miele e recupero muscolare

miele e recupero muscolare

L'importanza del miele negli sport di potenza

Uno studio della University of Memphis ha esaminato un gruppo di 39 atleti che praticavano sollevamento pesi.

 

I soggetti sono stati sottoposti a una sessione intensiva di allenamento con i pesi e, subito dopo, hanno ricevuto un integratore proteico miscelato con zucchero, maltodestrina o miele come fonte di carboidrati.

 

Nelle due ore successive all’allenamento, gli zuccheri ematici si sono mantenuti a livelli ottimali solo nel gruppo miele. Inoltre, i soggetti di questo gruppo hanno mostrato cambiamenti positivi nel rapporto fra i livelli dei vari ormoni, che sono indice di un processo di recupero muscolare ottimale.

 

Secondo il dott. Richard Krieder, che ha guidato lo studio, “Questi dati suggeriscono che il miele ha effetti positivi su tutti gli aspetti legati al recupero e al rifornimento energetico dopo l’allenamento.

 

Inoltre, sembra che il miele possa essere una fonte di carboidrati ottimale da assumere dopo l’allenamento insieme agli integratori proteici”.

 

Lo studio ha usato 120 g di miele in polvere, equivalenti a circa 8 cucchiai della varietà liquida. Ogni cucchiaio contiene 64 calorie, quindi il totale ammonta a ben 512 calorie! A queste, aggiungete altre 160 calorie fornite da 40 g di proteine del siero e otterrete un frullato postallenamento con un totale di ben 672 calorie!

 

Ovviamente, consigliamo questo frullato ai bodybuilder che cercano di aumentare il peso corporeo nella stagione non-agonistica oppure agli hardgainer che vogliono incrementare l’apporto calorico. Ridurre la dose di miele è un’alternativa postallenamento migliore, mantenendo quasi tutti i benefici dell’assorbimento delle proteine.

 

Aggiungendone 4 cucchiai al vostro frullato, otterrete comunque 69 g di carboidrati. Con le 255 calorie del miele, più i 40 g di proteine, avrete una bevanda per la costruzione muscolare con 415 calorie.

 

Per la maggior parte dei bodybuilder che cerca di aumentare la massa, questa è una scelta molto migliore in termini di benefici anabolici e permette di evitare le calorie in eccesso. I ricercatori della University of Waikato, Nuova Zelanda, hanno studiato le proprietà antimicrobiche del miele. Il dott. Peter Molan della Nuova Zelanda afferma, “Le proprietà antibatteriche del miele possono aiutare a eliminare le infezioni nelle ferite, mentre la sua azione antinfiammatoria può ridurre il dolore e migliorare la circolazione, accelerando il processo di guarigione.

 

Il miele stimola la ricrescita del tessuto necessario per la guarigione, accelerando questo processo e riducendo il rischio di cicatrici”. Queste proprietà rigenerative del miele sono molto positive anche per il bodybuilding, perché stimolano la riparazione e l’anabolismo muscolare.

 

Inoltre, gli scienziati stanno studiando gli antiossidanti contenuti nel miele come trattamento per la colite e, sebbene siano necessari altri studi, sembra proprio che questo alimento possa aiutare contro i disturbi gastrointestinali. 

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati