Stacchi a Gambe Tese ai Cavi

Stacchi a Gambe Tese ai Cavi

Lo stacco da terra è uno dei più antichi, atavici e comuni movimenti eseguiti nel sollevamento pesi. Storicamente viene eseguito con un bilanciere dove lo scopo è quello di sollevare il maggior carico da terra, sfruttando tutte le catene muscolari interessate. Lo stacco classico rimane quindi il miglior modo per eseguire questo movimento, però come in tutti gli esercizi esistono delle varianti. A che servono le varianti?

  • Non tutti possono effettuare lo stacco tradizionale per problemi di natura fisica e/o di età
  • Non sempre lo stacco tradizionale può essere inserito in alcuni tipi di schede con obiettivi muscolari (bodybuilding), ad esempio se abbiamo fatto lo squat con bilanciere, possiamo poi effettuare anche lo stacco da terra classico? Non è forse meglio inserire uno stacco a gambe tese per terminare il lavoro delle gambe stimolando i bicipiti femorali? 
  • Le varianti servono quindi a isolare meglio alcuni distretti muscolari e possono essere un ausilio dell'atleta per terminare un determinato tipo di lavoro.
  • Se avete già fatto il lavoro di base con esercizi multi articolari si potranno poi inserire le varianti.

Partendo con il pressuposto che lo stacco da terra classico, rimane il migliore esercizio per allenare lombari, bicipiti femorali, trapezi, e molti altri muscoli, in questo articolo vi daremo una variante del movimento che è da considerarsi un "cugino alla lontana" della versione standard. Avere nel vostro carniere più esercizi vi permetterà di usarli a vostra discrezione a seconda dell'occasione e momento. Qui è il lite motive del discorso.

 

STACCO A GAMBE TESE AI CAVI BASSI

 

Tecnica

  • Posizionarsi davanti a 2 pulegge basse le quali avranno due maniglie attaccate
  • Dovreste mettervi di fronte e lontano dalla macchina
  • Accovacciatevi per afferrare le maniglie
  • Da questa posizione, sollevare le maniglie estendendo i fianchi e ginocchia
  • Una volta che siete completamente estesi, inarcate la schiena leggermente
  • Raddrizzando le spalle
  • Ritornate alla posizione di partenza e ripetere per il numero desiderato di ripetizioni
  • Le gambe devono essere tese e se avete le braccia molto lunghe è bene usare uno step sotto i piedi per aumentare l'escursione del movimento

Obiettivo primario

Questo tipo di stacco interessa in primo luogo gli erettori spinali (il gruppo lungo di muscoli che corrono per tutta la lunghezza del midollo spinale). Gli erettori spinali sono responsabili dell'estensione, rotazione e flessione della colonna vertebrale, oltre a facilitare il movimento del collo. In secondo luogo, lo stacco della gamba si rivolge anche ai tendini del ginocchio, e alle grandi fasce muscolari situate nella parte posteriore della coscia.

 

Sinergia

 

In questo stacco a gambe tese la cavo lavorano in sinergia anche:

  • grande gluteo
  • adduttore
  • quadricipiti
  • soleo

In quanto sono tutti contratti per assistere gli erettori spinali nelle varie fasi dell'esercizio.

 

Stabilizzatori

 

Gli stabilizzatori sono i muscoli che si contraggono per fornire supporto posturale alle articolazioni coinvolte in un determinato esercizio, ma non in modo significativo allungandosi o accorciandosi. Durante l'esecuzione di questo movimento, alcuni muscoli delle gambe, schiena e addominali si contraggono per supportare le diverse articolazioni coinvolte. Tuttavia la macchina in questo caso aiuta molto e gli stabilizzatori lavorano molto meno rispetto alla versione con bilanciere.

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati