​Diventare Magri e Ridurre l'Appetito con Gli Acidi Grassi Omega 3

​Diventare Magri e Ridurre l'Appetito con Gli Acidi Grassi Omega 3

Ecco cosa rivela uno studio

Prendere un po' di olio di pesce può aiutare a raggiungere una migliore condizione fisica e quindi meno grasso in modo più veloce, secondo uno studio pubblicato sul Journal of Obesity. Nello studio, ai partecipanti è stato fornito o olio di girasole o olio di pesce ad alto tenore di DHA. I temi di ricerca sono stati divisi in esercizi ginnici e non. Il gruppo esercizio è stato incaricato di allenarsi al 75 per cento della loro frequenza cardiaca massima per 45 minuti, tre volte alla settimana. I partecipanti al gruppo olio di pesce ed esercizio fisico, ha ottenuto una diminuzione della massa corporea superiore a qualsiasi degli altri gruppi combinati. La combinazione di integratori di olio di pesce e il regolare esercizio aerobico può aumentare la perdita di grasso. [1] Recentemente, i ricercatori provenienti dalla Spagna hanno riferito che se si è a dieta, il pesce o l'olio di pesce può ridurre l'appetito. Nello studio, i soggetti obesi hanno dovuto seguire una dieta ipocalorica e sono stati divisi in quattro gruppi:

  • Dieta 1: No frutti di mare
  • Dieta 2: pesce magro (150 g di merluzzo bianco / tre volte a settimana)
  • Dieta 3: Pesce grasso (150g di salmone / tre volte a settimana)
  • Dieta: 4 capsule di olio di pesce (sei capsule al giorno - 1,300mg)

I soggetti che hanno mangiato cene ricche di acidi grassi omega-3 (diete 3 e 4) avvertivano meno fame e si sentivano più sazi subito dopo aver mangiato e anche fino a 2 ore dopo aver mangiato, rispetto alle loro controparti alimentate con la dieta a basso contenuto di acidi grassi omega-3.

Questa osservazione indica che gli acidi grassi omega-3 riducono i segnali di fame. I ricercatori hanno ipotizzato che gli acidi grassi omega-3 influenzano il trasporto delle molecole di regolazione dell'appetito e anche i cambiamenti nell'affinità dei recettori nel cervello. [2 I ricercatori hanno seguito questi partecipanti nel tempo e alla fine dello studio, anche se le calorie erano strettamente monitorate e i soggetti avevano mangiato le stesse calorie totali, il gruppo di controllo che non prendeva pesce / olio di pesce ha perso 2,2 chili in meno rispetto ai gruppi di olio di pesce o solo pesce. [3]

Detto questo, è probabile che più persone consumeranno più pesce per migliorare la perdita di peso. Prima di iniziare a mangiare pesce ad ogni pasto, sappiate che vi è una certa polemica in corso su quale tipo di pesce (allevamento o selvatico) e che pesce mangiare (salmone, merluzzo, tonno, pesce d'acqua dolce ecc). Inoltre, i benefici per la salute apportati dai pesci sono stati messi in discussione a causa di alti livelli di contaminanti presenti nel pesce, quindi assicurarsi della provenienza intanto può essere già un primo passo.

Ovviamente, mangiare pesce 2 /3 volte a settimana, come consigliato dalle guide linea guida per la salute, non deve destare nessuna preoccupazione vista la bassa quantità di eventuali agenti inquinanti che si potrebbe ingerire... i benefici superano di gran lunga gli effetti appena menzionati.

Riferimenti:

1. Hill AM, Buckley JD, Murphy KJ, Howe PR. Combining fish-oil supplements with regular aerobic exercise improves body composition and cardiovascular disease risk factors. Am J Clin Nutr, 2007 May;85(5):1267-74.

2. Parra D, Ramel A, Bandarra N, Kiely M, Martínez JA, Thorsdottir I. A diet rich in long chain omega-3 fatty acids modulates satiety in overweight and obese volunteers during weight loss. Appetite, 2008.

3. Gunnarsdottir I, Tomasson H, Kiely M, Martinéz JA, Bandarra NM, Morais MG, Thorsdottir I. Inclusion of fish or fish oil in weight-loss diets for young adults: effects on blood lipids. Int J Obes, (Lond), 2008 Jul;32(7):1105-12.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati