Postworkout naturale: Berberina per il recupero muscolare

Postworkout naturale: Berberina per il recupero muscolare

A Cura del Dr. A. Bertuccioli

BERBERINA: DALLA NATURA  NUOVE POTENZIALITA’ PER IL POST WORK-OUT

Dopo le innumerevoli delusioni avute negli anni utilizzando i più disparati prodotti di origine vegetale proposti come “la nuova rivoluzione nello sport e nel fitness” è legittimo chiedersi oggi perché dovremmo ancora rivolgerci al mondo dei fitoestratti per ottenere risultati degni di nota.

La risposta è semplicemente una: il prodotto in questione è stato clinicamente testato ed è a oggi ampiamente utilizzato come integratore “terapeutico”: esistono in letteratura numerosi studi scientifici che ne contemplano gli effetti sia nell’uomo che in modelli animali, quindi non corriamo il rischio di incappare in qualche forzatura effettuata su studi compiuti “in vitro” o su presunti benefici “teorici”.

Il prodotto in questione è la Berberina. La Berberina è un alcaloide isochinolinico quaternario contenuto, in diversa misura, prevalentemente nelle radici, nei rizomi, nella corteccia e nei piccioli di diverse specie di piante della famiglia delle Berberidacee (Berberis aristata, Berberis aquifolium, Berberis vulgaris) e in altre specie vegetali (Coptis chinensis, Hydrastis canadensis, Phellodendron amurense), commercializzato in Italia come integratore alimentare .

 

In clinica la Berberina viene ad oggi utilizzata nel trattamento dell’ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, iperglicemia e di conseguenza quindi della sindrome metabolica sia singolarmente che in associazione ad altri integratori o farmaci. I meccanismi d’azione legati a questi effetti sono da tempo oggetto di studio: numerosi aspetti sono stati chiariti mentre alcuni rimangono ancora controversi, per una trattazione esaustiva si rimanda ai lavori riportati in bibliografia.

 

L’applicazione potenzialmente interessante nello sport e nel fitness è da ricercarsi in uno dei meccanismi d’azione propri degli effetti ipoglicemizzanti della Berberina, sulla base dei dati ottenuti numerosi autori concludono che la Berberina sia in grado di implementare l’azione dell’enzima proteina chinasi dipendente da Adenosina Mono Fosfato (AMPK). AMPK appartiene alla famiglia delle serina-treonina chinasi ed è considerata in molti tessuti tra cui il muscolo scheletrico un sensore dei livelli di energia cellulare che interviene regolando i processi di consumo e di rigenerazione di ATP in risposta a diversi stimoli. Nello specifico si è riscontrato che l’azione di AMPK stimola la traslocazione dei recettori GLUT4 sul muscolo scheletrico favorendo l’ingresso dei relativi substrati energetici con un meccanismo insulino-simile.

In virtù di quanto appena detto la Berberina potrebbe rivelarsi un ottimo supplemento post-workout, fase come ben noto molto delicata dove minimizzare le tempistiche di recupero massimizzandone la resa costituisce spesso la differenza tra una strategia vincente  e una che non lo è. Tale applicazione implica che nel panorama dei diversi prodotti contenenti Berberina è necessario prestare particolare attenzione evitando preparazioni contenenti altre molecole, come ad esempio la monacolina, che risulterebbero inappropriate in quanto concepite specificatamente per lavorare sull’ipercolesterolemia.

 

Degni di nota sono invece i formulati che utilizzano altri fitoestratti per magnificare la biodisponibilità della Berberina; uno in particolare utilizza la silimarina nell’inibizione della glicoproteina P, sistema che altrimenti causerebbe una rapida estrusione della maggior parte della Berberina appena assorbita, nel lume intestinale vanificando l’effetto di buona parte dell’assunzione.

Valutato il meccanismo d’azione è possibile considerare questo fitoestratto come un nuovo potenziale strumento da affiancare alle consolidate pratiche nutrizionali e di recupero, per trarre il massimo da ogni post-workout.

Xia X, Yan J, Shen Y, Tang K, Yin J, et al. (2011) Berberine Improves Glucose Metabolism in Diabetic Rats by Inhibition of Hepatic Gluconeogenesis. PLoS ONE 6(2): e16556. doi:10.1371/journal.pone.0016556
Yun S. Lee,et.al Berberine, a Natural Plant Product, Activates AMP-Activated Protein Kinase With Beneficial Metabolic Effects in Diabetic and Insulin-Resistant States Diabetes 55:2256–2264, 2006
Ronald Steriti, ND, PhD; Berberine for Diabetes Mellitus Type 2; ©2010 Natural Medicine Journal 2(10), October 2010
Jun Yin, Hanjie Zhang, and Jianping Ye Traditional Chinese Medicine in Treatment of Metabolic Syndrome Endocr Metab Immune Disord Drug Targets. 2008 June ; 8(2): 99–111

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati