglio più colpito, con 89 morti. Il 14 novembre, l'Isis rivendica l'attentato.

22 Marzo 2016, Bruxelles - Belgio

Gli attentati del 22 marzo 2016 a Bruxelles sono avvenuti alle ore 8:00 circa a Bruxelles, in Belgio: due presso l'aeroporto di Bruxelles e uno alla stazione della metropolitana di Maalbeek. Gli attentati sono stati rivendicati, dopo le 15:00, dall'autoproclamato Stato Islamico, comunemente noto come ISIS, attraverso l'agenzia di stampa Amaq news. Nelle seguenti esplosioni, dopo l'arresto, è stato trovato dagli inquirenti lo stesso esplosivo (TATP) usato a Parigi negli attentati del 13 novembre 2015, inoltre sono stati trovati chiodi nello stesso esplosivo per renderlo il più letale possibile sulle persone.

1 Luglio 2016 - Dacca - Banglades

L'attentato di Dacca è stato un attacco terroristico avvenuto il 1° luglio 2016 a Dacca, capitale del Bangladesh. Nella notte del 1° luglio, alle ore 21:20 locali, sette terroristi hanno aperto il fuoco all'interno del ristorante Holey Artisan Bakery situato nel quartiere diplomatico di Gulshan della capitale, non distante dall'ambasciata italiana. Dopo aver lanciato alcune granate a mano hanno preso in ostaggio alcune decine di ostaggi ed ucciso due poliziotti durante una sparatoria con le forze dell'ordine. Venti stranieri e sei attentatori sono morti durante l'attacco mentre uno dei terroristi è stato catturato e tredici ostaggi liberati dalle forze armate bangladesi.

In questo elenco abbiamo descritto in sintesi i 15 attentati di natura islamica dal 2001 ad oggi, l'Italia nel febbraio 2015 ha emesso un nuovo decreto legge.

DECRETO LEGGE 18 FEBBRAIO 2015

Il decreto-legge 18 febbraio 2015 n. 7 (intitolato: «Misure urgenti per il contrasto del terrorismo, anche di matrice internazionale, nonché proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle Organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione»), entrato in vigore il 20 febbraio 2015, contiene norme destinate a incidere su molteplici settori dell’ordinamento giuridico e delle relazioni internazionali.

Dopo questa prima parte di cronaca nera di natura storica, conoscete le forze di polizia e militari, devi vari paesi dell'occidente, atte a contrastare attentati di natura terroristica?

ANTITERRORISMO EUROPA

ITALIA

Forze speciali italiane

Forze per Operazioni Speciali italiane

  • Reggimento alpini paracadutisti "Monte Cervino" (Esercito Italiano);
  • 185º Reggimento paracadutisti ricognizione acquisizione obiettivi "Folgore" (Esercito Italiano).
  • ATPI (Guardia di finanza)

In Italia è in atto un piano antiterrorismo dove gli obiettivi sensibili sono vigilati da personale esperto, ben equipaggiato dell'Esercito, Polizia di Stato ed Arma dei Carabinieri.

GERMANIA

Forze armate tedesche

SPAGNA

Guardia Civil

  • Grupo de Acción Rápida
  • Berrozi della Ertzaintza

Forze armate

  • Grupo de operaciones especiales "Maderal Oleaga"
  • Mando de Operaciones Especiales (MOE)
  • Escuadrilla de Zapadores Paracaidistas (EZAPAC)
  • Escuadrilla de Apoyo al Despliegue Aereo (EADA)
  • Unidad Especial de Buceadores de Combate (UEBC)
  • Unidad de Operaciones Especiales (UOE)
  • Bandera de Operaciones Especiales de la Legión (BOEL)

INGHILTERRA

  • Special Forces Support Group
  • British Army
  • Special Air Service
  • Special Reconnaissance Regiment (unità interforze ma sotto il comando dell'esercito)
  • 1º Battaglione Parachute Regiment
  • Royal Navy
  • Special Boat Service
  • Compagnia F, Royal Marines

FRANCIA

Armée de terre

  • 11éme Régiment Parachutiste d'Intervention (sciolto)
  • 1er Régiment Parachutiste d'Infanterie de Marine
  • 13ème Régiment des Dragons Parachutistes
  • Escadrille des Operations Spéciales (EOS)
  • Groupement Spéciale Autonome (GSA)
  • Groupement des Commandos Parachutistes (GCP)
  • Brigade des Forces Spéciales Terre (BFST)

Légion étrangère

  • 2e Régiment Étranger des Parachutistes (2º REP)
  • Detachement d'Intervention Operationnelle Subaquatique (DINOPS)

Armée de l'air

  • Commando Parachutiste de l'Air (CPA 10, 20 e 30)
  • Escadrille des Helicopteres Speciaux (EHS)
  • Recherche et Sauvetage au Combat (RSC)
  • Marine nationale
  • Incursori di Marina

RUSSIA

  • Alpha Group (FSB).
  • Beta Group
  • Delfin (Delfino)
  • Saturn
  • Kaskad (Cascata)
  • Grom (Russia) (Tuono)
  • Vympel (Pennant, o Gruppo V) (FSB)
  • Spetsnaz (Spetsialnoje Naznachenie)
  • Spetsnaz GRU
  • Fanteria di marina Spetsnaz (berretti neri)
  • Vozdúšno-desántnye vojská (VDV)
  • 103th, 104th and 105th Airborne Guard Divisions
  • Independent Assault Brigades
  • 45th Distinct Reconnaissance Regiment (possibly a Spetsnaz GRU unit)
https://www.youtube.com/watch?v=Xs3Lecs1sb0


Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati