Wrestling americano: realtà o finzione?

Wrestling americano: realtà o finzione?

Colby Lopez svela i segreti di questo popolare sport

Colby Lopez, famoso wrestler è nato a Davenport in Iowa , negli Usa il 28 maggio del 1986, è un colosso di 185 cm di altezza per 98kg, e si fa chiamare Gixx o Tyler Black.

 

La sua carriera nel wrestling ha inizio nel 2005, ma debutta nella serie Tv WWE Survivor Series nel 2012, inconfondibile con il suo ciuffo biondo e i capelli lunghi, è un lottatore nato, dai numeri spettacolari.

 

Questo grande atleta si appassiona di questa disciplina nel 2004 dopo aver partecipato a uno spettacolo di Wrestling con degli amici, e l'anno dopo affronta il suo primo match.

Chi conosce questa disciplina sa bene cosa comprende,

  • bisogna saper volare dalle corde,
  • afferrare,
  • volare,
  • sollevare l'avversario,
  • saperci cadere sopra
  • e soprattutto non farsi male.

 

Il Wrestling è logorante come sport, è massacrante per le articolazioni, e necessita di un allenamento estenuante!

Colby Lopez a chi lo intervista dice che il suo segreto è il crossfit, e spiega che da questo tipo particolare di allenamento riesce ad ottenere

  • agilità,
  • velocità
  • resistenza,

caratteristiche fondamentali per un wrestler.

 

Un incontro fatto ad alti liveli mette duramente alla prova il combattente, che deve essere ben allenato, con fiato da vendere e una forma strepitosa, senza uno di questi due fattori non sarebbe possibile garantire lo spettacolo al pubblico e sarebbe inoltre molto facile farsi male.

Un atleta professionista come Lopez nella stagione più intensa affronta dai 4 ai 7 incontri la settimana, contando che viaggia tantissimo in giro per l'America, e deve anche trovare il tempo per i suoi 4 o 5 allenamenti settimanali.

Infatti a differenza di quasi tutti gli altri sport questo non ha periodi di riposo o preparazioni, gli atleti professionisti salgono sul ring 52 settimane all'anno, questo è durissimo a livello psicologico e fisico, contando che le mosse  che si faranno sul ring sono da provare riprovare e riprovare ancora.

Diciamo che il Wrestling, sempre a detta di Lopez, è sia uno sport estremo che spettacolo puro, quindi lui si ritiene sia attore che atleta.

 

Una domanda comune che tutti prima o poi ci siamo fatti è se il Wrestling sia realtà o finzione

 A questa domanda Lopez risponde chiaramente...

"Molti confondono questo spettacolo con una partita truccata dove qualcuno ha già deciso il finale, invece non è così... il finale è scritto solo in parte perché per noi che siamo li sul palco dobbiamo riuscire a fare tutto quello che serve per vincere. E in secondo luogo, la nostra bravura è proprio quella di interpretare quel ruolo, di buono o cattivo, e di fare tutto quello che la story line prevede affinché il bene alla fine vinca. Ma la cosa principale è mettere in scena la lotta, far vedere tutte le sfumature del male e come ti può colpire, come ti sorprende alle spalle e come ti tradisce".

 

Per chi vuole vederlo in azione o semplicemente seguire il Wrestling americano la WWE è trasmessa in oltre 150 nazioni e in 30 lingue differenti e raggiunge più di 650 milioni di case nel mondo!

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati