Attività fisica "fai da te". Consigli ed errori da evitare

Attività fisica "fai da te". Consigli ed errori da evitare

Vuoi praticare attività fisica a casa da solo ma hai paura di sbagliare sempre qualcosa?

Il consiglio che ci viene generalmente dato dagli esperti di vari settori è fare un'attività fisica a tutti i costi, bene o male, anche da soli quando non si abbia il tempo di frequentare un centro o una palestra per seguire un'attività organizzata da gente preparata.

Siamo d'accordo nell'utilità di fare esercizio fisico in ogni caso, ma farlo da soli ci garantisce allo stesso modo la realizzazione di determinati risultati senza procurarci danni?

 

Un'attività praticata in maniera autonoma può comportare una realizzazione incompleta dei contentuti dell'allenamento (resistenza organica, forza e flessiblità) e un errato dosaggio del carico relativo alla quantità-intensità-frequenza del lavoro stesso. Spesso, infatti, manca di parti fondamentali, è del tutto insufficiente e saltuaria e quindi non apporta alcun tipo di beneficio; al contrario, in altri casi è eccessiva e, non consentendo un recupero ottimale, può non realizzare lo stesso le nostre aspettative, con il potenziale pericolo di creare eventuali danni all'organismo.

E' sicuramente conveniente, quindi, dopo aver consultato il nostro medico e aver scelto l'attività da praticare che più ci piace e più si adatta alle nostre condizioni di salute, fare riferimento alle tabelle di allemamento che indicano le modalità dell'esercizio da effettuare in funzione

  • dell'età
  • del tipo di attività
  • nonché della sua durata
  • intensità
  • e frequenza settimanale

 

 

Un altro aspetto importante da considerare nell'attività fisica "fai da te", una volta apprese le nozioni sulla distribuzione del carico di lavoro, è l'organizzazione della sessione di allenamento e la scelta degli esercizi. Questi vanno selezionati in funzione della finalità allenante e delle proprie capacità fisiche e motorie, scegliendo quelli più adatti alla realizzazione degli obiettivi di allenamento desiderati e considerando la correttezza esecutiva requisito fondamentale per organizzare un protocollo di esercizi che risulti efficace e sicuro.

Non potendo dare in questa sede consigli specifici per ogni persona e per ogni situazione, metteremo in evidenza gli aspetti dell'allenamento dove è più probabile effettuare degli errori che con il passare del tempo possono nuocere non soltanto al proseguimento dell'attività (perché non ottenendo risultati la motivazione a proseguire, di conseguenza, diminuisce), ma anche allo stato di salute e al raggiungimento dell'efficienza fisica stessa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ERRORI DA EVITARE DURANTE L'ALLENAMENTO "FAI DA TE"

Riscaldamento

  • non iniziate troppo velocemente
  • non effettuate sforzi troppo intensi
  • non fatelo durare troppo a lungo
  • prevedete gli esercizi di stretching

Lavoro di resistenza organica

  • eseguite movimenti ad alto impatto e ad alta intensità soltanto quando la
  • capacità fisiche e motorie ve lo consentono
  • non effettuate pause di recupero troppo lunghe
  • non fermatevi bruscamente

Lavoro di forza

  • Non lavorate con carichi inadeguati o eccessivi
  • Esercitate corretttamente la muscolatura agonista e antagonista
  • Effettuate esercizi simmetrici
  • Evitate posture scorrette
  • Respirate correttamente
  • Non fate movimenti troppo veloci

Defaticamento

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati