Analisi sugli Integratori per la Perdita di Grasso

Analisi sugli Integratori per la Perdita di Grasso

Che cosa funziona e cosa no

L'industria degli integratori è piena di integratori che dovrebbero facilitare la perdita di grasso. Ma, chi si allena duramente in palestra, sa perfettamente che il duro lavoro in palestra è una componente fondamentale per diventare magra. Sappiamo che bruciare i grassi c'è bisogno di alcune modifiche dietetiche (cioè, la restrizione calorica, riduzione dei carboidrati, temporizzazione dei nutrienti).

La dieta può provocare adattamenti metabolici che potrebbero essere controproducenti per i vostri obiettivi. Mentre puntiamo a qualsiasi deficit calorico per bruciare il grasso, il corpo cerca di regolare il nostro metabolismo, rallentandolo, per il risparmio energetico. Qui è dove gli integratori per la "perdita di grasso" possono essere di aiuto. Sappiamo che non esiste una pillola magica che ci permetterà di sederci intorno ad una tavola e mangiare quello a sbafo e allo stesso tempo perdere grasso. Tuttavia, ci sono integratori che possono aiutare la nostra dieta e migliorare il nostro metabolismo.

Gli integratori alimentari possono migliorare i nostri obiettivi di perdita di peso attraverso una serie di meccanismi:

1. Soppressione dell'appetito

2. Compromettere l'assorbimento dei grassi

3. Aumento dell'ossidazione dei grassi durante l'esercizio

4. Aumento del dispendio energetico a riposo (attivazione del grasso bruno e termogenesi)

5. Promuovere la mobilitazione e il metabolismo dei grassi

Il meccanismo principale per migliorare la maggior parte di questi obiettivi nel nostro corpo è l'attivazione del sistema nervoso simpatico (SNS). La SNS è il sistema che produce adrenalina (epinefrina) e noradrenalina (norepinefrina, NE). Sappiamo tutti della potenza della SNS quando viene attivata la risposta "lotta o fuga" a seguito di una situazione di paura o eccitazione derivante da una competizione. Il cuore inizia a battere, si inizia a sudare e l'ultima cosa che ci viene in mente è il cibo. Questo è il meccanismo che molti integratori di successo, per la perdita di grasso, cercano di sfruttare.

Uno degli integratori più efficaci di tutti i tempi (vietato in Italia) è stato l'ECA Stack. L'ECA è sinonimo di efedrina, caffeina e aspirina. Questa combinazione era molto efficace e sinergica, ma vietata anche dalla Food and Drug Administration (FDA) in merito al contenuto di efedrina. La premessa di questa combinazione è stata quella di colpire la SNS da più angolazioni. [1] L'efedrina stimola il rilascio di NE, proprio come l'esercizio fisico e la paura. La caffeina e altri alcaloidi (teobromina, teofillina, etc.) impediscono che il segnale NE venga spento. L'aspirina inibisce la formazione di prostaglandine che possono modulare l'azione di NE. Altri composti possono prevenire la ripartizione di NE (polifenoli come le catechine del tè verde inibiscono il COMT, o catecol-O-metiltransferasi) o accendere ulteriormente il segnale di NE sui suoi tessuti bersaglio come le cellule di grasso, muscoli e del cuore (forscolina, xantina).

Alcuni integratori, tentano di attivare il nostro metabolismo, in particolare “trasformando il calore” . Il corpo ha un tessuto chiamato "grasso bruno" o tessuto adiposo bruno; BAT. Il BAT è molto più metabolicamente attivo rispetto al "tessuto adiposo bianco" che crea il nostro isolamento e riserve di energia. Il BAT brucia il grasso per rilasciare energia sotto forma di calore. Molti scienziati sono alla ricerca di modi per attivare il BAT per migliorare il metabolismo brucia-grassi. Fortunatamente, possiamo attivare il BAT con i cambiamenti ambientali (abbassamento della temperatura ambientale), con i cambiamenti alimentari (mangiare più proteine) e mediante integratori (capsaicinoidi, melatonina ecc).

Altri integratori dicono di attivare l'ormone tiroideo, ridurre la conversione di zuccheri in grassi, e ridurre l'assorbimento di grassi o di zucchero. Nel resto di questo articolo, porremo alcuni dati sugli integratori comuni e che dovrebbero servire per la perdita di grasso. E' importante capire che non sempre la ricerca sugli animali si traduce con lo stesso effetto sugli esseri umani.

Segue non perdetevi la parte 2

Riferimenti:

1. Dulloo AG. The search for compounds that stimulate thermogenesis in obesity management: from pharmaceuticals to functional food ingredients. Obes Rev 2011;Oct;12(10):866-83.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati