Reintegrare acqua con i cibi

Reintegrare acqua con i cibi

Non solo con le bevande si ripristina il livello di liquidi nel nostro organismo

Si può dire che tutti gli alimenti siano costituiti in media per il 70% di acqua. 

Il fabbisogno quotidiano di acqua in un individuo che vive in un clima temperato è di circa 2,5 lt, che si può consumare:

  1. sotto forma di bevanda
  2. sotto forma di componente liquido contenuto in alimenti solidi

 

Infatti:

  • un quarto di questo quantitativo viene eliminato attraverso la traspirazione,
  • un quinto evapora con l'aria aspirata
  • e più della metà viene eliminato sotto forma di urine e feci.

 

Questi valori mutano nei climi caldi; nei paesi tropicali, per esempio, l'organismo può arrivare a eliminare fino a sette litri di acqua al giorno.

 

 

Poiché il liquido contenuto nel cibo non sopperisce totalmente alla quantità di acqua che l'organismo disperde ogni giorno, è necessario reintegrarla, ingerendo oltre

  • all'acqua pura,
  • al latte,
  • ai succhi di frutta,
  • al
  • e al caffè,

 

anche cibi contenenti alte percentuali di acqua come:

  • - agrumi
  • - vegetali verdi (lattuga, spinaci, con quantità di acqua fino all'80%)
  • - cetrioli e zucchine ( con quantità vicine al 90%)

Il liquido contenuto nella carne non supera il 70% e quello del pane il 35%.

 

Il livello di acqua nei tessuti del nostro organismo diminuisce gradualmente con l'età, pensate che quello del neonato si aggira sull'85% mentre nell'anziano scende al 60%.

 

Una corretta assunzione di liquidi deve tenere conto del rapporto diretto intercorrente tra fabbisogno idrico e regime alimentare;

per ogni caloria ingerita l'organismo necessita di 1 centimetro cubo di liquido.

Con l'apporto calorico deve aumentare quindi anche quello idrico. 

Già in un altro nostro articolo abbiamo spiegato l'importanza dell'idratazione e soprattutto quanto bere, ora sapete qualcosa in più.

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati