Gli Esercizi Migliori per Effettuare la Tecnica Stripping nel Bodybuilding

Gli Esercizi Migliori per Effettuare la Tecnica Stripping nel Bodybuilding

Concettualmente, la tecnica dello Stripping è simile ad una superserie. Nelle superserie si eseguono due o più esercizi senza riposo, questa tecnica particolare invece è una sorta di superserie nel medesimo esercizio.

Lo stripping è una tecnica speciale di allenamento ad alta intensità che si basa sull'esecuzione di ripetizioni continue di uno stesso esercizio senza pausa, aumentando il numero di ripetizioni finali, diminuendo il peso con cui l'esercizio viene eseguito.

In buona sostanza, un esercizio viene eseguito generalmente in 3 serie per 6 + 6 + 6 ripetizioni, dove "6 + 6 + 6" rappresenta una singola serie; finite le prime 6 ripetizioni, il peso viene diminuito e subito se ne eseguono 6, quindi il peso viene nuovamente diminuito e se ne eseguono ulteriori 6 cercando di sopportare il bruciore apportato dalla produzione massiccia di acido lattico.

Lo scopo di questa tecnica particolare è di stressare i muscoli, andando oltre il cedimento muscolare.

E' una tecnica che si può eseguire tutto l'anno, consigliamo la parsimonia nell'utilizzo perché può portare al sovrallenamento, soprattutto se eseguite troppi esercizi con questa tecnica speciale.

Noi consigliamo l'utilizzo di questa tecnica esclusivamente su esercizi complementari, anche se si può utilizzare su esercizi base.

Non consigliamo di effettuare squat, distensioni su panca piana con bilanciere, rematori, presse, stacchi da terra con questa tecnica in primo luogo perché è pericoloso, in secondo luogo perché è scomodo scaricare in maniera veloce i bilancieri.

Gli esercizi base multi-articolari vanno eseguiti da soli in protocolli di forza, dove lo scopo principale è quello di sollevare più carico possibile a parità di tecnica di esecuzione; non ci sembra una cosa intelligente effettuare uno squat con il metodo stripping, al termine della serie le gambe possono non rispondere più ai comandi, e trovarsi nel punto basso con un bilanciere carico sui trapezi non è simpatico.

Fatta questa premessa consigliamo di adottare questa tecnica speciale, al termine dell'allenamento di ogni distretto muscolare, su di un esercizio complementare di puro isolamento a scelta. Negli Stati Uniti D'America questi esercizi vengono chiamati finisher ovvero di finalizzazione. Vediamo quali sono i migliori secondo il nostro giudizio:

PETTORALI

  • Pectoral Machine
  • Croci ai Cavi alti
  • Chest Press (comoda per il discorso del pacco pesi vicino all'atleta, da inserire in certe modalità nella scheda di allenamento)
  • Pec Deck Old Style (macchina arcaica ma validissima, dotata di pacco pesi, consigliamo questo esercizio sulla panca inclinata per stressare le fibre di resistenza del petto alto)

DORSALI

  • Lat machine avanti al petto
  • Lat machine presa stretta ed inversa
  • Pulley busto eretto
  • Rematore con sbarra al cavo basso
  • Rematore con maniglia al cavo basso
  • Vertical row (varie prese)
  • Pulldown a braccia tese

SPALLE

  • Alzate laterali con manubri
  • Alzate busto a 90° con manubri
  • Croci inverse ai cavi alti
  • Alzata laterale al cavo basso
  • Tirate al mento al cavo basso
  • Scrollate con manubri
  • Shoulder press alla macchina
  • Delt's machine

GAMBE

  • Leg extension
  • Leg curl
  • Calf in piedi
  • Calf seduto
  • leg curl in piedi unilaterale
  • leg curl seduto

BRACCIA

Tricipiti

  • Push down al cavo alto
  • Estensioni dietro il collo utilizzando un cavo basso
  • Estensioni in avanti utilizzando un cavo alto
  • Push up sulle braccia da diverse angolazioni (partire con i piedi sopra una panca, poi a terra, poi mettere le mani sopra alla panca)

Bicipiti

  • Curl inverso al cavo basso
  • Macchina per i curl
  • Panca scott machine
  • Panca con scott con manubrio
  • Curl di concentrazione
  • Curl al cavo basso
  • Doppi curl ai cavi alti
Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati