Difesa Personale Rispettando la Legge

Difesa Personale Rispettando la Legge

Cosa Posso Fare a Casa Mia per Difendere la mia Famiglia? Posso usare delle Armi? Se Sì, in che modo?

Vi ricordate la storia del benzinaio CHE, dopo la morte di uno dei rapinatori, è stato indagato per eccesso di legittima difesa? Ci sono vari casi in Italia che hanno destato malumore ed insicurezza verso le istituzioni, a tal punto che il cittadino non sa come comportarsi nella malaugurata ipotesi dovesse imbattersi in un rapinatore in strada o ladro in casa.

Chi non si è mai posto la domanda: “ ma in caso di furto in atto in casa, rapina in strada, cosa posso fare per difendermi?


Ma che cosa prevede la legge sulla legittima difesa, modificata nel 2006? Il cittadino può davvero difendersi o è preferibile che subisca in silenzio per evitare guai processuali che potrebbero aprirgli persino le porte del carcere?


Quando è possibile usare un’arma legittimamente detenuta senza incorrere in conseguenze giudiziarie?


LEGITTIMA DIFESA


L’articolo 52 del codice
penale prevede una cosiddetta causa di giustificazione che rende non punibile chi abbia commesso un fatto per esservi stato costretto dalla necessità di difendere un diritto proprio od altrui contro il pericolo attuale di un'offesa ingiusta, sempre che la difesa sia proporzionata all'offesa.

I requisiti delle legittima difesa sono quindi sostanzialmente tre:

  1. la difesa deve essere necessaria (per cui non è configurabile l’esimente quando l’agente abbia avuto la possibilità di allontanarsi);
  2. il pericolo dell’offesa deve essere attuale (intendendosi come attuale un pericolo presente o incombente e non futuro o già esaurito);
  3. la difesa deve essere proporzionata alla offesa

"non vi sarà proporzione nel caso di conflitto fra beni eterogenei, allorché la consistenza dell'interesse leso –ad esempio vita o incolumità fisica- sia più rilevante sul piano dei valori costituzionali rispetto a quello difeso –ad esempio il proprio patrimonio-"

MODIFICA ALLA LEGGE

Nel 2006 è stata introdotta una modifica normativa che ha stabilito che nei casi di violazione di domicilio (o dei luoghi ove si esercita l’attività professionale) sussiste per legge il rapporto di proporzione se taluno, già legittimamente presente all’interno del domicilio, usi un'arma legittimamente detenuta, o altro mezzo idoneo, al fine di difendere la propria o la altrui incolumità oppure i beni propri o altrui, purché in questo secondo caso non vi sia desistenza e vi sia pericolo d'aggressione.

"L'eccesso di difesa” per il quale fino ad ora si poteva venire condannati, non esiste più. Che cosa prevede concretamente la legge?

  1. La nuova normativa non ha escluso per legge l’eccesso di difesa che tuttora è presente nel nostro ordinamento, ma ha solo stabilito che uno dei tre requisiti sopra esposti sia presuntivamente ritenuto sussistente in determinati casi, che, per semplicità di definizione, possono essere per l’appunto contestualizzati nell’alveo delle ipotesi di violazione di domicilio (ad es. un ladro in casa, una rapina in un negozio, eccetera).
  2. In altre parole le modifiche apportate hanno riguardato solo il concetto di proporzionalità, mentre l’imputato, per poter vedere riconosciuta la legittima difesa, dovrà comunque provare gli ulteriori presupposti, ossia l'attualità dell'offesa e l’inevitabilità dell'uso delle armi come mezzo di difesa della propria o dell'altrui incolumità.
  3. Inoltre, come si è visto, la reazione a difesa dei beni è legittima solo quando non vi sia desistenza (ad esempio il ladro o il rapinatore stanno scappando) e sussista un pericolo attuale per l'incolumità fisica dell'aggredito o di altri.

Molti cittadini hanno paura a reagire.

La legge sulla legittima difesa presenta delle lacune? Chi subisce una rapina, ad esempio, e reagisce sparando è davvero tutelato?

La questione è particolarmente complessa.

Se da un lato la legge certamente non può consentire un utilizzo indiscriminato della forza e delle armi, dall’altro però è chiaro che non si possa vivere nel terrore di difendere l’incolumità propria e quella delle persone a noi care. È difficile generalizzare ed ogni situazione deve essere analizzata in concreto.

Fatta questa premessa …. Passiamo dalle parole ai fatti.

Prima di tutto cos’è un Arma?

  • Qualsiasi oggetto di cui l'uomo si serve come mezzo materiale di offesa o di difesa; ogni strumento fabbricato appositamente per la guerra, per la difesa personale, o anche per la caccia o per lo sport del tiro a segno.
  • Un arma potrebbe essere anche uno strumento trovato per strada.
  • L’arma in buona sostanza è uno strumento che permette all’uomo di incrementare il proprio potenziale offensivo e difensivo.
  • Una donna di 40 kg con un arma può fronteggiare un uomo di 100 kg disarmato.

Quali Armi potrei utilizzare per la Difesa Personale?

  • Manganelli?
  • Tonfa?
  • Pistola?
  • Coltelli?
  • Spray al Capsicum?

  • I manganelli ed i tonfa possono essere utilizzati per la difesa personale SOLO in casa, in quanto il porto e possesso libero in strada non è consentito.

    L’unico momento nel quale potete trasportare un tonfa o manganello in auto è quando li portate in palestra per l’allenamento marziale, se però dopo l’allenamento andate al ristorante, discoteca lontano dal tragitto palestra – casa potreste essere denunciati per porto abusivo. La legge che determina queste casistiche è la nr.110 del 1975.

    Per quanto riguarda la pistola, senza entrare nel merito del discorso legislativo, è necessaria un’autorizzazione che la rilascia la Prefettura e per ottenerla è necessario svolgere un lavoro che ne giustifichi il possesso ed il porto come ad esempio un Gioielliere, un imprenditore. Inoltre una pistola bisogna saperla anche usare e senza un adeguato addestramento è più pericolosa che efficace.

    Un coltello è un arma comune che possiamo reperire facilmente ma che è la più illegale che esista, avere un coltello con sé a che serve?

    • In caso di difesa personale come pensate di utilizzarlo?
    • Pensate di intimidire il malvivente?
    • E Se non si intimida? Gli forate un polmone?

    Quindi ricapitolando?

  • Pistola? troppe regole
  • Tonfa e manganelli? solo in casa e bisogna anche saperli utilizzare
  • Coltello? assolutamente noNon disperate!!

  • Conoscete lo Spray al peperoncino?

    Lo Spray al peperoncino fa parte di quegli strumenti di dissuasione ed autodifesa che nebulizzano un principio attivo naturale a base di “ OLEORESIN CAPSICUM” e che non abbiano attitudine a recare offesa alla persona secondo quanto previsto dal decreto interministeriale 12 maggio 2011 Nr.103.

    Il dispositivo che nebulizza la capsaicina costituisce uno strumento che può coadiuvare l’autodifesa del pubblico cittadino.

    Lo Spray al peperoncino è in libera vendita e deve avere le seguenti caratteristiche per essere legale in Italia:

  • Contenere una miscela non superiore a 20 ml
  • Contenere una percentuale di oleoresin capsicum disciolto non superiore al 10%, con una concentrazione massima di capsaicina e capsainoidi totali pari al 2,5%.
  • La miscela erogata dal prodotto non deve contenere sostanze infiammabili, corrosive, tossiche, cancerogene ed aggressivi chimici
  • Essere sigillati all’atto di vendita e muniti di un sistema di sicurezza contro l’attivazione accidentale (dotati di una sicura)
  • Avere una gittata utile non superiore ai 3 metri.

  • Ci sono vari tipi di erogatori al capsicum:

  • Nebulizzatori
  • Schiuma
  • Getto Balistico

  • Per la difesa in casa ed strada è sufficiente un Key defence, che assomiglia ad un porta chiavi, il quale si può utilizzare anche come Palm Stick adottando tecniche apposite di difesa personale.

    Un erogatore porta chiavi di questa sostanza permette all'individuo di aumentare il proprio potenziale difensivo, ovviamente è un'arma e quindi va usata solo ed esclusivamente in EXTREMA RATIO, inoltre dopo l'acquisto è necessario un periodo di addestramento presso una scuola di difesa personale ed altresì essere contaminati per provare su se stessi gli effetti che provoca. Inoltre bisogna anche saper decontaminare sia la persona attinta che noi stessi.

    L'erogatore a forma di penna o porta chiavi può essere utilizzato anche come Palm Stick per le tecniche di Difesa personale Wing Fight e Wing Chun tradizionale, con oggetti non convenzionali.

    Scritto da: ABC Staff

    Potrebbe interessarti anche

    Ultimi post pubblicati