​Il Caffè Potrebbe Migliorare La Resistenza Durante L'attività Fisica

​Il Caffè Potrebbe Migliorare La Resistenza Durante L'attività Fisica

Una nuova ricerca dimostra che bere un caffè prima di una corsa o allenamento aerobico di resistenza, potrebbe aiutare a correre più a lungo.

I ricercatori dell'Università della Georgia hanno recentemente pubblicato una recensione di studi che da nuove informazioni sul caffè ed i suoi effetti sulle qualità sportive.

Il lavoro, pubblicato sulla rivista International Journal of Sport Nutrition and Exercise Metabolism, ha approfondito i dati esistenti di precedenti indagini sul caffè, la caffeina e lo sport.

Simon Higgins, autore principale dello studio, ha vagliato per la sua ricerca oltre 600 studi di esperimenti che misurano l'interazione tra le prestazioni di caffè e caffeina durante l'esercizio fisico.

Una ricchezza di studi hanno esaminato l'impatto della caffeina in forma di compresse, ma molto meno sono stati quelli che hanno esaminato gli effetti della caffeina ingerita attraverso il caffè.

Solo nove studi controllati randomizzati sono stati trovati che avevano specificamente indagato sul caffè e la resistenza.

CAFFEINA E RESISTENZA NELLO SPORT

La caffeina è probabilmente l'integratore più usato come stimolante psicoattivo del pianeta. Ogni giorno, solo gli americani consumano una media di 79 cl circa di caffè; si stima che il 10% degli americani consumano più di 1.000 mg di caffeina su base giornaliera.

La caffeina viene assorbita in maniera relativamente rapida una volta che raggiunge lo stomaco, mentre raggiunge i livelli di picco nel sangue 1-2 ore dopo l'ingestione. Lo stimolante è assorbito dalla maggior parte dei tipi di tessuto corporeo e ha un effetto su una vasta gamma di sistemi.

Nel 1970, gli scienziati credevano che la caffeina influenzasse il modo in cui l'energia veniva messa a disposizione del corpo e quindi migliorando le prestazioni. Negli anni '80, si accesero diverse opinione. Il consenso scientifico è che la caffeina non migliora la resistenza fisica.

Negli anni '90, i pensieri sono stati trasformati di nuovo con nuovi studi che sono venuti alla ribalta. Le indagini hanno mostrato che 3-9 mg di caffeina per kg di peso corporeo (circa 2-5 tazze di caffè filtrato), assunta 1 ora prima dell'esercizio, ha aumentato la resistenza in un ambiente di laboratorio.

CAFFÈ VS CAFFEINA IN PILLOLE

Oggi, l'opinione scientifica sostiene che la caffeina può aumentare alcuni tipi di prestazioni fisiche, comprese le prove di resistenza e di tempo. Si ritiene generalmente che la caffeina in forma di compresse è più vantaggiosa per le prestazioni rispetto a quando consumata attraverso il caffè.

Le ragioni esatte per le differenze di effetto tra formati di caffeina non sono noti, ma si presume che gli altri ingredienti del caffè potrebbero svolgere un ruolo in questo. Il caffè è costituito da centinaia di sostanze chimiche, alcune delle quali potrebbero o bloccare gli effetti positivi della caffeina o impattare negativamente sulle prestazioni.

Il Professor Higgins ha voluto immergersi nella letteratura irregolare per vedere se il caffè avesse di fatto, aumentare la resistenza ad un livello utile. La sua ri-analisi della letteratura esistente ha portato alla luce alcuni risultati positivi. In 5 dei 9 studi rilevanti, la performance del bevitore di caffè è stata significativamente migliorata.

Gli atleti che hanno consumato 3-7 mg di caffeina attraverso il caffè ha visto un miglioramento medio delle prestazioni del 24% sulla resistenza fisica. Egli ha trovato anche un miglioramento medio del 3,1% negli studi di completamento.

Il Professor Higgins ha riferito:

"Questo è utile per gli atleti perché il caffè è un composto naturale. Potenzialmente ottenere la vostra dose di caffeina dal bere il caffè ha vantaggi sulla resistenza simili come quelli dell'assunzione di pillole di caffeina."

Anche se la letteratura è scarsa, al momento attuale, questa sintesi potrebbe alimentare ulteriori indagini in un modo simile. La caffeina, sotto forma di caffè, certamente sembra migliorare la resistenza, almeno in alcune circostanze.

Vale la pena notare che la National Collegiate Athletic Association (NCAA) elenca la caffeina come una sostanza proibita.

In America, livelli di caffeina urinarie superiori a 15 mg / ml potrebbero tradursi in un divieto; che equivale al consumo di circa 17 bevande analcoliche contenenti caffeina. Essendo possibile che qualcuno tenti di partecipare ad una maratona o gara di resistenza in America, questo è degno di nota per non infrangere il regolamento. È interessante notare che l'Agenzia mondiale antidoping non classifica la caffeina come una sostanza proibita.

Riferimenti:

International Journal of Sport Nutrition and Exercise Metabolism, doi: http://dx.doi.org/10.1123/ijsnem.2015-0147, published online 16 November 2015, abstract.

University of Georigia, news release, accessed 22 December 2015.

Additional sources:

American College of Sports Medicine, Caffeine and exercise performance , accessed 22 December 2015.

Harvard School of Public Health, Coffee by the numbers, accessed 22 December 2015.

International society of sports nutrition position stand: caffeine and performance, Erica R Goldstein et al., Journal of the International Society of Sports Nutrition, doi: 10.1186/1550-2783-7-5, published online 27 January 2010.

The National Collegiate Athletic Association, Caffeine and athletic performance, Banned substances, accessed 22 December 2015.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati