L'Utilizzo del Pilates in Campo Atletico

L'Utilizzo del Pilates in Campo Atletico

Il metodo Pilates, per l'estrema versatilità che lo rende unico nel suo genere ha notevoli campi di applicazione, che vanno dal fitness ai settori riabilitativi nel campo ortopedico, oppure semplicemente per il mantenimento del benessere fisico.

Gli sportivi delle più svariate discipline possono trarre beneficio da questa ginnastica, e più precisamente: gli atleti, che per mezzo di questa ginnastica completano la preparazione generale a livello agonistico oppure quando eseguono programmi di riabilitazione dopo eventi traumatici ed infine lo sportivo che utilizza questa particolare ginnastica per correggere eventuali vizi posturali o semplicemente per mantenere l'elasticità muscolare. Il metodo Pilates nasce come ginnastica a corpo libero denominata Mat Work e utilizza in seguito una serie di particolari attrezzi specifici (Magic Circle, Bean Bag, ecc) e l'originalità e la varietà degli esercizi sono tali da non annoiare mai chi li esegue.


Ma questo metodo è davvero così utile anche all'atleta?


A nostro avviso sì, perché il suo obiettivo primario è proprio quello di portare chi lo pratica a muoversi rispettando alcuni princìpi di base che sono fondamentali per la formazione dell'atleta, e che sono:
  • la concentrazione
  • il controllo
  • il baricentro
  • la fluidità del movimento
  • la precisione
  • la respirazione

LA CONCENTRAZIONE


  • La concentrazione è fondamentale affinché si possano eseguire correttamente gli esercizi, pertanto è necessario prestare attenzione a tutti i movimenti, in quanto ogni parte del corpo ha la sua importanza e nulla deve essere trascurato o ignorato.
  • La concentrazione richiesta nell'eseguire le varie sequenze del metodo non si limitano esclusivamente al distretto muscolare e articolare coinvolto nel movimento, ma è estesa a tutto il corpo. È fondamentale infatti essere consapevoli della postura mantenuta durante l'esercizio.

CONTROLLO


  • Attraverso la concentrazione si deve arrivare ad avere il totale controllo di ogni gesto, poiché muoversi senza un'adeguata consapevolezza può provocare infortuni.
  • Siccome in questo metodo nulla è casuale, è necessario prestare attenzione non solo al movimento relativo all'articolazione interessata dall'esercizio ma, contemporaneamente, anche alla posizione della testa, del collo, degli arti superiori, delle dita delle mani, delle spalle, della schiena, del bacino, degli arti inferiori, ecc.
  • Questa ginnastica quindi insegna all'atleta ad avere il pieno controllo del proprio corpo e ad acquistare così maggiore scioltezza e armonia di movimento.

IL BARICENTRO

  • Il baricentro è il fulcro del metodo Pilates, sia dal punto di vista fisico sia dal punto di vista strutturale.

Chi insegna questo metodo considera il punto principale "di forza" l'area compresa tra la parte finale della cassa toracica e la porzione più bassa del bacino, zona questa che comprende numerosi muscoli:

  • frontalmente i retti addominali
  • gli obliqui e i traversi
  • posteriormente i gran dorsali, i quadrati dei lombi e i glutei
Una postura corretta è favorita dal rafforzamento del baricentro. Si pensi ad una zona compresa tra le due linee orizzonatli: una passa dalle spalle e l'altra attraverso le creste iliache superiori (la parte alta delle anche).
  • Si ottiene così la cosidetta "frame" o "box" (cornice), divisa da una linea verticale (la "linea centrale"), che rappresenta il giusto equilibrio delle forze.
  • Il lavoro del metodo Pilates si concentra soprattutto su questa linea centrale e sul controllo del corretto allineamento della cosidetta cornice.
  • Il controllo del baricentro viene inteso anche come stabilizzazione del bacino attraverso il lavoro sinergico dell'area addominale e di quella lombare, volto al mantenimento della posizione neutra.
  • Un appropriato sviluppo del lavoro sul baricentro comporta un minor dispendio energetico e una ridotta incidenza di infortuni e dolori lombari e dorsali.

FLUIDITÀ DEL MOVIMENTO


  • Nessun movimento in questa particolare "ginnastica" deve essere eseguito in modo rigido e contratto, così come non deve essere né troppo rapido né troppo lento.
  • In ogni gesto ci deve essere armonia e fluidità, unite al controllo del corpo. La fluidità dei movimenti è legata anche alla forza e alla fluidità del baricentro.

LA PRECISIONE


  • La precisione è un'altro aspetto fondamentale del metodo Pilates; la mancanza di controllo di ogni minimo movimento porta inevitabilmente ad una scorretta interpretazione ed esecuzione dell'esercizio.
  • Dalla precisione dei movimenti ha origine il bilanciamento del tono delle varie regioni muscolari.

LA RESPIRAZIONE


  • La respirazione è fondamentale in qualsiasi disciplina sportiva, nonostante tutto spesso non le si dà la giusta importanza. Inspirazione ed espirazione fluide e complete sono parte integrante di tutti gli esercizi nel metodo Pilates.

Ti potrebbero interessare i seguenti articoli affini all'argomento.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati