Cheating tecnica ad alta intensità

Cheating tecnica ad alta intensità

Cos'è il cheating, quando usarlo e perché

Il termine inglese cheating  significa letteralmente barare ed è una tecnica di bodybuilding che serve per rendere più intenso un determinato esercizio, cercando di dare ulteriore stress al muscolo target allenato.

 

In pratica il “cheating” serve per effettuare alcune ripetizioni aggiuntive, in un determinato protocollo di allenamento, dopo aver raggiunto il cedimento muscolare; pertanto lo sportivo dopo aver effettuato le ripetizioni previste, dovrà cercare di effettuare 2 o 3 ripetizioni extra, con movimenti basculanti del corpo, che lo aiuteranno ad espletarle.

 

Come si effettua il cheating ?

 

In buona sostanza sono slanci e tirate scomposte del corpo, le quali serviranno a far intervenire altri muscoli, che “entreranno in campo”, per aiutare i distretti muscolari, che stanno lavorando in quel momento e che sono letteralmente “scoppiati”.

 

Un esempio? Per capire meglio?

 

 

In tutto il mondo, ad esempio, al termine di una serie di curl con bilanciere, che serve per allenare i bicipiti, moltissimi atleti utilizzano il cheating per effettuare due o tre ripetizioni in più, utilizzando schiena e gambe, cercando di dare ulteriore slancio al movimento di flessione delle braccia oppure per terminare la serie prevista con un carico di utilizzo superiore.

 

Il cheating infatti è una tecnica di intensificazione che permette di svolgere più lavoro e di maneggiare carichi più alti, per tali motivi è una tecnica rischiosa che non è adatta per tutti gli esercizi.

 

E’ tassativamente ed obbligatoriamente vietato effettuare il cheating in esercizi come Squat e Stacco da terra, quindi qui di seguito avrete una comoda tabella ove sono rappresentati i principali esercizi per i quali è Consentito oppure No la tecnica del cheating.

 

 

CHEATING SI' O NO

 

ESERCIZIO  SI'   NO 
CURL CON BILANCIERE o MANUBRI IN PIEDI x  
CURL DI CONCENTRAZIONE   x
CURL SU PANCA INCLINATA   x
PULLEY  x  
VERTICAL ROW   x
LAT MACHINE AVANTI x  
LAT MACHINE DIETRO IL COLLO   x
TRAZIONI ALLA SBARRA x  
STACCO DA TERRA   x
SQUAT   x
FRENCH PRESS   x
PANCA PIANA x  
CHEST PRESS   x
PECTORAL MACHINE   x
CROCI AI CAVI   x
MILITARY PRESS * (VEDI NOTE) x  
ALZATE LATERALI/ FRONTALI/ 90°   x
TIRATE AL MENTO IN SOSPENSIONE   x
TIRATE AL MENTO DA TERRA x  
PIEGAMENTI SULLE BRACCIA x  
PARALLELE x  
REMATORE A T  x  
REMATORE A BUSTO FLESSO   x

 

Abbiamo elencato gli esercizi più comuni con i quali è possibile effettuare la tecnica del cheating, a fianco di ogni esercizio c'è il nostro parere in merito. Ad esempio che senso ha utilizzare pesi enormi ingestibili in esercizi come le alzate laterali ? 

 

Le alzate laterali secondo noi vanno effettuate con pesi gestibili con una tecnica di esecuzione sopraffina finalizzata all'isolamento del deltoide laterale.

 

Rematore a busto flesso con il cheating è alquanto pericoloso in quanto in questo esercizio le braccia non sono aderenti al corpo ed è facile farsi male tirando all'indietro in maniera scomposta e dinamica. Invece nel rematore a T con presa stretta il corpo è più unito e compatto ed un leggero basculamento è consentito e vedrete voi stessi che non vi farete male.

 

In linea generale il cheating si esegue nel curl con bilanciere al termine di una serie tirata al massimo delle nostre capacità ( e non in tutte), nelle tirate al mento da terra, nel military press. Per quanto riguarda il military press consigliamo di eseguirlo in piedi e di fare l'80% della serie con una tecnica sopraffina, al termine, quando il carico diventa pesante, passate alla versione push press che non è altro che un military press con presa leggermente più stretta dove lavorano tantissimo anche le gambe. La spinta delle gambe permetterà di portare il bilanciere sopra la testa.

 

Buon ABC Allenamento

 

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati