Peso Ideale, Obesità Androide e Ginoide

Peso Ideale, Obesità Androide e Ginoide

Non sempre il Peso ideale è quello suggerito dalle Tabelle

Il peso globale del nostro corpo comprende:

  1. le ossa
  2. i muscoli
  3. la massa grassa
  4. gli organi
  5. le viscere
  6. i nervi
  7. l'acqua.

La massa grassa è diversa tra maschi e femmine, infatti costituisce il 15% del peso dell'uomo e il 22% nella donna.

Quindi cos'è l'obesità?

"L'obesità si definisce come un eccesso di questa massa grassa che rappresenta una percentuale superiore del 20% di questi valori medi (il 15% per gli uomini e il 22% per il gentil sesso)."

SNELLIRE....... E DIMAGRIRE

Finché l'obesità rientra "nell'accettabile" è un conto, ma quando parliamo di obesità grave diventa preoccupante proprio sotto il profilo medico, e allora è il caso di intervenire al più presto.

Oggi esistono delle bilance speciali che indicano, quando ci si pesa, la percentuale di massa grassa del corpo.


È molto utile poter seguire anche la perdita progressiva di questa massa grassa, perché snellire significa perdere peso ma dimagrire significa soprattutto ossidare i grassi di riserva.

Si può calcolare semplicemente l'indice della massa corporea aiutandosi con il grafico qui sotto riportato.

  • L'indice si situa sulla linea che lega il peso all'altezza.
  • La ripartizione topografica dei grassi permette di apprezzare il pronostico dell'obesità.
  • Si misura il rapporto: misura all'ombelico/misura delle anche, che normalmente è compreso da 0,85 a 1 per l'uomo e 0,65 a 0,85 per la donna.

LE "OBESITÀ

Ci sono due tipi di obesità.

  • L'obesità androide
  • L'obesità ginoide

ANDROIDE

Nell'obesità androide il grasso si accumula soprattutto nella parte superiore del corpo (viso, collo e addome al di sopra dell'ombelico).

Il rapporto è, in questo tipo di obesità, sempre superiore a 1.

Le complicanze sono precoci e frequenti:

  • diabete
  • ipercolesterolemia
  • ipertensione arteriosa
  • rischi cardiovascolari


GINOIDE

Nell'obesità ginoide la massa grassa predomina nella parte inferiore del corpo (anche, glutei, cosce e basso ventre).

Questa ripartizione è costituzionale nella donna.

I rischi di malattie sono piuttosto deboli, il pregiudizio è piuttosto estetico, anche perché nelle donne che sono predisposte può manifestarsi la cellulite.

IL PESO IDEALE... QUAL'È?

Al di là delle cifre mediche, che cercano di quantificare scientificamente, il peso più importante è quello di far precisare dal paziente il valore che spera di ritrovare, quello in cui si sente bene, ovviamente rimanendo all'interno di determinati parametri.

Questo tipo di peso forma è l'obiettivo primario da raggiungere.

Questa è una scelta che supera le norme teoriche, infatti spesso conviene non essere troppo restrittivi facendo riferimento solamente a delle tabelle.

Se questo peso sembra essere un obiettivo possibile da raggiungere, soprattutto quando si parte da uno stato di grave obesità, è più realista di una norma teorica imposta da un parere medico che, se troppo restrittivo, può essere già in partenza motivo di sconforto.

Allo stesso modo è bene non cercare di raggiungere traguardi impossibili dati dalle immagini ideali veicolate dai media e che si fissano come obiettivo un peso mitico e irreale, che non si giustifica in alcun modo e che l'organismo, armato di sistemi di regolazione, non accetterà mai di raggiungere.

Il peso ideale quindi, se esiste, deve essere oggetto di un'analisi lucida da parte nostra e, a volte, e nei casi più gravi di obesità, di una negoziazione critica con il proprio medico.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati