L’allenamento di Resistenza a Lungo Termine rende i muscoli più efficienti. Ecco perché…

L’allenamento di Resistenza a Lungo Termine rende i muscoli più efficienti. Ecco perché…

Uno studio vi dà un altro motivo per introdurre nella vostra routine di allenamento lunghi periodi di esercizio a moderata intensità

Un recente studio vi dà un altro motivo per introdurre nella vostra routine di allenamento lunghi periodi di esercizio a moderata intensità: fibre muscolari migliori e più funzionali.

Cosa capiterebbe se mettessimo in competizione un corridore anziano (che si è sempre allenato) contro un atleta 30-40 anni più giovane di lui?

Salterebbe fuori sicuramente un risultato molto interessante.

Certamente, il ragazzo sulle breve distanze correrebbe più veloce del nonnino, ma il corridore esperto avrebbe un vantaggio invisibile sul giovane nella lunga distanza: i suoi muscoli sarebbero più efficienti.

Questo perché un regime particolare di allenamento (proprio dell’attività aerobica prolungata) praticato per tutta la vita come il ciclismo, canottaggio, corsa, o nuoto allenano i muscoli a cercare di utilizzare anche l’ultima briciola di energia dalle fonti combustibili naturali del corpo.

Quindi i ricercatori hanno cercato di capire se queste modifiche di allenamento abbiano o no un’azione diretta

  • -sulle riserve di energia (glicogeno e acidi grassi)
  • -sulla composizione del tipo di fibra muscolare (sia lenta o a contrazione rapida)
  • -e sulla capacità dei muscoli di produrre energia in di resistenza (capacità ossidativa) negli atleti di endurance esperti.

Nell’ambito della ricerca sono stati esaminati campioni di biopsia muscolare prelevata da 14 atleti "giovani" amatoriali di età compresa tra i 18 ed i 39 anni, e da 13 "vecchi" atleti di resistenza di età compresa tra i 60 ed i 75 anni.

I ricercatori hanno poi confrontato le biopsie a seconda della frequenza e della modalità di allenamento.

Inoltre hanno anche misurato il grasso corporeo e l’ossidazione del glicogeno negli atleti prima e dopo essere stati sottoposti ad un test da sforzo al cicloergometro.

I risultati dello studio

-I muscoli migliorano con l'età

-I muscoli degli atleti veterani tendevano ad avere più acidi grassi (che servono come combustibile), ed una percentuale maggiore di fibre muscolari ossidative per produrre più energia.

I muscoli degli atleti più anziani hanno anche bruciato i grassi in modo più costante durante l'esercizio fisico moderato.

Il loro unico svantaggio? Bassi livelli di glicogeno, la fonte secondaria di energia a lungo termine del nostro corpo.

Quindi, se volete scongiurare gli effetti negativi dell'invecchiamento e gli effetti deleteri di uno stile di vita sedentario, praticate un allenamento metabolicamente più efficiente per il vostro fisico.

Se sei sedentario scendi dal divano e comincia, oppure se ti stai già allenando ma ti manca un allenamento di durata, è ora di riprogrammare la tua routine alternandola anche con periodi di allenamento più lunghi a moderata intensità.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati