7 Errori da Non Fare che Limitano la Vostra Crescita Muscolare

7 Errori da Non Fare che Limitano la Vostra Crescita Muscolare

1. Avete un obiettivo?

Che obiettivo volete realizzare? Quali sono le vostre aspirazioni a breve e lungo termine? Senza una visione chiara, senza un progetto di base si rischia di fare solo confusione, perdendo tempo ed energie. Il problema si risolve scrivendo su un diario di allenamento il proprio obiettivo. Una volta che avete un motivo valido per andare in palestra, vi allenerete con più entusiasmo e con maggiore motivazione. Alimentazione e riposo andranno di pari passo con l'allenamento. Senza un obiettivo si rischi di allenarsi senza senso, con gruppi muscolari disposti a casaccio, con esercizi eseguiti senza un senso, con carichi che non fanno riferimento a nulla; stesso discorso vale per alimentazione/integrazione e riposo. L'obiettivo è fondamentale.

2. Focus sull'Allenamento

Quando ci sta allenando non bisogna distrarsi. Oggi giorno, ogni persona ha uno smartphone il quale, spesso e volentieri, viene visionato dopo ogni serie degli esercizi della propria scheda di allenamento. Si perde concentrazione sull'allenamento e quindi la qualità sarà decisamente peggiore. La mente deve avere un solo pensiero: l'allenamento.

3. Forza quando serve

La forza è un parametro fondamentale del bodybuilding, ma non è il solo. Spesso e volentieri capita che ragazzi, con un ego smisurato, utilizzino carichi enormi, oltre le proprie possibilità, in tutti gli esercizi, andando incontro ad infortuni e a scarsi risultati. Migliorare la forza in esercizi come il curl alla panca scott o nelle alzate laterali che senso ha?

Dobbiamo cercare di fare chiarezza in merito. La forza va aumentata negli esercizi base fondamentali come: stacco, panca, squat, rematore, trazioni e distensioni per le spalle con protocolli di allenamento ben precisi previsti in alcuni periodi dell'anno.

Se il vostro obiettivo è l'estetica del fisico, consigliamo, negli altri esercizi di abbassare i carichi, di curare meglio la cadenza dei movimenti, la tecnica ed il tempo sotto tensione, nonché il recupero tra le serie. Avrete dei risultati straordinari.

4. Avete paura?

Tantissimi avventori non migliorano mai la forza nei grandi esercizi che abbiamo citato nel paragrafo precedente, semplicemente perché hanno paura. Paura di fallire e quindi di fare delle brutte figure in palestra, paura di farsi male e di restare sotto i carichi.

Per quanto riguarda la paura di fallire, dovete fregarvene in quanto la palestra è come un'officina e quindi è un luogo dove si lavora, si costruisce e si sbaglia. Chi lavora sbaglia, chi non lavora non può sbagliare.

Per quanto riguarda la paura di rimanere schiacciati, dovete avere un programma di allenamento ben inquadrato che vi faccia partire con massimali al di sotto dei vostri massimali odierni, in modo tale da poterli superare con un lavoro impostato ad hoc. Se partite già con il massimale e siete al limite è normale che in ogni allenamento farete una fatica enorme.

Le strutture di allenamento sono fondamentali, ci vogliono rack solidi, panche professionali, bilancieri olimpionici con dischi equilibrati. Quando si è al limite il particolare farà la differenza.

5. Pazienza

Mantenere una scheda di allenamento per 6 mesi non va bene, come del resto cambiarla ogni 2 giorni. Ci sono persone che sono alla continua ricerca del Santo Grall per l'aumento della massa muscolare. Siate pazienti e mantenete per almeno 1 mese un protocollo di allenamento, così avete modo di constatare se su di voi ha funzionato o meno.

6. Imbrogliare sé stessi entrando nella Confort Zone

"Faccio mezzo squat, perché lo squat completo mi fa male alle ginocchia" Si vedono persone fare un quarto di movimento con 200 kg e non scendono con 100 kg. Questo, secondo noi, è puramente ego di far vedere, un bilanciere ultra carico. Ma l'obiettivo qual é? Costruire gambe alla Tom Platz, oppure manifestare il proprio ego in palestra? Non entrate nella confort zone, non evitate esercizi, utilizzate i carichi confacenti a voi stessi e dimostrate il vostro ego con i muscoli e non con i mezzi movimenti da vestiti.

7. Evitare le novità

Le novità, soprattutto se palesemente valide, devono essere accettate sempre. Non bisogna mai stravolgere il proprio piano di allenamento, soprattutto se ha dato i propri risultati, ma a volte cambiare strada, può portare a nuovi miglioramenti integrando ciò che c'è già. Faida bodybuilding vs functional training/crossfit: sono 2 mondi diversi, dove uno ha come obiettivo il fisico e l'altro la prestazione; però i lati positivi di uno possono aiutare l'altro mondo.

Alcuni esercizi funzionali, soprattutto per il core e l'addome potrebbero essere una manna per il bodybuilder tradizionale che da anni effettua migliaia di ripetizioni di crunch o esercizi simili. Stessa cosa vale per un neofita del crossfit che non riesce ad effettuare un pullup o un dip, perchè non aumentare la forza mediante le macchine, che sono viste come la peste?

In poche parole, bisogna avere una visione a 360°, l'aperture mentali vi faranno progredire e ottenere risultati migliori.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati