Cos'è il Beta Carotene, Quali Sono i Benefici che Apporta alla Salute e Dove si Trova

Cos'è il Beta Carotene, Quali Sono i Benefici che Apporta alla Salute e Dove si Trova

Il beta carotene è un pigmento di colore rosso-arancio che si trova nelle piante e nei frutti, in particolare le carote e le verdure colorate.

Il nome beta carotene deriva dal greco beta e latino carota (carota). E' il colore giallo / arancio del pigmento che dà alla frutta e alla verdura i loro ricchi colori.
H. Wachenroder cristallizzò il beta carotene dalle radici della carota nel 1831 e si avvicinò con il nome di "carotene". La formula chimica del beta-carotene - C 40 H 56 - fù scoperta nel 1907.

 

I caroteni, soprattutto il beta carotene è presente abbondantemente in natura. Si stima che circa più di 500 carotenoidi differenti come β-carotene, α-carotene, luteina, criptoxantina, Zea xantina ... etc sono distribuiti in tutto il mondo vegetale e nelle alghe. Anche se molti di questi hanno dimostrato funzioni indipendenti, tuttavia, circa 50 o più possono essere metabolizzati in vitamina A nel corpo umano. Il β carotene è il carotenoide più prevalente nelle fonti vegetali di approvvigionamento alimentare ed è conosciuto anche come provitamina A.

 

Approssimativamente, 6 mg (il range può variare ampiamente 6-18 mg) di ß-carotene è pari a 1 RE (equivalenti retinolo) o 3,33 UI di vitamina-A.


Abbiamo bisogno di vitamina A per avere una pelle e mucose sane, ma anche per il nostro sistema immunitario e la buona salute degli occhi e della vista.
Il Beta carotene in sé non è un nutriente essenziale, mentre la vitamina A lo è.

 

Il Beta carotene ottenuto da alimenti, è una fonte sicura di vitamina A. La vitamina A può essere acquisita dal cibo che mangiamo, attraverso il beta carotene o in forma di integratore. Il vantaggio del beta carotene nella dieta è che il corpo lo converte solo quanto è necessario. L'eccesso di vitamina A può essere tossica. Livelli tossici di vitamina A si possono verificare se si consumano troppi integratori.

 

Il Beta Carotene è un Antiossidante

 

Ad esempio, il caratteristico colore rosso-arancio del fenicottero rosa è causato dal beta carotene presente nella loro dieta. IL beta carotene, come tutti i carotenoidi, è un antiossidante. Un antiossidante è una sostanza che inibisce l'ossidazione di altre molecole; protegge il corpo dai radicali liberi. I radicali liberi danneggiano le cellule attraverso l'ossidazione. Alla fine, i danni causati dai radicali liberi possono causare diverse malattie croniche. Diversi studi hanno dimostrato che gli antiossidanti attraverso la dieta, aiutano il sistema immunitario delle persone, proteggendole contro i radicali liberi e riducendo il rischio di sviluppare il cancro e malattie cardiache. Alcuni studi hanno suggerito che coloro che consumano almeno quattro porzioni al giorno di frutta e / o verdura ricca di beta carotene, hanno un minor rischio di sviluppare il cancro o malattie cardiache.

 

Quali alimenti sono ricchi di beta-carotene?


Quasi tutte le verdure e la frutta verde-giallo-arancio, sono fonti ricche di beta carotene.

 

Alcuni delle più comuni verdure / frutti / erbe / semi, con più alto contenuto di beta-carotene per 100 g di peso, sono:

 

Verdura:

ß-carotene / 100 g

Cavoletti di Bruxelles

450 mcg

Carote

8285 mcg

Cavolo a foglie 

3842 mcg

Indivia (insalata belga

1500 mcg

Fagiolini

379 mcg

Cavolo

9226 mcg

Lattuga

5226 mcg

Senape

6300 mcg

Zucca

3100 mcg

Spinaci

5626 mcg

Patata americana

8509 mcg

Bietola

3647 mcg

Pomodoro

449 mcg

Crescione

1914 mcg

Frutta:

 

Albicocche

1094 mcg

Melone Cantalupo

2020 mcg

Guaiava

374 mcg

Mango

445 mcg

Arance

71 mcg

Papaia

276 mcg

Susine

190 mcg

Anguria

303 mcg

Erbe:

 

Basilico

3142 mcg

Coriandolo

3930 mcg

Prezzemolo

5054 mcg

Timo

2264 mcg

Noci e semi:

 

Pistacchio

332 mcg

Noci

12 mcg 


(Fonte: banca dati USDA Nazionale di nutrienti).


Se si segue una dieta sana e ricca di beta carotene non si ha bisogno di integratori. Come accennato in precedenza, gli integratori possono portare ad eccessi indesiderati di livelli di beta carotene - questo non può verificarsi se la sorgente è il cibo che si mangia.

 

I Fumatori, Rischio di Cancro al Polmone e Beta-Carotene

 

Uno studio francese, che ha coinvolto delle donne adulte, pubblicato sul Journal of National Cancer Institute (nel settembre 2005) ha rilevato che i fumatori con alti livelli di beta carotene avevano un rischio maggiore di cancro al polmone e altri tumori legati al fumo rispetto ad altri fumatori. Hanno anche scoperto che i non fumatori con elevata assunzione di beta carotene hanno avuto un minor rischio di cancro al polmone. Essi hanno scoperto che il rischio di cancro ai polmoni nel corso di un periodo di dieci anni è stato:

 

  • 181,8 su 10.000 donne non fumatrici con basso apporto di beta carotene
  • 81,7 su 10.000 donne non fumatrici con elevata assunzione di beta carotene
  • 174 su 10.000 donne fumatrici con basso apporto di beta carotene
  • 368,3 su 10.000 donne fumatrici con elevata assunzione di beta-carotene

 

Ulteriori ricerche hanno suggerito che l'elevata assunzione tra i fumatori è quasi sempre a causa di integratori e non attraverso l'assunzione da cibo.

 

Il Beta Carotene può Rallentare il Declino Cognitivo

 

Le carote sono una fonte eccellente di beta carotene. Gli uomini che hanno assunto integratori di beta carotene per 15 o più anni, hanno molta meno probabilità di riscontrare il declino cognitivo rispetto ad altri maschi, i ricercatori della Harvard Medical School hanno riportato sull'Archives of Internal Medicine (edizione novembre 2007). Si ritiene che lo stress ossidativo possa essere un fattore chiave nel declino cognitivo, hanno spiegato i ricercatori. Gli studi hanno dimostrato che gli integratori antiossidanti possono aiutare a prevenire il deterioramento della mente. Il loro studio, ha coinvolto 4.052 uomini, ai quali per 18 anni ad alcuni hanno assunto integratori di beta carotene, mentre ad altri è stato dato un placebo. Nel breve termine, non hanno trovato alcuna differenza di rischio per il declino cognitivo tra i due gruppi di uomini, ma nel lungo termine, è stato chiaro che i supplementi di beta carotene hanno fatto una differenza significativa. I ricercatori hanno sottolineato che ci possono essere stati altri fattori che hanno contribuito al declino più lento inelle abilità cognitive tra gli uomini del gruppo beta-carotene.

Interazioni farmacologiche e Beta carotene 
L'interazione farmacologica si riferisce ad una sostanza che interferisce nel funzionamento di un farmaco, come ad esempio rendendolo meno efficace, aumentando la sua potenza, o cambiando quello che dovrebbe fare. 
I seguenti farmaci possono essere influenzati dai supplementi di beta carotene:

Le statine - l'efficacia della simvastatina (Zocor) e niacina può essere ridotto se il paziente sta assumendo beta carotene con selenio e vitamine E e C.

Alcuni farmaci per abbassare il colesterolo - colestiramina e colestipolo possono ridurre i livelli ematici del trenta-quaranta per cento in presenza di diete con beta carotene.

Orlistat (Xenical, Alli) - si tratta di un farmaco per il controllo del peso. Può compromettere l'assorbimento del beta carotene fino al 30%, con conseguente riduzione dei livelli di beta carotene nel sangue. Coloro che scelgono di prendere un multivitaminico mentre assumono l'orlistat, dovrebbero assumerlo almeno due ore prima del loro farmaco.

Olio minerale - utilizzato per il trattamento della stipsi, può abbassare i livelli ematici di beta carotene.

Il consumo di alcol a lungo termine può interagire con il beta carotene, aumentando le probabilità di sviluppare problemi al fegato. Il beta carotene rallenta il potere del declino polmonare nelle persone anziane. Il British Medical Journal ha pubblicato un rapporto, nel marzo 2006, che ha dimostrato che i livelli di beta-carotene nel sangue, compensano alcuni dei danni ai polmoni causati dai radicali liberi dell'ossigeno. Hanno misurato il FEV1 di 535 partecipanti e misurati i livelli ematici di beta carotene. Le misure di FEV1 sono la quantità di aria che si respira in un colpo solo. Essi hanno scoperto che le persone con alti livelli di beta carotene avevano un declino molto più lento dei valori di FEV1.

Carotenemia

L'eccesso di beta-carotene con l'aggiunta di fonti vegetali, provoca la deposizione di caroteni nella pelle e nei tessuti che comporta una condizione innocua nota come carotenemia. La condizione retrocede di per sé una volta che gli alimenti ricchi di caroteni vengono eliminati dalla dieta.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati