L'allenamento nello Spinning

L'allenamento nello Spinning

Prima di immergersi nell'allenamento vero e proprio tramite spinbike è buona regola valutare  le tipologie dei corsi di Spinning presenti nel centro Fitness dove ci si allena e scegliere il metodo più affine alle proprie esigenze individuali, previa visita medica per escludere situazioni di rischio che potrebbero compromettere il proprio stato di salute, in particolare con l'insorgenza di patologie a carico della colonna vertebrale e delle articolazioni.

 

Con l'aiuto dell'istruttore ognuno procederà, successivamente, con la regolazione ottimale del mezzo meccanico, per adattarne la prestazione in base alle proprie esigenze di utilizzo; dopo aver acquisito familiarità con la bike, la procedura potrà essere effettuata in totale autonomia.


Per chi pratica lo Spinning senza un istruttore, consigliamo di leggere quest'articolo Programma Allenamento Spinning


Per chi pratica un allenamento di Spinning per la prima volta si consiglia di prediligere ritmi di pedalata agili, ma senza esagerazioni (fate attenzione a non saltellare sul sellino, sono le gambe che girano in tondo, mentre una gamba spinge l'altra tira).

 

Alcune Spinbike sono munite di contapedalate: all'inizio è meglio non superare le 80-90 NPM (numero di pedalate al minuto) e soltanto dopo le prime settimane di rodaggio, può essere tentato l'aumento dei “giri”. Inoltre è preferibile non forzare eccessivamente sulla frizione, ossia non “indurire” la pedalata per evitare infiammazioni o traumi ai tendini che non sono ancora allenati.

A questo proposito, i centri sportivi più attrezzati, testano i propri iscritti in modo da poterne conoscere il range cardiaco ottimale.

Il cardiofrequenzimetro, ormai alla portata di tutti, permette il monitoraggio dei battiti durante l'attività: è opportuno, in fase iniziale, attestarsi entro il 70/80% della FC massima e prediligere durante i primi allenamenti le posizione sedute, riservando in un secondo momento quelle “in piedi” erette sui pedali per non sbilanciare il tronco e non oscillare lateralmente il busto, ma soprattutto per evitare di stancarsi prima.


Le lezioni hanno durata di 1 ora circa e consentono un consistente dispendio calorico.

Qualche dettaglio sulle Spinbike


Ha un telaio regolabile e particolarmente robusto, tale da garantirne l'uso ad un target differenziato di utenti; presenta un'alta resistenza alle sollecitazioni meccaniche e all'usura, oltre ad avere un manubrio che consente l'appoggio delle mani in relazione alle diverse andature, onde evitare vizi posturali nella variazione della pedalata.

 

Quali benefici si possono ottenere dallo Spinnning?


Lo spinning risulta una scelta particolarmente positiva durante il periodo invernale per tutti coloro che desiderano migliorare la propria forma fisica e prestazione atletica.

Permette infatti di potenziare la struttura muscolare soprattutto della parte inferiore del corpo, in tempi ridotti rispetto al ciclismo tradizionale, di rafforzare l'attività cardiaca e circolatoria, tramite un intenso allenamento aerobico che sviluppa un notevole dispendio calorico.


Il lavoro di gruppo, la componente musicale e l'assistenza di un istruttore esperto, rendono lo spinning una pratica seducente anche per i più pigri in fatto di ginnastica.


Per i ciclisti allenati o professionisti sono stati studiati specifici metodi di lavoro, articolati in cicli in base al tipo di allenamento muscolare richiesto dalle differenti specialità praticate.


Per le donne che vogliono rassodare la parte inferiore del corpo, lo spinning in breve tempo (relativamente al proprio stato di forma) saprà dare sorprendenti soddisfazioni.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati