Carnitina

Carnitina

Cosa dice la ricerca?

Anche se sappiamo che non vi è alcuna soluzione rapida, a molti di noi piace sperimentare con gli integratori per poter ottenere quel qualcosa in più. Se il vostro obiettivo è l'estetica e la perdita di grasso, la carnitina può essere un utile integratore per voi in quanto esso aiuta il metabolismo dei grassi. Se il vostro obiettivo è orientato alla performance, la carnitina permette al corpo di utilizzare in modo efficiente i grassi come fonte di energia, quindi anche per questo, potrebbe anche esservi utile.


Che Cos'è la Carnitina?

 

La Carnitina è una molecola di trasporto sintetizzata naturalmente nel fegato da una combinazione degli amminoacidi lisina e metionina. La carnitina è responsabile di trasportare gli acidi grassi liberi nei nostri mitocondri per utilizzarli come energia.

"Un integratore di carnitina può garantire di mobilitare gli acidi grassi e bruciarli invece di immagazzinarli sotto forma di grasso nel tessuto adiposo."

 

Durante l'esercizio fisico, vengono liberati gli acidi grassi. Questo può comportare la perdita di peso se gli acidi grassi vengono bruciati nei mitocondri. La carnitina è presente durante questo periodo, ma tende ad essere un fattore limitante in questo processo. Nel senso che, la carnitina non è sempre presente in grandi quantità , quindi può essere insufficiente per trasferire tutti gli acidi grassi per mobilizzarli durante l'esercizio. Un integratore di carnitina può garantire di mobilitare gli acidi grassi e bruciarli invece di rimandarli indietro nel tessuto adiposo come grasso.

Carnitina Trasporto ed Esercizio Fisico

Il grafico seguente mostra il ciclo di trasporto della carnitina. Durante l'esercizio e le attività quotidiane, avviene una disgregazione del tessuto adiposo grasso sotto forma di acidi grassi liberi per essere utilizzati come energia. I macrofagi ed altre cellule che producono energia nel sangue occupano gli acidi grassi, ma queste molecole non possono attraversare la barriera nella cellula o mitocondrio senza aiuto.

Una volta che gli acidi grassi si accumulano nel sangue, il coenzima A (CoA) attribuisce e attiva gli acidi grassi, portandoli nel citosol della cellula. Una molecola di carnitina poi si attacca, consentendo poi di trasportare il recettore, carnitina-palmitoil transferasi 1 (CPT1), per riconoscere e trasportare l'acido grasso attraverso la membrana mitocondriale esterna nello spazio delle intermembrane.

Poi, un specifico enzima della carnitina di trasferimento nella membrana mitocondriale interna porta l'acido grasso nel mitocondrio per scomporsi in carnitina-palmitoil transferasi 2 (CPT2), e la molecola carnitina viene ritrasferito al citosol per trasportare più acidi grassi.

Ma in tempi di alto consumo energetico, come quello dell'allenamento ad alta intensità, la carnitina non può tenere il passo con gli acidi grassi liberi che si accumulano. In generale, il CoA è in generale sufficiente per tenere il passo, mentre la carnitina no.

 

Dosaggio ed Effetti Collaterali della Carnitina

La dose raccomandata di L-carnitina (la forma attiva) è 500-1,500mg al giorno, e gli integratori sono disponibili in forma liquida o capsule. Se si pensa che la carnitina può essere un supplemento per voi, provate anche con la forma liquida. Diluire e sorseggiare l'integratore liquido vicino ai pasti e durante e dopo l'esercizio fisico, consente di ottimizzare i livelli di carnitina per il metabolismo dei grassi e il dispendio energetico. La carnitina in eccesso, a seguito di integrazione, è trattata come gli amminoacidi in eccesso dal corpo ed escreta attraverso le urine.

Gli effetti collaterali di un'integrazione con L-carnitina sono rari, ma importante da tenere presente è che la carnitina può interagire con la tiroide. In passato è stato usata per trattare l'ipertiroidismo, ma se soffrite di ipotiroidismo (malattia di Hashimoto), assicuratevi di prendere il vostro integratore di carnitina in un momento diverso della giornata che assumete il farmaco della tiroide.

Cosa dice la ricerca sulla Carnitina?

Anche se quando presa correttamente, l'integrazione di carnitina non dovrebbe far male in nessun modo, ma è anche importante considerare se effettivamente vi sta aiutando in qualche modo.

La carnitina è stata recentemente studiata nei gatti in sovrappeso. La L-carnitina è sicura per i gatti ed è stata utilizzata in un alimento per la dieta dei gatti. Secondo lo studio, l'aggiunta di carnitina nel loro cibo ha aumentato il loro tasso metabolico e ha permesso loro di perdere peso più velocemente che con la normale dieta alimentare.

Uno studio simile è stato condotto sui ratti , ma l'aggiunta di carnitina non ha mostrato risultati promettenti. Una ragione per questo, potrebbe essere che il primo studio è stato fatto su animali in sovrappeso, mentre il secondo è stato fatto con topi in normali condizioni di peso con una dieta a basse calorie. I corpi dei ratti affamati stavano certamente cercando di tenere su i depositi di grasso come risposta del meccanismo alla scarsità di alimenti.

Naturalmente, questa possibile spiegazione non è stata dimostrata, ma un altro studio condotto sui ratti ha mostrato che l'integrazione con carnitina ha avuto un effetto su peso corporeo e trigliceridi uguale all'esercizio quotidiano di lieve intensità.


Conclusione

Purtroppo, non ci sono studi sull'uomo comprovanti il ​​successo della carnitina per la perdita di peso, ma lo scopo della carnitina si è ben compreso e certamente non fa male se si considera il fattore limitante nel metabolismo dei grassi.

Se siete interessati a provare un integratore a prezzo accessibile, che potrebbe essere di aiuto nel metabolismo dei grassi, allora la L-carnitina potrebbe essere uno di quelli da provare.

 

Riferimenti:

1. Mehta, Sweety. "Activation and transportation of fatty acids to the mitochondria via the carnitine shuttle". Pharmaxchange.info. Retrieved 2014-02-01.
2. Elovson J, Vagelos PR. "Acyl carrier protein. X. Acyl carrier protein synthetase". J. Biol. Chem. 243 (13): 3603–11.
3. Ehrlich, SD. “Carnitine (L-carnitine)”. University of Maryland Medical Center. Retrieved 2013-05-01.
4. Center SA, Warner KL, Randolph JF, Sunvold GD, Vickers JR. “Influence of dietary supplementation with (L)-carnitine on metabolic rate, fatty acid oxidation, body condition, and weight loss in overweight cats.”Am J Vet Res. 2012 Jul;73(7):1002-15. doi: 10.2460/ajvr.73.7.1002.
5. Brandsch C1, Eder K. Effect of L-carnitine on weight loss and body composition of rats fed a hypocaloric diet. Ann Nutr Metab. 2002;46(5):205-10.
6. Hongu N1, Sachan DS. Caffeine, carnitine and choline supplementation of rats decreases body fat and serum leptin concentration as does exercise. J Nutr. 2000

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati