Il Principio della Tensione Continua nel Body Building

Il Principio della Tensione Continua nel Body Building

Quando e come usare questo principio del body building e quando NO

Nel Body Building vi sono varie teorie e vari principi per incrementare la massa muscolare e per ottenere un fisico muscoloso , uno di questi è il principio della tensione continua. Definizione del principio : " La forza d'inerzia può rappresentare per i muscoli il nemico più grande. Se eseguiamo gli esercizi in modo talmente rapido da far oscillare gli attrezzi per buona parte dell'arco di movimento, ridurremo lo sforzo sui muscoli. È decisamente meglio allenarsi in modo lento e molto cosciente, mantenendo per tutta la durata dell'esecuzione i muscoli in tensione. Questo metodo di allenamento è molto intenso e stimola profondamente le fibre muscolari".

 
Il problema di molti principi è che non sono UNIVERSALI e quindi alcuni principi andranno bene per alcuni esercizi e scopi mentre altri esercizi per altre esigenze. Il Body Builder amatoriale dovrebbe conoscere quasi tutti i principi almeno i migliori per allenarsi al meglio delle proprie possibilità. 
 
Il Principio della tensione continua a nostro avviso andrebbe utilizzato soprattutto negli esercizi complementari di puro isolamento come ad esempio :
 
 
  • CROCI CON MANUBRI
  • CHEST PRESS
  • PECK DECK
  • CROCI AI CAVI
  • PECTORAL MACHINE
 
 
  • VERTICAL ROW
  • PULLEY BUSTO ERETTO
  • REMATORE CON MANUBRI VENTRE IN APPOGGIO
  • HIPEREXTENSION 
  • REMATORE AI CAVI
 
 
  • SHOULDER PRESS 
  • ALZATE LATERALI AI CAVI
  • DELT'S MACHINE
  • DISTENSIONI AL MULTYPOWER

Per i MUSCOLI delle GAMBE

 
  • LEG EXTENSION
  • LEG CURL
  • ABDUTTOR MACHINE
  • ADDUTTOR MACHINE
  • CALF IN PIEDI
  • CALF SEDUTO
  • PRESSA ORIZZONTALE
 
 
 
  • PUSH DOWN CAVO ALTO
  • FRENCH PRESS AL CAVO DA SDRAIATO
  • FRENCH PRESS AL CAVO DIETRO COLLO IN ALTO
  • ESTENSIONI TRICIPITI BUSTOA 90 CON IL CAVO
 
 
  • PANCA SCOTT MACHINE
  • PANCA SCOTT CAVO
  • CURL CAVO BASSO
  • CURL CAVO BASSO UNILATERALE
  • DOPPI BICIPITI AI CAVI ALTI
Come potete notare questa carrellata di esercizi per tutto il nostro corpo per il 90% sono esercizi complementari , di contorno e soprattutto il 90% sono eseguibili alle macchine ed ai cavi. Quindi ogni volta che eseguite un esercizio ai cavi ricordate di eseguire il movimento lento e controllato almeno nella fase eccentrica del movimento e sempre con controllo eseguire la fase concentrica . Non dovete essere delle tartarughe nella fase concentrica di spinta o trazione , ci deve essere solo un controllo della situazione senza slanci o strappi. 
 
Per quanto riguarda gli esercizi base produttivi quali : 
 
  • SQUAT 
  • TRAZIONI ALLA SBARRA 
  • MILITARY PRESS
  • PRESSA A 45
  • REMATORE CON BILANCIERE 
  • STACCO DA TERRA 
  • PANCA PIANA CON BILANCIERE 
  • SPINTE CON MANUBRI SU PANCA 30° 
  • LAT MACHINE AVANTI AL PETTO 
  • TRAP BAR
 
dovrete cercare di adottare una buona tecnica di esecuzione ma non dovrete rispettare il PRINCIPIO DELLA TENSIONE CONTINUA , Perché QUI non serve. Ieri parlavo con un mio amico il quale si allena da tempo , ma che ha avuto problemi nello stacco da terra eseguito con la trap bar . Mi ha riferito che esegue il movimento lento e controllato senza mai appoggiare il bilanciere a terra e questo fattore gli ha fatto subire uno stiramento alla zona lombare . E' del tutto normale perché nello Stacco da terra classico o con la trap bar dovete appoggiare ogni volta il bilanciere a terra , quindi se dovete fare 10 ripetizioni è come se effettuereste 10 serie da 1 ripetizione ove tra una serie e l'altra c'è un minimo di tempo (frazioni di secondo) per riportare in PERFETTO ASSETTO il corpo. Lui mi ha risposto :" Sì ma così perdo tensione ai muscoli!" 
 
Questo è vero, ma nello stacco da terra, essendo un esercizio globale, che non isola niente, ma che fa lavorare molti muscoli all'unisono è un particolare del tutto irrilevante , in questo esercizio conta il peso ed il numero di ripetizioni che si riescono ad eseguire , la tecnica serve solo a sollevare tale peso e non a tenere in tensione i muscoli perché non sarebbe possibile essendo un mix di gambe , schiena e trapezi. 
 
Per quanto riguarda lo squat è meglio concentrarsi sulla buona riuscita dell'esercizio senza pensare troppo alla velocità di movimento, qui lo scopo è scendere oltre il parallelo e per fare ciò dovrete forse mettere qualche piastra in meno sul bilanciere . 
 
Nella panca piana si potrebbe parlare anche di tensione continua , ma non è l'esercizio per i pettorali più adatto a tale scopo, pensate a sollevare pesi consistenti e riservate tale principio per gli esercizi sopra citati che magari effettuerete dopo la panca.  
 
In conclusione nel Body Building essendoci varie teorie e vari principi dovete cercare di fare un PUZZLE di tutto per allenarvi in modo efficace e gratificante . Non ci vuole una laurea in ingegneria per allenarsi in modo corretto ma solo buon senso.
Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati