Le 7 Migliori Forze Speciali del Mondo

Le 7 Migliori Forze Speciali del Mondo

I Corpi d'Elite scelti per Contrastare l'ISIS

Ogni giorno, siamo bombardati mediaticamente da notizie relative ad attentati e minacce di stampo terroristico, prima di entrare nel merito dell'articolo, che riguarda le 7 migliori forze speciali al mondo, apriamo una piccola parentesi citando l'Isis:

"Lo Stato Islamico dell'ISIS è un gruppo terroristico islamista attivo in Siria e Iraq, il cui attuale capo, Abu Bakr al-Baghdadi, nel giugno 2014 ha unilateralmente proclamato la nascita di un califfato nei territori caduti sotto il suo controllo. Le origini del gruppo risalgono ad al-Qāʿida in Iraq (2004-2006), poi rinominata Stato Islamico dell’Iraq (2006-2013), fondata da Abu Mus'ab al-Zarqawi nel 2004 per combattere l’occupazione americana dell’Iraq e il governo iracheno sciita sostenuto dagli USA dopo il rovesciamento di Saddam Hussein. A partire dal 2012, lo Stato Islamico dell’Iraq è intervenuto nella guerra civile siriana contro il governo di Baššār al-Asad, e nel 2013, avendo conquistato una parte del territorio siriano (con capitale Raqqa), ha cambiato nome in Stato Islamico dell’Iraq e della Siria (ISIS). Nel 2014 l’ISIS ha espanso il proprio controllo in territorio iracheno (con la presa di Mossul in giugno), proclamando la nascita del "califfato" il 29 giugno 2014. Le rapide conquiste territoriali dell’ISIS hanno finito per attirare la preoccupazione della comunità internazionale, spingendo gli USA e altri Stati occidentali e arabi ad intervenire militarmente contro l’ISIS con bombardamenti aerei in Iraq da agosto 2014 e in Siria da settembre 2014."

Le Nazioni occidentali hanno delle Forze Speciali addestrate in tali situazioni e sono:

1) USA: Navy Seal/Delta Force/Tier-1

“Noi siamo i migliori killer al mondo" "La missione prioritaria dei reparti speciali americani è quella di scardinare la struttura del comando Isis. I gruppi agiscono in missioni di:

  • contro guerriglia
  • imboscate
  • eliminazione bersagli di alto profilo
  • eventuale caccia all'uomo
  • Missioni per liberare ostaggi.

Imminente l’arrivo di una forza dei Marines supportata da Berretti Verdi e Delta. Ogni operazione è “coperta” dall’intera forza aerea schierata dagli Stati Uniti."

2) Gran Bretagna: SAS

“L’unico modo per trattare con questi mostri, è inviare i nostri migliori soldati. Ed i nostri sanno perfettamente come combattere i mostri. Le tenebre sono il nostro habitat”.

LEGGI: LE SELEZIONI PER DIVENTARE UN S.A.S.

LEGGI: ADDESTRAMENTO DEI S.A.S.

3) Francia: Legione Straniera

L’arruolamento avviene in uno dei due centri di preselezione (a Parigi/Fontenay sous Bois o Aubagne) e consiste in un colloquio con uno specialista per testare le reali motivazioni e in una visita medica. Superata la preselezione, l’aspirante legionario viene inviato al Comando Centrale di Aubagne, dove nei dieci giorni che seguono svolge test psicoattitudinali e visite mediche più approfondite.

In questa fase le prove fisiche sono:

  • la corsa cadenzata
  • le trazioni alla sbarra
  • la salita alla fune di 5 metri
  • le flessioni addominali ed
  • il test “Luc lèger” (per determinare la velocità aerobica del candidato).

Se supera questi test il legionario può finalmente firmare il contratto di arruolamento e iniziare il suo percorso di formazione, che dura quindici settimane, prima di integrare uno dei reggimenti della Legione Straniera.

4) Canada: Joint Task Force 2 / 427° Special Operations Aviation Squadron

JTF 2 è stata creata il 1 ° aprile 1993, quando le forze armate canadesi (CAF) accettarono la responsabilità per operazioni federali antiterrorismo della RCMP.

Fin dalla sua istituzione, l'unità si è continuamente evoluta per affrontare le minacce dei nostri giorni. Poiché gli eventi dell'11 settembre 2001 hanno dimostrato, la minaccia del terrorismo viene da un nemico sfuggente, sofisticato e determinato.

Al fine di mantenere un vantaggio in questo contesto operativo, la JTF 2 è in continuo sviluppo di nuove capacità, tecnologie e tecniche operative.

Il 2001 ha segnato una tappa importante nella storia della JTF 2. L'unità è stata impegnata nella coalizione internazionale Special Operations Forces in Afghanistan, completando le sue operazioni nel novembre 2002. Questa è stata la prima volta che ha visto l'utilizzo internazionale della JTF 2. L'unità ha svolto un ruolo fondamentale nella coalizione delle forze speciali e ha guadagnato il rispetto degli alleati del Canada per la professionalità degli operatori.

Australia: Special Air Service Regiment

La Special Air Service Regiment , il cui acronimo è SASR, comunemente conosciuta come la SAS , è un corpo di elite dell'esercito australiano per operazioni delicate . Formatosi nel 1957, è stato originariamente modellato sul prototipo del SAS britannico condividendone il motto, "Who Dares Wins"; il reggimento è un'unità diretta dal Comando delle Operazioni Speciali .

E 'stato coinvolto in:

  • operazioni nel Borneo durante il confronto Indonesia-Malesia ,
  • nella guerra del Vietnam ,
  • nella guerra in Somalia ,
  • in Kuwait ,
  • in Iraq ed in Afghanistan ,
  • così come molte in altre missioni di pace.

Queste esperienze in campo internazionale lo hanno reso il miglior corpo australiano contro il terrorismo e viene impiegato spesso in operazioni interne.

Olanda: Korps Commandotroepen

Il Korps Commandotroepen (KCT) del Reale esercito olandese è un'unità sceltissima delle forze speciali olandesi, utilizzata in operazioni contro il terrorismo e recupero ostaggi, inviata anche in Ucraina negli ultimi eventi di guerra.

Italia: Task Force 45

Non sono state fornite informazioni ufficiali sulla composizione del team, ma è scontato che ne fanno parte uomini provenienti dalle unità d’élite della ‘Task Force 45‘ appena rientrate dal fronte afgano che comprendeva:

  • incursori di Marina del Comsubin
  • 9° reggimento d’assalto Col Moschin
  • 185° reggimento acquisizione obiettivi della Folgore
  • 17° stormo incursori dell’Aeronautica
  • Ranger alpini del 4° reggimento Monte Cervino
  • Gis dei Carabinieri

L’impegno militare italiano contro l’Isis a questo punto comprende 500 soldati (80 consiglieri militari tra forze speciali ed esperti di sminamento, 200 istruttori e 220 uomini dell’Aeronautica), due droni Predator e quattro cacciabombardieri Tornado, un aerocisterna KC767 (per il rifornimento in volo dei bombardieri alleati) e i mezzi terrestri e aerei per le forze speciali.

Ti potrebbe interessare: LE 5 MIGLIORI ARTI MARZIALI PER LE FORZE DI POLIZIA

Buon ABC STORE

https://www.youtube.com/watch?v=u-bWJ7trnJg


Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati