Perché perdere peso è Cosi difficile? 5 cose importanti per raggiungere l'obiettivo

Perché perdere peso è Cosi difficile? 5 cose importanti per raggiungere l'obiettivo

Perché è così difficile perdere peso - e tenerlo sotto controllo? Ci sono un sacco di ragioni fisiologiche e psicologiche da poter elencare. Per semplificare le cose, potremmo dire che il nostro pensiero si riduce a questo: mangiare sano non è conveniente e non ha un sapore così buono come il resto del cibo, e l'esercizio fisico che trasforma il corpo è duro ed occupa del prezioso tempo libero.

 

A questo si potrebbe ridurre il motivo per cui diete e programmi di allenamento promettono progressi facili e veloci, dove non si avvertirà mai la fame, insoddisfazione o disagi. Chi non lo vorrebbe? Tuttavia, come si sa, queste metodologie di soluzione rapida possono funzionare per un po', ma difficilmente possono essere mantenuti a lungo termine. Perché? In parte, alcuni di questi programmi sono solo bizzarri. Ma, in aggiunta a ciò, siamo destinati a fallire perché non abbiamo le reali aspettative del processo.

 

Non è sempre facile
In particolare, siamo pronti a credere che perdere il peso e mantenere la perdita sarà facile, allegro. Ma, quando durante il cammino per raggiungere il nostro obiettivo il gioco si fa duro, (che lo sarà sempre), non siamo attrezzate per affrontare le difficoltà e le sfide, come il barattolo di cioccolata che non smette mai di attirarvi a lui. Imparare a mettersi a proprio agio con il disagio associato al perseguimento di un obiettivo come la perdita di peso, è un fattore critico per il successo. [1] La chiave è quella di padroneggiare le strategie basate sull'accettazione, che consentono di riconoscere gli stimoli senza agire su di essi.

 

Questo viene praticato nell'ambiente degli atleti professionisti come quelli impegnati in competizioni tipo le gare di bodybuilding. Per prepararsi ad una gara, la missione è quella di apparire al meglio in assoluto entro una certa data. Non c'è tempo per razionalizzare un desiderio, si vuole raggiungere l'obiettivo.

 

Questo lascia intendere chiaramente che sarà una sfida a tutti gli effetti e la motivazione, negli atleti professionisti, spesso porta ad accettarla con tutto il cuore e la voglia di farcela.

 

SUGGERIMENTI PER PRENDERE CONFIDENZA CON IL DISAGIO
Ora, questo non significa che bisogna esagerare con il disagio nel perseguire il vostro obiettivo fitness. Vivere sempre in forma. Mangiare sano può essere motivante. Un duro allenamento può dare un alto grado di soddisfazione. Tuttavia, non è sempre facile rimanere in carreggiata quando la vita diventa stressante. La chiave per mantenere se stessi sul percorso migliore è quello di essere pronti a tutto questo.

 

Ecco alcuni consigli / promemoria per aiutarvi a:

 

1 - Essere entusiaste del vostro obiettivo e delle sue sfide. Perseguire obiettivi che sono significativi per voi, allinearsi con i valori fondamentali e con gli obiettivi. Senza tale energia positiva, i momenti difficili saranno difficili da superare. Inoltre, prendere in considerazione le sfide che si dovranno affrontare lungo il cammino, ed essere pronti a prendere ciascuno con un senso di curiosità, entusiasmo e fiducia. Forse anche pianificare obiettivi con ricompense per voi divertenti ogni volta che si supera una di quelle sfide.

 

2 - Urge surfing. Si tratta di un approccio alla consapevolezza dove ci si siede tranquillamente, respirando a pieni polmoni, si riconosce il desiderio e le reali esperienze delle sensazioni fisiche. Guardare i propri pensieri, ma senza giudicarli. Mantenere e portare l'attenzione al vostro respiro e alle sensazioni corporee. Troverete che la voglia inizierà a dissipare. Combattere o ignorare il vostro desiderio può dare più potere. [2,3] Ripetere a voi stesse di non pensare ad esempio al cioccolato, può solo farvelo pensare di più!

 

3 - La fame non è un'emergenza. Solo perché si sente un po' la fame non significa che dovete mettere immediatamente “carne al fuoco”. La maggior parte delle volte, biologicamente, non c'è nemmeno bisogno di cibo - è solo un desiderio o qualcosa di emotivo che lo guida. Sentire un po' di fame reale è buono, soprattutto se il vostro obiettivo è la perdita di peso. Così, mantenendo il disagio, bevendo magari un po' d'acqua, fate qualche altra attività che vi farà arrivare fino al pasto, che probabilmente non sarà a oltre 1 ora o poco più di distanza.

 

4 - Avere un piano specifico. Avere un'alimentazione dettagliata e un piano di allenamento permette di mettere il vostro programma con il pilota automatico. Facendo così consente di salvaguardarsi da momentanee distrazioni dell'impegno al vostro obiettivo.

 

5 - Conoscere i propri punti deboli. Prendere in considerazione gli scenari in anticipo che sfidano la vostra determinazione e impostare le vostre intenzioni su essi, quindi scrivete delle istruzioni. Per esempio: se qualcuno vi offre un bis alla cena, sappiate di dire "Grazie mille, ma io sono piena." Se vi sentite demotivate ad andare in palestra, andateci lo stesso e vedrete che vi allenerete comunque.

 

Riferimenti:

Forman, E.M. & Butryn, M.L. (2015) A new look at the science of weight control. Appetite, 84, 171 -180.
Cioffi D. & Holloway J. (1993) Delayed costs of suppressed pain. Journal of Personality and Social Psychology 64, 274-282.
Clark D.M., Ball S, & Pape D. (1991) An Experimental Investigation of Thought Suppression Behaviour Research and Therapy, 29, 253-257.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati