L'importanza della Pratica dello Stretching nel BodyBuilding

L'importanza della Pratica dello Stretching nel BodyBuilding

La pratica dello stretching può giovare al corpo ed alla mente, bisogna però praticarlo nel modo corretto e nel momento giusto. Studi recenti, relativi alla pratica degli esercizi di allungamento, prima di una competizione, indicano che ci possono essere poi dei problemi nella prestazione. Inoltre praticare esercizi di stretching prima di uno sforzo fisico, non è una panacea per eventuali infortuni muscolari.

A tal proposito potreste aver ricevuto il consiglio, da qualche esperto improvvisato, di fare stretching prima dell’allenamento, mettendovi così al riparo da eventuali infortuni. Il dottor David A. Lally ha condotto uno studio su 1543 partecipanti alla maratona di Honolulu, classificando chi effettuava stretching e chi un semplice riscaldamento.

La scoperta è stata sconcertante: i partecipanti alla maratona che facevano stretching avevano un rischio del 33% maggiore di subire infortuni muscolari.


Detto ciò, non bisogna confondere lo stretching con il riscaldamento: quest’ultimo è ovviamente fondamentale prima di ogni allenamento o esercizio particolare.

Il riscaldamento per un allenamento di bodybuilding, seduta marziale, allenamento per sport da combattimento e per tutti gli sport impegnativi deve essere una sorta di stretching dinamico, movimenti articolari effettuati a bassa intensità all'interno di un circuito aerobico.

I lottatori dovendo utilizzare il proprio corpo a 360°, hanno delle formule di riscaldamento che sono dei veri e propri allenamenti, dove riscaldano ogni parte del corpo con estrema precisione.

Giova precisare che i lottatori, sono atleti che si allenano moltissimo con i pesi, utilizzando carichi sovrumani, in tutte le categorie di peso, e anche per le sessioni di pesistica, sono soliti effettuare un riscaldamento molto accurato.

Nel bodybuilding non sempre si da importanza al riscaldamento, né tanto meno allo stretching; l'obiettivo di questo articolo sarà quello di convincervi che il riscaldamento e lo stretching sono alquanto importanti per allungare la vostra vita sportiva.

Quali sono i benefici della pratica dello stretching?

  • Coinvolgendo muscoli, tendini, ossa e articolazioni, può avere ricadute positive su tutto l’apparato locomotore, a partire da una migliore lubrificazione articolare, che può contrastare l’usura della cartilagine e quindi l’artrosi. Gli esercizi di allungamento aumentano la flessibilità e l’elasticità di muscoli e tendini, migliorano la coordinazione e, favorendo il rilassamento, riducono stress e tensioni.
  • Lo stretching contrasta anche l’accorciamento dei tessuti (retrazione), fenomeno legato all’invecchiamento che porta ad assumere posture scorrette
  • Può essere di grande aiuto nei programmi di riabilitazione dopo interventi chirurgici o traumi per recuperare ampiezza di movimento.

Chi pratica bodybuilding dovrebbe non pensare solamente all'incremento della massa muscolare e alla definizione dei propri muscoli, ma bensì anche al buon funzionamento di tutto il corpo per essere sempre in forma ottimale per affrontare i duri allenamenti che poi garantiranno lo sviluppo della massa muscolare.

  1. Chi non ha mai sofferto di mal di schiena?
  2. Chi non ha mai sofferto di dolori alle spalle?
  3. Chi non ha mai sofferto di dolori cervicali?
  4. Chi non ha mai avuto rigidità muscolari nelle gambe?

Se la macchina umana non è a puntino, prima o poi si avranno delle serie difficoltà nella normale esecuzione dei vari esercizi di bodybuilding.

Lo sapevate che il dolore é un avviso?

E' la maniera più veloce del nostro corpo per avere la nostra attenzione. Più intenso é il dolore, più velocemente lo prenderemo sul serio. Nel sistema locomotore, dietro al dolore c'é una perdita della normale neurofisiologia e biomeccanica, con o senza una lesione fisica.

Consideriamo qualsiasi processo patologico nel corpo. Un dente doloroso, cistifellea dolorosa, cuore doloroso, schiena dolorosa, qualsiasi cosa dolorosa, il dolore è un avvertimento normale di una patologia in corso. Dietro il dolore alla testa, al collo, alla spalla, al braccio, alla schiena o alla gamba c'è una causa. Una cura farmacologica può eliminare il sintomo, specialmente all'inizio della patologia ma non eliminerà il problema sottostante.

Nascondendo il dolore con i farmaci si rischia di sottovalutare il processo patologico in corso. Una semplice e facilmente risolvibile lesione fisiologico potrebbe evolvere in una cronica molto più problematica lesione fisica dei tessuti molli articolari. Infine quando la cura farmacologica non può più nascondere il processo patologico in corso, vi troverete ad affrontare un grande problema invece che uno piccolo.

Detto questo noi vi consigliamo, in caso di problemi muscolari, di farvi visitare sempre e comunque da un buon fisioterapista il quale avrà cura nel togliervi le contratture muscolari che vi portano ad avere male (collo, schiena, spalle, ecc ecc..)

Altresì sarebbe buona abitudine eseguire una o due volte alla settimana delle sedute complete di stretching per mantenere elastici e flessibili i vostri muscoli e le componenti del vostro corpo. Il fisioterapista vi effettuerà una specie di tagliando al vostro corpo riportandolo in assetto e voi con lo stretching lo manterrete più elastico, flessibile ed in salute.

Fatta questa premessa, provate i seguenti esercizi:

ESERCIZI DI STRETCHING PER LA SCHIENA

ESERCIZI DI STRETCHING PER IL COLLO

PROGRAMMA CON 10 ESERCIZI DI STRETCHING.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati