Come Si fanno le Croci ai Cavi

Come Si fanno le Croci ai Cavi

Esercizio complementare per i muscoli pettorali

CROCI AI CAVI

 

Generalmente le croci ai cavi sono considerate un esercizio d'isolamento e non di massa.

 

se e' vero che la distensione su panca con bilancere, le spinte e le croci con manubri sono gli esercizi principali per il torace, anche le croci ai cavi contribuiscono, e non poco, a costruire due pettorali spessi e definiti.

 

Infatti i cavi offrono una tensione pressoche' costante e le braccia possono aprirsi totalmente con un forte effetto di stretching sui pettorali, i quali dopo varie reps saranno gia' probabilmente in acidosi, quindi acidosi e stretching, i due elementi fondamentali per innescare l'igf-1.

 

 

E quindi crescita delle stem-cell. 

 

L'importante è eseguire bene e come si deve l'esercizio.

 

Andate al vostra castello dei cavi incrociati ben oliati e afferrate le due maniglie , fate un bel passo in avanti rispetto alla posizione della struttura. 

 

Perchè? molti eseguono l'esercizio sul posto ma i cavi tirano meno , provate a fare un passo in avanti e vedrete come tirano i cavi nella fase eccentrica del movimento .

 

Ora quando eseguite la fase eccentrica tenete le palme delle mani parallele al terreno , con le braccia larghe, con le dita rivolte al pavimento e ovviamente nella fase concentrica , chiudendo le braccia avanti a voi , fate una rotazione delle mani andando a toccarvi le nocche dei pugni, rimanete per un istante in chiusura in contrazione prima di riprendere l'esercizio.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati