Kung Fu: il Pa Kua Chang

Kung Fu: il Pa Kua Chang

Lo stile degli otto trigrammi è basato sull'idea dell'antico libro I ching

Lo stile degli otto trigrammi è uno dei tre sistemi della boxe cinese ed è basato sull'idea dell'antico libro I ching

Possiamo tradurre la parola Pa kua come "otto trigrammi" e Chang come "lotta" (letteralmente "palmo"). Diamo ora alcuni dati sullo sviluppo della boxe degli otto trigrammi.

Il Pa kua è uno dei tre grandi sistemi della boxe cinese del ramo interno "Nei-chia"; è basato sull'idea esoterica dell'antico I-king o libro dei mutamenti o delle trasformazioni; questo libro secondo gli annali cinesi ha più di tremila anni, e i suoi primi otto diagrammi corrispondono agli otto trigrammi del Pa-kua.

 

L'idea base del I-king (oppure I-ching) è quella per cui niente rimane statico, giacché nell'universo tutto subisce continue trasformazioni per le energie dello Yin e dello Yang, che si sviluppano seguendo basilarmente le otto direzioni fondamentali, rappresentate dagli otto trigrammi. Ogni trigramma nel Pa Kua corrisponde a una determinata modalità o direzione di movimento del palmo, per squilibrare l'avversario o liberarsi alla sua presa.

L'origine del Pa kua è indicata nel medioevo cinese, però fino al XVIII secolo non vengono codificate e unificate le tecniche del gran maestro fondatore Taan Tun Hai-Chuan.

Si racconta che il maestro partecipò ad un famoso combattimento che durò tre giorni con la "divina mano incrociata", Maestro della scuola "Sing I", alla fine nessuno risultò vincitore e i due diventarono amici scambiandosi gli allievi e la conoscenza delle rispettive tecniche.

A partire da allora, i due sistemi vengono insegnati insieme (tuttavia il maestro Suen Lu Tang che portò a compimento l'opera di fusione di entrambi i sistemi con il "Tai Chi Chuan").

 

Gli esercizi di Pa kua si eseguono su un cerchio immaginario di 2,5 - 3 metri di diametro; tutti i movimenti sono circolari e ad ogni movimento corrisponde un cambio di posizione di braccia, mani, piedi e vita, a volte simultaneamente, in diverse direzioni per cui i movimenti risultano estremamente complessi. Quando si ha la padronanza delle serie da soli, si passano ad effettuare gli esercizi a coppie, nei quali si studia il modo di colpire i punti vitali, dopo aver annullato la posizione d'equilibrio dell'avversario (tirando, spingendo, torcendo, ecc.) e imprimendo ai vari colpi effettuati l'energia cosmica (Chi).

 

 

Il Pa kua è un sistema basilarmente esoterico e applica il 90% dello studio nello sforzo di sviluppare l'armonia del movimenbto, nel controllo del Chi, per la perfetta padronanza della tenica, e la comprensione delle leggi e dei principi dell'universo, relegando in secondo piano l'aspetto di arte marziale.

Tutto questo non diminuisce l'efficacia, poiché il controllo del chi e l'armonia del movimento danno una forza interiore enorme.

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati