Ormoni anabolizzanti: Come stimolarli naturalmente

Ormoni anabolizzanti: Come stimolarli naturalmente

Quando si sente parlare di modulazione degli ormoni anabolizzanti è giusto che ci sia una certa diffidenza, però bisogna essere coscienti che questa modulazione degli ormoni, avviene naturalmente durante il giorno nel nostro corpo. Il solo fatto di dormire poco o molto influenza i nostri livelli ormonali, come pure mangiare o non mangiare causa un innalzamento o un deficit di alcuni ormoni.

Si può stimolare il testosterone?

Il testosterone è un ormone anabolizzante che viene naturalmente prodotto nel nostro corpo in quantità variabili. Più ne produciamo, più le prestazioni fisiche sia di forza che di resistenza aumenteranno sensibilmente. Il testosterone favorisce anche il recupero.
Il testosterone è un ormone che sviluppa il muscolo! Molte case che producono integratori, sono impegnati nella corsa per trovare qualcosa che ottimizzi la secrezione naturale di questo ormone. Gli stimolatori che si trovano in vendita sono principalmente piante come il Tribulus o la Maca, la cui efficacia spesso non da gli effetti desiderati, funzionando più come stabilizzatori di livelli naturali di testosterone che come produttori di un surplus di questo ormone. Molti atleti usano anche il Tribulus per ripristinare i livelli naturali di testosterone a seguito di un ciclo di anabolizzanti.

Lo ZMA ha conosciuto una certa fama come integratore stimolatore di testosterone. Si tratta di un composto di 30 mg di zinco aspartato e 450 mg di magnesio aspartato con 10 mg di vitamina B6. La denominazione ZMA è un marchio registrato che è stato ripreso in maniera più o meno legale da numerose case di integratori. Alcuni studi effettuati sullo ZMA, riferiscono risultati contrastanti; il primo è stato finanziato dal suo creatore, con risultati molto soddisfacenti soprattutto sugli innalzamenti di testosterone di circa 33%, mentre un altro studio effettuato su alcuni bodybuilder non ha dato nessun risultato evidente. Lo ZMA sembra comunque migliorare la qualità e la profondità del sonno, fattori che possono incidere sulla secrezione di testosterone, ma per questo uso a nostro parere sembra un integratore molto caro in quanto con l'assunzione di solo magnesio prima di andare a letto si può ottenere lo stesso effetto ad un prezzo significativamente minore.
L'aglio o i BCAA sembrano più efficaci, ma hanno una portata relativamente limitata. A parte l'allenamento intensivo, non pensiamo che ci siano degli integratori naturali in grado di accrescere in maniera significativa la secrezione di testosterone.

Stimolare l'ormone della crescita o GH

L'ormone della crescita o GH è un ormone peptidico molto particolare che possiede un'innegabile azione antagonista verso i grassi. Dapprima mobilita le molecole del grasso nel tessuto adiposo e, in un secondo tempo, aiuta i muscoli ed il fegato a convertirli come energia. Sul piano muscolare, la sua azione è un po' oggetto di controversie. In un abbondante contesto alimentare, il Gh favorisce la crescita del muscolo, ma perde questa proprietà anabolica in caso di alimentazione limitata. Gli stimolatori principali sono gli aminoacidi come l'arginina, la glutammina, e i BCAA.

Stimolare l'IGF

L'azione anabolica del GH potrebbe essere spiegata dalla sua capacità di aumentare i livelli di IGF nel fegato e nei muscoli. L'IGF è tra gli ormoni più anabolizzanti, se non il più anabolizzante, che produciamo. Un'alimentazione iperproteica favorisce generalmente la secrezione di IGF. Uno studio ha rivelato che i giovani di ambo i sessi che seguono un programma di body building o cardio-fitness, si osserva un incremento maggiore del livello di IGF-1 quando consumano 2,2 grammi di proteine per Kg di peso corporeo invece di 1,1. La creatina potrebbe anche agire come regolatore dell'IGF muscolare. Hurson nel 1995 ha mostrato che negli anziani l'assunzione per 14 giorni di arginina  (in forma di arginina aspartato) aumenta i livelli di IGF-1 e la ritenzione di azoto (il che è indice di accumulo di massa muscolare). Nelle donne l'assunzione di 80 mg di fotoestrogeni vegetali per una settimana, aumenta i livelli di IGF-1 e di IGFBP-3.

Stimolare l'insulina

L'insulina è il principale ormone responsabile dell'accumulo di energia. A eccezione del momento successivo allo sforzo fisico, lo sportivo non ha interesse a stimolare troppo la secrezione di insulina; benché l'ormone possegga effetti anabolici, questi ultimi sono visibili soprattutto a livello del tessuto grasso, più che dei muscoli. L'aumento del livello d'insulina subito dopo lo sforzo favorisce il rifornimento di glicogeno. Ma alcuni studi effettuati sui glucidi ad alto peso molecolare mostrano che è possibile raddoppiare la velocità di ri-sintesi del glicogeno senza per questo dover aumentare i livelli di insulina oltre il tasso raggiunto con i glucidi classici. Dal momento che questo ormone non è il solo regolatore del glicogeno, possiamo fare a meno di averne in eccesso.
Il solfato di vanadio è un minerale che mima alcuni effetti dell'insulina, in particolare sui muscoli, ma alla luce del suo potenziale effetto tossico e del fatto che non aumenta il livello di massa muscolare più di un placebo, ne sconsigliamo l'utilizzo.
Altri principali stimolatori di insulina sono le bevande energetiche, soprattutto quando vengono accompagnate da proteine come la siero-proteina, i BCAA, il fieno greco...La prudenza resta tuttavia d'obbligo.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati