Difesa Personale – 11 Consigli Per Non Diventare Un Bersaglio Facile

Difesa Personale – 11 Consigli Per Non Diventare Un Bersaglio Facile

La miglior autodifesa è la consapevolezza

Non ignorate mai un “cattivo presentimento”.

Le statistiche raccolte dalla polizia mostrano che nel 90% dei casi la vittima "aveva un brutto presentimento" prima che accadesse il fatto spiacevole, e spesso chi ha ignorato i propri istinti si è spesso pentito. Se prestate attenzione all’ambiente che vi circonda (magari non controllando continuamente lo smartphone mentre camminate) potreste evitare un brutto incontro e non sarete costretti a combattere, e magari finire al pronto soccorso.

1. Guardate dove camminate

Stai passando vicino al distributore di benzina, oppure al bancomat di un quartiere poco tranquillo? Ci sono luoghi più a rischio di altri, dove potreste essere protagonisti di una rapina, quindi siate consapevoli, e tenete alta l’attenzione vigile in certi luoghi.

2. Tenete sempre gli occhi aperti

Spegnete lo smartphone o l’I-pod quando siete in mezzo alla gente.

Non correte con gli auricolari se non vi sembra il caso di farlo. Se camminate sul marciapiede tenete la borsa all’interno o davanti a voi.

Quando siete fuori casa mantenete un’attenzione rilassata, sempre. Il malintenzionato cerca una vittima distratta e poco attenta dove va.

3. Difendete il vostro spazio vitale

Non permettete agli estranei di varcare la vostra zona di comfort (che dovrebbe essere di circa un metro e mezzo attorno a voi), senza il vostro permesso. Se ciò dovesse accadere fateglielo notare rendendo esplicita la vostra richiesta. Se ancora non avviene, in questi casi l’attacco è la miglior difesa.

Impara a difendere la tua zona di comfort magari frequentando un buon corso di difesa personale, dove si impara a gestire anche la corta distanza (chi-sao). In fondo all’articolo vi daremo dei consigli su come scegliere il corso.

4. A volte basta dire di no

Mai accettate offerte di aiuto da estranei (tipo: “le posso portare i sacchetti della spesa?"). Questo è uno stratagemma preferito da qualche serial killer. Se le cose si mettono male, scappate urlando. Se non è possibile scappare, dovrete combattere. Un arma improvvisata può essere utile, e saperla usare può essere di vitale importanza. Alcuni corsi di difesa personale insegnano ad usare armi non convenzionali come un’agenda o una penna in modo efficace e risolutivo.


4. Non fatevi prendere di sorpresa

Quando passeggiate in città prendete larghi gli angoli degli edifici. Naturalmente fate questo quando è possibile, non dev’essere un’ossessione. Non farsi prendere di sorpresa è il primo passo per non essere aggrediti senza la possibilità di difendersi efficacemente.

5. Imparate e a reagire rapidamente

Mettete in pratica una risposta rapida e veloce provata magari in palestra se siete sorpresi da una situazione improvvisa come una presa da dietro, un tocco o una spinta. Un sistema valido di Difesa Personale ti insegna ad utilizzare la tua propriocezione allenata con esercizi specifici (come Wing Chun, o ancor meglio Wing Fight).

6. Tenete d’occhio il vostro drink

Può succedere che qualche malintenzionato possa far scivolare un farmaco (un sedativo o una droga) nel vostro cocktail. Diversi casi di stupro e di assassinio sono stati messi a punto con questo subdolo trucco.

7. Non fate entrare estranei in casa

Non fatelo mai e poi mai. Anche se è una ragazza e vi chiede di utilizzare il telefono per chiamare il suo papà, oppure vi dice che il suo figlio o sua madre è in pericolo potrebbe essere un trucco.

Ditele che chiamerete voi personalmente il 113, ma non fate entrare nessuno in casa. Non fate entrare neanche persone che vi vogliono proporre prodotti in vendita oppure sedicenti impiegati delle forniture domestiche. Rispondete loro dicendogli di lasciare il biglietto da visita nella buchetta delle lettere e che li contatterete voi.

8. Scegliete la situazione meno rischiosa

Avete forato una gomma in un brutto quartiere?

Proseguite con i cerchi. Dei cerchi nuovi sono un piccolo prezzo da pagare per evitare magari di farsi rubare l’auto.

9. Scegliete percorsi alternativi

Camminate in una strada dove di solito gira della brutta gente? Cosa fate li guardate in modo aggressivo per intimorirli? Oppure mettete la mano sul portachiavi perché avete imparato ad usarlo come arma? Forse. Ma la soluzione migliore è quella di prendere una strada alternativa.

10. In caso di rapina per soldi

Se venite presi di mira per i vostri soldi non accanitevi a difendere il portafoglio o la borsetta.

Una soluzione spiazzante per il malvivente potrebbe esser quello di tirare il suo oggetto del desiderio in un punto poco accessibile come aldilà di un muro o un cancello: egli probabilmente sceglierà di fuggire. Oppure siate consenzienti. Preparate un portafoglio esca con qualche euro dentro da dare al ladro. Comunque il denaro non vale la vostra vita, dategli quello che vuole e tornate a casa dai vostri cari.

11. Combattere o fuggire

Spesso la scelta non è facile. Se quello che vogliono è il denaro, vi va ancora bene. Ma se l’obiettivo è qualcos’altro oppure farvi del male gratuito, imponetevi e lottate per la vostra vita, ora o mai più. Se siete decisi avrete una buona possibilità di sopravvivere.

La cosa migliore è quella di iscrivervi in una Scuola di Difesa Personale

Per vivere tranquilli e sereni, e con una buona forma fisica iscrivetevi in una scuola di difesa personale.

Ma per favore scegliete il corso tenendo presente questi tre punti.

1. Scegli un corso dove si predilige la preparazione fisica e che soprattutto possiede una didattica professionale.

I “cattivi” reagiscono e si difendono, non sono delle bambole inermi che si fermano al primo cenno di difesa. Per combattere ed uscire vittoriosi ci vuole una buona condizione fisica ed avere alle spalle una propedeutica marziale.

Evita quei sistemi che rendono la difesa personale troppo semplice e che dicono che basta colpire i punti vitali per poi scappare.

Queste cose funzioneranno solamente contro una persona ubriaca fradicia!

Non ci crederete, ma ci sono tanti corsi (pure costosi) che sostengono queste cose assurde. L’atteggiamento di alcune scuole è pericoloso perché inganna la gente, li illude solamente ma non li prepara.

2. Imparate a colpire duro.

Non esistono colpi segreti tramandati da maestri che provengono da chissà dove. L’unico segreto è allenarsi duramente. Il tuo allenamento deve comprendere anche allenamento al sacco ed ai colpitori oltre che ad un buon lavoro di sparring in piedi e a terra.

3. Allenatevi anche al caos, non solamente a situazioni prestabilite.

Nonostante molte scuole vi diranno il contrario, leve, calci alti e prese miracolose funzioneranno solamente nei film di fantasia e nello sport con determinate regole. A meno che non siate dei campioni di qualche disciplina, sulla strada le cose non vanno mai come vorreste. La maggior parte delle persone cerca l’efficienza, infatti per fortuna oggi ci sono molti insegnanti che insegnano l’allenamento al caos, cercate queste scuole.

Una Scuola di Difesa personale valida ha alla base un sistema professionale didattico con progressione delle abilità, fanno sparring, allenamento al caos (il combattimento da strada è caos), allenano la condizione fisica (corsa, sacco, colpitori, functional training) ed hanno alle spalle un buon sistema.

Ogni sistema, se allenato bene, con la caratteristiche appena menzionate, è con buone probabilità un sistema valido.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Come affrontare il bullismo

Come potenziare i tuoi colpi in sala pesi

Come difendersi da un diretto

5 consigli per dare un buon pugno

Come preparare la tua arte marziale in strada





https://www.youtube.com/watch?v=WFneZ520Vyw


Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati