L'Allenamento per l'Ipertrofia nello Sport

L'Allenamento per l'Ipertrofia nello Sport

Un aumento del volume muscolare (ipertrofia) si ottiene meglio con l'applicazione della metodologia propria del body-building, per la quale questo sito ha redatto numerosi articoli.

A differenza di questo metodo che si concentra sull'incremento del volume globale della muscolatura, l'allenamento ipertrofico nelle altre discipline si limita maggiormente all'aumento del volume dei muscoli primari specifici per lo sport scelto, venendo così incontro ai bisogni di atleti quali:

  • Lanciatori nell'atletica pesante
  • Lottatori delle categorie pesanti
  • Pugili delle categorie pesanti

Per tutti questi atleti il peso è un vantaggio.

L'applicazione dei vari metodi utilizzati nel body-building porta indubbiamente ad un aumento di ipertrofia, ma non ottiene alcun risultato concernente l'adattamento del sistema nervoso, motivo per cui non verranno reclutate più fibre muscolare a contrazione rapida.

Ciò può rappresentare un ostacolo per la maggior parte degli sportivi e quindi il body-building andrebbe utilizzato soltanto in una determinata fase dell'aumento della forza e soltanto con determinati atleti.

Il body-building può essere applicato anche ad atleti principianti, premesso che essi non eseguano serie portate al cedimento o esaurimento. Del resto questo metodo è relativamente sicuro poiché utilizza carichi moderati e quindi si addice anche a coloro che cercano di entrare in una categoria di peso più elevata nell'ambito degli sport quali boxe, kick boxing, lotta, mma.


L'obiettivo principale del bodybuilding è provocare dei cambiamenti chimici rilevanti all'interno dei muscoli. In tal modo si sviluppa una massa muscolare che deriva soprattutto dagli elementi contrattili delle fibre muscolari (filamenti di miosina) e non dall'aumento di fluidi e plasma, come si suppone di solito.

Questa è la ragione per cui la forza degli atleti di body-building non è proporzionale alla loro corporatura. I powerlifter, gli uomini più forti del pianeta, sono più piccoli, in proporzione al grasso e alla struttura (altezza, peso), dei loro amici body-builder del Mister Olympia.

CONSIDERAZIONI

Visto che nel body-building non si impiegano carichi massimali, non si produce la massima tensione muscolare. Infatti, utilizzando i carichi comunemente adoperati nel body-building, cioè al di sotto del livello massimo, gli atleti contraggono i muscoli fino ad arrivare all'esaurimento, ed in tal modo il processo di reclutamento delle fibre muscolari varia; cioè, quando una certa quantità di fibre inizia ad affaticarsi altre iniziano a lavorare.

Nel body-building è essenziale effettuare il massimo numero di ripetizioni, tra le 6 e le 12, all'interno di una determinata serie. Se viene utilizzato un carico maggiore bisognerà abbassare il numero di ripetizioni.

Durante l'allenamento, la resistenza di un carico costante varia a seconda della quantità di ripetizioni.

Quanto più numerose saranno le ripetizioni tanto più pesante sembrerà il carico, anche se all'inizio dell'esercizio può sembrare leggero.

Aumentando il numero delle ripetizioni, il carico che all'inizio sembrava leggero, diventerà ostico sino a diventare massimo nell'ultima sudata ripetizione.

Con l'aumento della fatica aumenta anche l'attivazione di unità motorie ed i benefici di ciò sono simili a quelli ottenuti con il sollevamento di carichi massimi.

Questi sono i meccanismi di massima di come funziona un allenamento di body-building e a cosa serve.

Il bodybuilding è uno sport atipico, dove la prestazione è valutata non attraverso una performance sportiva, ma con parametri puramente estetici quali la massa muscolare, definizione dei muscoli, percentuale di grasso, simmetria e armonia muscolare.

Lo scopo del bodybuilder non è (solo) quello di sollevare un peso maggiore, ma di ottenere il massimo volume muscolare con la minor quantità di massa grassa.

CONCLUSIONI

Il Body-Building è una disciplina stupenda, dona salute, forma fisica sempre al top per diversi anni della vostra vita, però è da considerarsi come uno sport a parte e quindi non è possibile fare boxe, mma, ciclismo, atletica, lotta ed altri sport ed allenarsi con i pesi in stile body building come rafforzamento del proprio corpo. Questo in caso di atleti che danno alle loro discipline primarie una certa importanza e priorità.

Nel senso che se volete scalare il Mortirolo in bicicletta non è intelligente aumentare di peso, perchè questo peso, anche se è massa magra, sarà poi da portare dietro, magari con la stessa forza e/o potenza.

L'allenamento pesi negli altri sport è fondamentale, anzi di primaria importanza ma va considerato come uno strumento funzionale della preparazione globale e non come uno strumento per abbellire esteticamente il fisico.

Nello Sport bisogna integrare le sedute di allenamento con i pesi, ma questi vanno visti come movimenti nei quali bisogna sollevare carichi consistenti per aumentare la forza.

Non ci saranno divisioni muscolari, ma le schede saranno delle progressioni di esercizi, collocati in una certa maniera, atti ad aumentare la forza muscolare.

Nel Body Building c'è anche l'aumento della forza, ma le sedute rispettano sempre una certa logica muscolare per dare spazio alla super-compensazione di fare poi il suo compito, facendo "ingrossare" i muscoli.

Negli altri sport non ve ne deve fregare! Può darsi che dovrete fare squat per 2 o 3 volte la settimana (con protocolli diversi) perché il protocollo di forza prevede questo.

E' chiaro che un aumento di forza, donerà al fisico uno sviluppo anche di tipo muscolare, ma sappiate che è solo un effetto collaterale dell'allenamento.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati