Come Bisogna Allenarsi per Dimagrire scolpendo gli Addominali?

Come Bisogna Allenarsi per Dimagrire scolpendo gli Addominali?

Linee Guida Generali da Seguire in Fase di Definizione Muscolare

Il Dimagrimento è una condizione metabolica che ha più strade, diverse sono le vie lipolitiche organiche, dunque per forza di cose ci sono metodi differenti per arrivare alla perdita di massa grassa.

 

Prima di tutto, cos'è il dimagrimento? cosa significa dimagrire?

 

Molti tengono monitorato il proprio peso sulla bilancia, ma questi strumenti (tranne quelle di nuova generazione) servono a ben poco, in quanto non misurano la percentuale di grasso corporeo. 

 

La perdita di peso non è sempre collegata alla perdita di grasso; molti ragazzi/e, che non conoscono i principi del dimagrimento, spesso se ne escono con affermazioni del tipo :" ho perso un chilo, sono dimagrito/a!" 

 

Un chilo non vuol dire niente; noi rispondiamo :" il buco della cintura dei pantaloni è nella medesima posizione?"

 

Il dimagrimento deve avere un lasso di tempo di monitoraggio vasto, almeno 2 mesi, per verificare l'effettiva perdita di grasso, con la conservazione di massa muscolare.

 

Non bisogna Perdere Massa Muscolare mentre si perde peso, in quanto se non si perde grasso, il risultato finale potrebbe essere catastrofico: 

  1. Avete perso peso ok, ma se fosse solo muscolo?
  2. Il grasso corporeo è ancora lì, nel giro vita per gli uomini e cosce e glutei per le donne
  3. Siete più piccoli di misure ma senza tono muscolare e sempre flaccidi 

E quindi come bisogna comportarsi?

 

DIMAGRIMENTO

 

Il dimagrimento è il calo delle frazioni lipidiche organiche, in particolare sottocutanee e viscerali. Non esiste dimagrimento, o perlomeno è estremamente difficile, senza un adeguato regime alimentare associato all'allenamento. Questo punto può essere scontato ma è alla base dell'insuccesso dei risultati degli individui che si allenano in palestra con l'obiettivo dell'addome scolpito.

 

ALLENAMENTO PER IL TONO MUSCOLARE

 

Il tono muscolare è un messaggio elettrico a bassissima intensità sempre presente nel muscolo attivo, anche a riposo. E' un adattamento tipicamente nervoso e ci si arriva con il classico allenamento per la forza.

 

L'allenamento per la forza incrementa nel tempo il tono muscolare; questo comporta un incremento del metabolismo basale del soggetto e anche un incremento del lavoro ossidativo sui grassi a riposo.

 

ALLENAMENTO PER L'IPERTROFIA

 

Cosa c'entra l'ipertrofia con il dimagrimento?

 

Durante un esercizio ad esaurimento, la produzione di lattato è indice di risposta ormonale da parte di:

  • ormone della crescita: proteosintetico e lipolitico
  • catecolamine: adrenalina e noradrenalina (lipolitici)
  • ormoni tiroidei: lipolitici

Potrebbe bastare? La risposta potrebbe essere anche sì, ma c'è dell'altro.

 

Sappiamo che lavorando in maniera intervallata sino alla soglia del lattato influiamo in maniera pesante sull'EPOC.

 

EPOC significa POST EXERCISE OXYGEN COSUMPTION. Tutto questo si traduce in un incremento del metabolismo protratto per parecchie ore ( a seconda dell'intensità dell'esercizio) dopo l'allenamento (12, 16 anche 24 ore) con un incremento del consumo di grassi del 10-15% a riposo!

 

ALLENAMENTO AEROBICO

Le vie ossidative del ciclo di Krebs sono fondamentali per apportare l'ossigeno indispensabile per la lipolisi. Il lavoro aerobico a bassa intensità è indispensabile nella prima fase di allenamento per i soggetti obesi o in forte sovrappeso fuori forma.

 

E' importante anche per i principianti, ma nel tempo l'intensità dovrà essere progressivamente incrementata arrivando all'allenamento intervallato o a circuito.

 

Abbiamo diversi modi per effettuare un circuito:

10 Linee Guida Generali per dimagrire

Da quanto abbiamo detto in sintesi in questo articolo, ecco le linee guida generali per dimagrire

  1. Allenarsi con i pesi 2 o 3 volte la settimana. Il protocollo deve prevedere almeno un esercizio di forza con serie portate all'incapacità muscolare, seguito da un circuito di esercizi sopra citati
  2. L'allenamento pesi tradizionale (se non volete fare i circuiti) deve avere ritmo, non guardate il cronometro, andate ad istinto, quando ne avete ripartite
  3. Allenarsi in total body è una buona idea in quanto aumenta il dispendio di energie anche nel post workout, dove il corpo ossiderà più grasso
  4. Utilizzare esercizi base molto produttivi nei circuiti è un modo estremamente efficace per innescare il metabolismo brucia grassi del nostro corpo
  5. Camminare se non siete obesi o persone estremamente sedentarie ed anziane, conta a ben poco per dimagrire, soprattutto poi se lo fate dopo cena con il cibo nello stomaco. Meglio effettuare circuiti con esercizi unitamente alla corsa in stile CrossFit proporzionato alle nostre possibilità
  6. Camminare nel tapis roulant dopo l'allenamento pesi per ore è un'altra attività che farà aumentare solamente il cortisolo e la noia. Optate per i percorsi HIIT Presenti nelle macchine cardiofitness
  7. Dopo l'allenamento assumete BCAA ma aspettate per lo spuntino, lasciate che il corpo proceda con la lipolisi. Lo spuntino danneggia questa fase; per incrementare la massa muscolare è obbligatorio, in definizione aspettate tamponando con i BCAA
  8. Di tanto in tanto provate un allenamento alla settimana a digiuno previa assunzione di BCAA e caffè amaro.
  9. Non tagliate troppi carboidrati soprattutto se state aumentando l'attività aerobica, consumateli però maggiormente nella prima metà della giornata
  10. Consumare abbastanza proteine per sostenere il tessuto muscolare.

Buon Dimagrimento da ABC

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati