Buttafuori - Aspetti Legali e Tecnici di Difesa Personale

Buttafuori - Aspetti Legali e Tecnici di Difesa Personale

L’attività in Italia denominata “buttafuori”, nei nostri locali, è molto diffusa ed è un termine che ne designa la professione ed è usato comunemente.

Gli addetti alla sicurezza dei locali hanno un Decreto dedicato del Ministero dell'Interno del 6 ottobre 2009:

  • “Determinazione dei requisiti per l'iscrizione nell'elenco prefettizio del personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi, le modalità per la selezione e la formazione del personale, gli ambiti applicativi e il relativo impiego, di cui ai commi da 7 a 13 dell'articolo 3 della legge 15 luglio 2009, n. 94”.

COSA PUO' FARE UN BUTTAFUORI?

L'Addetto alla sicurezza esercita la sua attività:

  • nei luoghi aperti al pubblico ove si effettuano attività di intrattenimento e di pubblico spettacolo;
  • nei pubblici esercizi;
  • negli spazi parzialmente e temporaneamente utilizzati a fini privati, ma comunque inseriti in luoghi aperti al pubblico.

Le sue funzioni?:

  • osservazione sommaria dei luoghi per verificare la presenza di eventuali sostanze illecite o oggetti proibiti, con obbligo di immediata comunicazione alle Forze di polizia e alle altre Autorità o strutture pubbliche competenti;
  • adozione di ogni iniziativa utile ad evitare che sia creato ostacolo o intralcio all'accessibilità delle vie di fuga e comunque a garantire il regolare svolgimento delle attività di intrattenimento
  • presidio degli ingressi dei luoghi e regolamentazione dei flussi di pubblico;
  • verifica dell'eventuale possesso di un valido titolo di accesso e del rispetto delle disposizioni che regolano l'accesso;
  • controllo sommario visivo delle persone, volto a verificare l'eventuale introduzione di sostanze illecite, oggetti proibiti o materiale che comunque possa essere pericoloso per la pubblica incolumità o la salute delle persone, con obbligo di immediata comunicazione alle Forze di polizia ed alle altre Autorità o strutture pubbliche competenti.
  • attività generica di osservazione per la verifica del rispetto delle disposizioni, prescrizioni o regole di comportamento stabilite da soggetti pubblici o privati.

LE PROBLEMATICHE DEI BUTTAFUORI

Dopo avervi resi edotti degli aspetti legali ed amministrativi di questa professione, proviamo ad entrare nel merito delle problematiche di questa professione.

  1. La problematica principale è che la gente spesso è indispettita dall'autorità "parziale" del buttafuori nell'esercizio della sua professione ( limitare un ingresso e le altre voci sopra elencate). Spesso le problematiche nei locali scaturiscono da questo fattore, la persona non accetta un divieto imposto e magari risponde a tono al buttafuori e questi, sentendosi colpito nell'ego, a volte può anche reagire in modo non proporzionato.
  2. Le Forze di Polizia NON possono intervenire per ogni discussione che nasce in un locale, dove spesso sono verbali (da querela di parte e non denuncia da parte di un organo di Polizia). Se una cittadina ha 100 locali? con 100 buttafuori? e 100 persone che discutono per entrare o meno in un locale? Cosa Facciamo? Mandiamo l'Esercito?

Il punto 2 è importante, perché se tutti quanti osservassimo le regole di una buona convivenza molti problemi non ci sarebbero. Se un locale ha un addetto alla sicurezza, costui va rispettato.

PROFESSIONALITA' DEL BUTTAFUORI

Un addetto alla sicurezza ha però delle responsabilità, limitate nell'orario e nel locale dove presta servizio, ma le ha! Deve essere una persona preparata sia a livello normativo, tecnico e fisico.

L'errore più grande che si possa fare è mettere degli Ex Culturisti o Pesi Massimi di Pugilato all'ingresso solo perché sono Grossi.

  • Prima di tutto un Culturista non è detto che sappia difendersi, in quanto massa muscolare non è uguale a Difesa Personale con Esperienze Marziali.
  • Stessa cosa vale per un pugile che è alquanto preparato per un combattimento, ma i pugni in faccia sono ammessi in caso di difesa personale o del locale?
  • Cosa dite poi a un giudice quando la persona offesa ha 30 giorni di prognosi per un naso rotto o uno zigomo incrinato?

ASPETTI DELLA PROFESSIONE

L'aspetto più importante del buttafuori è la calma e la gestione dello stress. Il buttafuori deve essere un professionista e quindi deve sapere gestire le situazioni critiche sotto stress senza eccedere nella violenza.

L'aspetto fisico muscolare è importante perché permette di essere un deterrente, ma non deve essere l'unico aspetto. Un'aspetto importantissimo è un'elevata esperienza nelle arti marziali perché queste permettono di dare sicurezza all'operatore. Un operatore esperto in arti marziali sarà gestire la calma in situazione critiche perché è preparato fisicamente e mentalmente.

Altro aspetto da osservare sono le tecniche operative di intervento, un buttafuori deve saper lavorare in squadra, perché è l'unione che fa la forza e soprattutto l'unione evita la violenza.

Facciamo un esempio, se c'è da portare fuori un ubriaco è normale che se viene affrontato da un buttafuori da solo, questi dovrà usare le maniere spicce per portarlo fuori. E' diverso se l'intervento viene effettuato in 4 dove ogni operatore si occuperà di un arto (braccio o gamba).

Consigliamo ai buttafuori le seguenti discipline marziali e lottatorie che sono l'ottimo per questa professione:

  • Wing Chun (oppure meglio Wing Fight l'evoluzione moderna) perchè è la disciplina della breve distanza.
  • Lotta Greco Romana perché è lo sport di lotta che ha nel corpo a corpo la sua peculiarità
  • Submission Grappling, lotta moderna, unisce molti stili di lotta come Judo, lotta greco romana, brazilian jiu jitsu ed altri stili. Permette di effettuare facilmente immobilizzazioni utilissime per un lavoro di security
  • MMA, non per l'aspetto del combattimento, ma per l'aspetto di conoscenza a 360° del combattimento. Un atleta di MMA sa tirare pugni, calci, lottare in piedi e a terra, quindi oltre che saper fare, conosce anche il suo avversario.
  • Krav Maga, per la difesa personale e per l'adozione di tecniche di difesa da arma.

Il buttafuori è l'addetto alla sicurezza di un locale, da qui a definirsi bodyguard c'è di mezzo il mare, in quanto un bodyguard deve conoscere:

  1. i protocolli scorte
  2. essere un esperto di armi
  3. essere un esperto autista di macchine blindate.

Insomma è un altra professione che richiede corsi specifici con istruttori qualificati con anni di esperienza. E Soprattutto è un mestiere che deve prevedere aggiornamenti ed addestramenti continui, soprattutto in questo periodo non proprio felice in ambito internazionale.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati