Ganoderma e sistema immunitario

Ganoderma e sistema immunitario

Come e perchè il ganoderma lucidum può rinforzare e migliorare il sistema immunitario.

Perchè il Ganoderma Lucidum aiuta il sistema immunitario.

Le proprietà benefiche del Ganoderma si applicano soprattutto nelle malattie connesse a un indebolimento del sistema immunitario; come trombosi, bronchite cronica e diabete.
Grazie alle ricerche effettuate, sono stati scoperti più di centocinquanta composti chimici nel Ganoderma Lucidum, tra i quali amminoacidi, vitamine e polisaccaridi di diverso tipo.
Questi polisaccaridi aumentano la resistenza del corpo, riducendo i livelli di zucchero nel sangue, prevenendo la distruzione dei tessuti e delle cellule, agevolando l'eliminazione delle tossine solubili, portando a un miglioramento delle funzioni corporee.

 Oltre a contenere un’ alta quantità di vitamine, enzimi e minerali possiede anche polisaccaridi, immunomodulatori, adattogeni, antiallergici, cumarina e alte concentrazioni  di germanio organico, un minerale che fu scoperto dal chimico tedesco Winkler nel 1886, tutt’oggi questo minerale viene utilizzato dal governo giapponese per curare il cancro e altre malattie.

Il Ganoderma Lucidum agisce a livello cellulare, aumentando la produzione delle cellule del sistema immunitario come linfociti, neutrofili e macrofagi; tutto questo grazie anche alle elevati dosi di germanio organico che il Ganoderma contiene.

Il germanio organico stimola il sistema immunitario rendendolo efficace appunto contro le malattie degenerative, permettendo al corpo di cambiare le risposte ai tumori con conseguenti benefici terapeutici.
Dal punto di vista biochimico il germanio organico potenzia gli effetti del sistema immunitario e agendo sulla comunicazione intercellulare impedisce la diffusione del tumore da cellula a cellula.
Studi recenti hanno messo alla luce che il micelio di Ganoderma ha la capacità di assorbire germanio organico più velocemente delle altre erbe medicinali, che normalmente nè contengono dalle 600 alle 2000 ppm mentre il ganoderma lucidum nè contiene più di 6000 ppm.

Il ganoderma lucidum ha effetti benefici anche sul diabete, come dimostrato dagli studi tenuti dall’Medical Research Institute dell’Università di Kinki, i quali specificano che assumendo il ganoderma si può lo stesso supplire al deficit di insulina permettendo così al pancreas di ripristinare le sue funzioni iniziali, mentre con le iniezioni di insulina si provoca l’ invecchiamento precoce dello stesso.

Il Ganoderma agisce anche sulle malattie renali che sono tra le più difficili da curare come: nefrite acuta o cronica, sindrome renale diabetica e febbre reumatica, che in parte sono dovute al colesterolo alto e all’elevato livello di zuccheri nel sangue.

Il professor Fumio Tsurudani della Nagoya University Medical Institute in Giappone, ha fatto degli esperimenti con pazienti affetti da malattie renali per constatare l’ efficacia del Ganoderma Lucidum, riscontrando che il Ganoderma è in grado di mantenere il corretto funzionamento renale e verificando livelli di colesterolemia inferiori.

Desiderate provare l'efficacia del Ganoderma? Cliccate qui per vedere i prodotti.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati