Glutatione

Glutatione

L'antiossidante per eccellenza e promotore di lunga vita

Il glutatione è una proteina che si trova all'interno delle cellule del corpo umano, con le più alte concentrazioni riscontrate nel fegato. Come Tripeptide è costituito dai seguenti tre amminoacidi acido glutammico, L-cisteina e L-glicina.

 

Il glutatione è stato scoperto nel 1888, ma solo dal 1984 il suo metabolismo nel corpo ha cominciato ad essere oggetto di studi approfonditi.

 

Il glutatione agisce come un potente antiossidante e disintossicante che protegge le cellule dai radicali liberi e dallo stress ossidativo e rinforza il sistema immunitario. I livelli di glutatione nelle cellule del corpo umano iniziano a diminuire dopo i vent'anni.

 

Una ulteriore integrazione di L-cisteina permette al corpo di produrre più glutatione. Questo a sua volta permette al corpo di riutilizzare gli ossidati di vitamina E e vitamina C quando combinato con il glutatione perossidasi.

 

I Principali Vantaggi del Glutatione

Assunto per via orale è utile per:

  • Cataratta.
  • Glaucoma.
  • Prevenire l'invecchiamento.
  • Trattare o prevenire l'alcolismo.
  • Asma.
  • Cancro.
  • Le malattie cardiache.
  • Livelli alti di colesterolo.
  • Problemi al fegato.
  • AIDS.
  • Sindrome da stanchezza cronica.
  • Perdita di memoria.
  • Il morbo di Alzheimer.
  • Osteoartrite.
  • Morbo di Parkinson.
  • Altre condizioni.

 

Inalato è utile per:

  • La cura delle malattie polmonari.
  • Altre condizioni.

 

Per via Endovenosa è utile per:

  • Trattamento del morbo di Parkinson.
  • Diabete.
  • Anemia in persone in emodialisi.
  • "Indurimento delle arterie" (aterosclerosi).
  • Infertilità negli uomini.
  • Altre condizioni.

 

Un recente studio ha esaminato l'effetto dell'assunzione di glutatione sul metabolismo muscolare indotto dall'esercizio fisico e dalla fatica nei topi e nell'uomo.
I risultati suggeriscono che l'integrazione di glutatione ha migliorato il metabolismo lipidico e l'acidificazione nei muscoli scheletrici durante l'esercizio fisico, potando a meno affaticamento muscolare e quindi aumentando le prestazioni.

 

Diminuzione dei livelli di glutatione sono stati collegati a una serie di malattie legate all'età, tra cui il morbo di Alzheimer e la degenerazione maculare. Uno studio dell'University of Alabama ha scoperto che le cellule dei globuli rossi nei pazienti di Alzheimer di sesso maschile hanno mostrato una significativa mancanza di glutatione.

 

Uno studio con pazienti con malattia cardiaca ha scoperto che bassi livelli di glutatione, aumentavano le probabilità di avere un attacco di cuore.

 

Le forti proprietà antiossidanti del glutatione lo rendono adatto all'integrazione, particolarmente nei casi di crescita delle cellule svantaggiose, come quelle tumorali del cancro e di lipomi. Il glutatione non è in grado di curare il cancro, ma diversi studi suggeriscono che può ridurre la crescita di nuove cellule tumorali. Alcuni medici raccomandano pertanto la sua integrazione nel trattamento del cancro, in quanto aumenta l'efficacia dei farmaci chemioterapici e riduce la loro tossicità.

 

Il glutatione è stato anche utilizzato per trattare la malattia di Parkinson, anemia falciforme, fibrosi polmonare idiopatica e avvelenamento, in quanto è in grado di decontaminare il corpo dai metalli pesanti quali il mercurio.

 

Il glutatione è in grado di influenzare positivamente la qualità dello sperma negli uomini. Questo effetto si ottiene dall'abbassamento della pressione sanguigna in caso di pazienti diabetici, diminuendo lo stress ossidativo sulle cellule spermatiche sensibili e quindi con minori danni a carico del loro DNA.

 

Si raccomanda pertanto alle coppie, che stanno cercando di concepire, un integratore con vari micronutrienti. In particolare, essi dovrebbero consumare N-acetil- cisteina (NAC), che viene utilizzato nel corpo per produrre L-glutatione.

 

Per aumentare in modo efficace la fertilità nei maschi , l'aspirante padre dovrebbe anche cercare di consumare altri nutrienti scientificamente provati, come arginina, carnitina e estratto di corteccia di pino. Questi influenzeranno positivamente il numero di spermatozoi, la motilità e la morfologia contemporaneamente.

 

Il glutatione è stato utilizzato anche per il trattamento di asma e di restrizione delle vie aeree quando utilizzato come inalante. Uno studio del 2010 dell'Università of Utrecht ha scoperto che esso previene precocemente la reazione asmatica e l'iperreattività delle vie aeree.

 

Malattie psichiatriche, tra cui il disturbo bipolare, la schizofrenia e la depressione sono stati collegati a bassi livelli di glutatione siccome il cervello si trova senza le sue capacità antiossidanti, subendo probabilmente i danni dello stress ossidativo.

 

È generalmente consigliabile mantenere un adeguato livello di glutatione nel sangue per proteggere il corpo dall'ossidazione (danni al tessuto prodotto dai radicali liberi). Lo stress ossidativo svolge un ruolo significativo nel cancro, ma anche nell'arteriosclerosi, artrite e cataratta.

 

Come funziona il Glutatione ?

 

Il glutatione è l'unico antiossidante intracellulare trovato, il che significa che agisce all'interno delle cellule. Come tale è in grado di mantenere la loro salute e le prestazioni e resistere alla malattia neutralizzando i radicali liberi e mantenendo altri antiossidanti, compresa la vitamina C ed E, nella loro forma attiva. Inoltre aiuta il fegato ad elaborare le tossine, aiuta il DNA e la sintesi proteica e regola sia il ciclo di ossido nitrico che il metabolismo del ferro.

 

I livelli di glutatione nei pazienti con malattie gravi come l'AIDS e il cancro sono stati trovati di essere molto bassi. Molti scienziati credono che ci sia un legame tra bassi livelli di glutatione e la morte delle cellule.

Diversi studi di centenari (esseri umani che hanno vissuto più di 100 anni) in diversi paesi, tra cui la Polonia, l'Italia e la Danimarca, hanno trovato livelli molto elevati di glutatione nelle loro celle.

 

Come Consumare Più Glutatione


Più raccomandato come integrazione sono combinazioni di aminoacidi L-cisteina e L-glutammina, perché il consumo orale di L-glutatione non è conclusivo nella ricerca. Per massimizzare l'effetto ossidativo, questi amminoacidi dovrebbero essere presi insieme con selenio, zinco e magnesio.

 

Il glutatione si trova naturalmente in molte verdure fresche, frutta e carne rossa (manzo, montone e agnello), una dieta sana può aiutare a mantenere i livelli e rendere possibile al corpo di continuare a sintetizzarlo.

 

Particolarmente utile per questo sono le verdure che contengono elevate quantità di zolfo, tra cui cavoli, broccoli, aglio, cavolo e cavolfiore.

Molti dei benefici comunque, vengono persi quando il cibo viene cotto. Alcuni integratori alimentari, come l'estratto di corteccia di pino, acido alfa lipoico, cardo mariano e l'estratto di uva possono aumentare i livelli di glutatione.

 

I livelli di glutatione si possono aumentare, oltre che con una dieta sana e fare esercizio fisico regolare, ingerendo anche un precursore. Questo contiene le molecole necessarie per stimolare l'organismo a produrre glutatione, piuttosto che la proteina stessa.

Uno di questi microelementi è l'N acetil cisteina, nota anche come NAC. Questo è stato utilizzato per molti anni per eliminare il muco nei polmoni nei pazienti affetti da fibrosi cistica, asma e bronchite, ed è spesso utilizzato dai pazienti affetti da HIV per aumentare il loro sistema immunitario.

 

L-cisteina, viene separata nello stomaco da enzimi e pepsine, ma se le molecole di cisteina sono legate, sarà assorbita dal flusso sanguigno e entrerà nelle cellule. Si può legare con la glicina e il glutammato per rendere più glutatione.

 

La cisteina legata si trova anche nel latte materno e può essere replicata con latte vaccino crudo, sotto forma di proteine ​​del siero non denaturato.

Grandi dosi di NAC sono date spesso in casi di overdose di acetaminofene (Tylenol) per prevenire l'insufficienza epatica. Le dosi giornaliere di 500 mg o più di vitamina C possono anche aumentare la produzione di glutatione.

 

Effetti Collaterali e Sicurezza per l'Uso
Il Glutatione è probabilmente sano per la maggior parte degli adulti quando assunto per via orale, per inalazione o per iniezione nel muscolo o nelle vene. Possibili effetti collaterali non sono noti.
Precauzioni e avvertenze speciali:
Gravidanza e allattamento : Non si sa abbastanza circa l'uso del glutatione durante la gravidanza e l'allattamento. Rimanere sul sicuro ed evitare l'uso. Asma : Non inalare glutatione se ha l'asma. Si possono aumentare alcuni sintomi di asma.

 

Conclusione
Il glutatione è una molecola presente naturalmente nel corpo umano all'interno delle cellule, i suoi livelli diminuiscono con l'età e livelli bassi possono causare molte malattie gravi. È uno dei più potenti antiossidanti nel corpo in quanto è l'unico che è intracellulare.

 

È stato anche scoperto che può agire come un antiossidante ad altri antiossidanti in quanto ha la capacità di massimizzare l'attività di vitamina C, vitamina E e CoQ10. Mentre una dieta sana e lo stile di vita possono aiutare a rallentare il declino del corpo, integrando questo con precursori glutatione può aiutare a stimolare l'organismo a produrne di più e quindi mantenere la salute e rallentare il processo di invecchiamento.

 

Riferimenti:

Journal of the International Society of Sports Nutrition 2015, 12:7 doi:10.1186/s12970-015-0067-x
webmd -glutathione-
Glutathione metabolism during aging and in Alzheimer disease http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15247041
Blankenberg, Stefan, et al. Glutathione peroxidase 1 activity and cardiovascular events in patients with coronary artery disease. New England Journal of Medicine, Vol. 349, October 23, 2003, pp. 1605-13
Smyth JF, Bowman A, Perren T, et al. Glutathione reduces the toxicity and improves quality of life of women diagnosed with ovarian cancer treated with cisplatin: results of a double-blind, randomized trial. Ann Oncol 1997;8:569-73
Lenzi A, Culasso F, Gandini L, et al. Placebo-controlled, double-blind, cross-over trial of glutathione therapy in male infertility. Hum Reprod 1993;8:1657-62
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20228417
Gawryluk, JW; Wang, JF; Andreazza, AC; Shao, L; Young, LT (2011). “Decreased levels of glutathione, the major brain antioxidant, in post-mortem prefrontal cortex from patients with psychiatric disorders. The international journal of neuropsychopharmacology / official scientific journal of the Collegium Internationale Neuropsychopharmacologicum (CINP) 14 (1): 123–30.doi:10.1017/S1461145710000805. PMID 20633320
Glutathione, oxidative stress and aging, Age, Vol. 19, 129-139, 1996 http://link.springer.com/article/10.1007%2FBF02434082
Hagen TM, Wierzbicka GT, Sillau AH, et al. Fate of dietary glutathione: disposition in the gastrointestinal tract. Am J Physiology 1990;259(4Pt1):G530-5)
Johnston, CS, et al. Vitamin C elevates red blood cell glutathione in healthy adults. American Journal of Clinical Nutrition, Vol. 58, July 1993, pp. 103-05

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati